Altri contenuti - Corruzione

    Piano triennale di prevenzione della corruzione

    Nell’adunanza del 18 novembre 2015, il Consiglio nazionale del Notariato ha approvato il Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione 2015/2017 del CNN che contiene, nella Sezione I, il Programma Triennale per la Trasparenza e l’Integrità 2015/2017 del CNN.

    Responsabile della prevenzione della corruzione

    Il Consiglio Nazionale del Notariato  ha nominato Responsabile della prevenzione della corruzione, ai sensi dell’art. 1, comma 7, della legge 190/2012, il Direttore generale dell'ente Dott.Massimo Pensato

    Scarica il file

    Responsabile della trasparenza

    Il Consiglio Nazionale del Notariato  ha nominato Responsabile della trasparenza la Dott.ssa Maria Michela Razzino

    Scarica il file

    Relazione annuale del Responsabile della prevenzione della corruzione 2017

    Segnalazioni di illecito – whistleblowing

    Disposizioni per la tutela degli autori di segnalazioni di reati o irregolarità di cui siano venuti a conoscenza nell’ambito di un rapporto di lavoro pubblico o privatoWhistleblowing

    L’art. 1, comma 51, della legge 190/2012 (cd. Legge anticorruzione) ha inserito l’articolo 54-bis nell’ambito del d.lgs. 165/2001, rubricato “Disposizioni per la tutela degli autori di segnalazioni di reati o irregolarità di cui siano venuti a conoscenza nell’ambito di un rapporto di lavoro pubblico o privato”, in virtù del quale è stata introdotta nel nostro ordinamento una misura finalizzata a favorire l’emersione di fattispecie di illecito, nota come whistleblowing.

    Con l’espressione whistleblower si fa riferimento al dipendente di un’amministrazione/società che segnala violazioni o irregolarità commesse ai danni dell’interesse pubblico agli organi legittimati ad intervenire. La segnalazione, in tale ottica, è un atto di manifestazione di senso civico attraverso cui il whistleblower contribuisce all’emersione e alla prevenzione di rischi e situazioni pregiudizievoli per l’amministrazione di appartenenza e, di riflesso, per l’interesse pubblico collettivo.

    Il whistleblowing è la procedura volta a incentivare le segnalazioni e ad assicurare delle forme di tutela, proprio in ragione della sua funzione sociale, al whistleblower. La Legge anticorruzione ha, infatti, introdotto una specifica tutela del dipendente che segnala condotte illecite di cui è venuto a conoscenza all’interno dell’ambiente di lavoro, di modo che questi possa agire senza il timore di subire conseguenze pregiudizievoli.

    La segnalazione può essere presentata mediante l’invio del Modulo per la segnalazione di condotte illecite compilato:

    -   all’indirizzo di posta elettronica anticorruzione.cnn@postacertificata.notariato.it;

    -   a mezzo del servizio postale all’indirizzo: Consiglio nazionale del notariato, Via Flaminia 160 – 00196 – Roma Al Responsabile per la prevenzione della corruzione RISERVATA PERSONALE, non inserendo il nominativo del mittente sul frontespizio della busta;

    -  tramite posta interna con indicazione sulla busta: Al Responsabile per la prevenzione della corruzione del Consiglio nazionale del notariato - RISERVATA PERSONALE, non inserendo il nominativo del mittente sul frontespizio della busta.

     

     

    Scarica il file

    Linee guida Autorità Nazionale Anticorruzione

    Linee guida in materia di tutela del dipendente pubblico che segnala illeciti (c.d. whistleblower)

    Scarica il file