AVVISO DI GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA – CIG 72490243D8 - QUESITI E RISPOSTE

QUESITO 1

Con riferimento all’art. 2.8 del Disciplinare di gara, si evidenzia anzitutto che a norma dell’art. 105, comma 4, lett. d) del D.Lgvo 50/2016 e s.m.i., i subappaltatori debbono essere in possesso dei soli requisiti di ordine generale di cui all’art. 80 del Codice: di conseguenza, la richiesta del possesso in capo ai subappaltatori del requisito delle “CAPACITA’ TECNICHE E PROFESSIONALI descritte al punto 6.5. del presente disciplinare, con riferimento alle parti di servizio che dovranno essere svolte”, non trova conforto nella vigente disciplina.

Si chiede pertanto conferma che possa non tenersi conto del suddetto requisito, e pertanto rettifica del modello di DGUE relativo ai subappaltatori.

RISPOSTA

Si conferma che la Stazione Appaltante in caso di ricorso al subappalto richiede in capo ai subappaltatori il possesso delle CAPACITA’ TECNICHE E PROFESSIONALI di seguito indicate:

aver gestito in ognuno degli anni 2014– 2015 – 2016, con riferimento alle parti di servizio che dovranno essere svolte (ad esempio, aver gestito i sinistri), almeno una convenzione/polizza collettiva, che assicuri la Responsabilità Civile Professionale di Professionisti appartenenti a professioni organizzate in Ordini e/o Collegi, con minimo 300 (trecento) assicurati per anno e con 1.000 (mille) assicurati nell’anno di punta.

Mezzo di prova: la copia conforme all’originale della polizza collettiva/convenzione con il riepilogo degli aderenti nei singoli anni corredato di numero di polizza/certificato e decorrenza della copertura. Una medesima polizza collettiva/convenzione potrà essere utilizzata come requisito per ognuno degli anni di vigenza nel triennio.

Si precisa altresì che, come previsto dall’art. 105 D. Lgs 50/2016 c.3 c-bis), se il concorrente intende avvalersi per lo svolgimento delle prestazioni indicate al punto 2.8 del Disciplinare di soggetti con i quali intrattiene rapporti di cooperazione, servizio e/o fornitura sottoscritti in epoca anteriore alla data di indizione del bando, tale eventualità non si configura come “subappalto” e rimane in capo al concorrente  l’onere di depositare prima o contestualmente alla sottoscrizione del contratto di appalto in caso di aggiudicazione:

1) il contratto o i contratti in essere alla data di pubblicazione del bando

2) l’eventuale contratto sottoscritto in relazione alle prestazioni previste dal bando.

QUESITO 2

Con riferimento all’art. 2.8 del Disciplinare di gara, si evidenzia anzitutto che a norma dell’art. 105, comma 4, lett. d) del D.Lgvo 50/2016 e s.m.i., i subappaltatori debbono essere in possesso dei soli requisiti di ordine generale di cui all’art. 80 del Codice: di conseguenza, la richiesta del possesso in capo ai subappaltatori del requisito dell’“adeguata capacità economico-finanziaria a fronte delle obbligazioni assunte con il presente appalto, dimostrabile mediante due dichiarazioni, in originale, di istituti bancari o intermediari autorizzati ai sensi del d.lgs. n. 385/1993”, non trova conforto nella vigente disciplina.

Si chiede pertanto conferma che possa non tenersi conto del suddetto requisito, nonché della relativa richiesta di produzione di dichiarazioni di istituti bancari/intermediari autorizzati.

Ad ogni modo, si chiede cosa si intenda per “adeguata capacità economico finanziaria a fronte delle obbligazioni assunte con il presente appalto”, ed in particolare se il suddetto requisito debba essere riferito all’appalto integrale o alla quota delle prestazioni affidate in subappalto. In entrambi i casi, si chiede di chiarire a quali condizioni il requisito si intenderebbe soddisfatto.

RISPOSTA

Si conferma la richiesta in capo ai subappaltatori del requisito della “adeguata capacità economico – finanziaria a fronte delle obbligazioni assunte con il presente appalto”. Sarà considerata adeguata la dimostrazione di possedere la generica capacità di far fronte agli impegni finanziari connessi con l’attività svolta. Si rammenta che così come espressamente previsto dal DLgs 50/2016 Art. 86. “Mezzi di prova” “ (…) l’operatore economico, che per fondati motivi non è in grado di presentare le referenze chieste dall’amministrazione aggiudicatrice, può provare la propria capacità economica e finanziaria mediante un qualsiasi altro documento considerato idoneo dalla stazione appaltante (…)”.

QUESITO 3

Con riferimento all’art. 2.8 del Disciplinare di gara, si chiede di chiarire il concetto di “adeguato accreditamento”, che pare non trovare riscontro nella vigente normativa di settore.

RISPOSTA

Si precisa che per “adeguato accreditamento” si intende il possedere un’esperienza o una struttura tale da consentire il regolare svolgimento del servizio oggetto di subappalto: ad esempio, l’avere svolto analoghi servizi in passato o il disporre di risorse e programmi per svolgerli.

QUESITO 4

Con riferimento all’ultimo periodo dell’art. 2.8 del Disciplinare di gara, evidenziamo che, trattandosi di affidamento di servizi assicurativi, oltre a non essere prevista la figura del “cottimista”, il premio viene pagato in anticipo rispetto allo svolgimento del servizio (id est, la copertura assicurativa; si veda art. 1901 c.c.).

In questo quadro, è impossibile che la Stazione Appaltante paghi direttamente il subappaltatore, che interviene nella fase esecutiva del rapporto, ovvero successivamente al pagamento del premio.

Si chiede di chiarire o di espungere la clausola dal novero di quelle facenti parte la lex specialis.

RISPOSTA

Il Disciplinare fa espresso riferimento a eventualità che sono previste dalla normativa e che riguardano casistiche particolari il cui verificarsi sarà oggetto di specifica valutazione di merito.
Si conferma che, in considerazione delle caratteristiche del servizio svolto, il pagamento di quanto dovuto al subappaltatore sarà assolto dalla Stazione Appaltante mediante versamento del premio di polizza con le scadenze previste dal Capitolato Speciale.

QUESITO 5

Nel Capitolato Speciale, alle “Definizioni” viene riportato quanto segue:

Assicurati

a) tutti i Notai iscritti a Ruolo e dal momento di tale iscrizione;

b) i Notai che cesseranno l’attività in corso di vigenza della polizza o i loro eredi, con ultrattività illimitata;

c) i Notai già cessati entro le ore 24.00 dell’1 maggio 2018 o i loro eredi per le richieste di risarcimento pervenute per la prima volta all’Assicurato nel periodo di efficacia della presente Polizza, purché per gli stessi non siano già operanti altre coperture assicurative a contraenza del Consiglio Nazionale del Notariato o della Cassa Nazionale del Notariato.

La definizione di assicurato di cui al punto c) lascerebbe intendere che la copertura includa i notai per i quali sia scaduta la postuma decennale prevista dai precedenti contratti sottoscritti dal CNN.

Si chiede di confermare tale interpretazione ovvero fornire chiarimenti (con esemplificazione).

RISPOSTA

L’interpretazione del richiedente il quesito è corretta.

La categoria C) si applica ai Notai già cessati al momento dell’entrata in vigore della Polizza Nazionale oggetto del bando (quindi già cessati al 1 maggio 2018) o loro eredi i/le quali al momento del ricevimento della richiesta di risarcimento da parte del cliente abbiano inoltre la postuma decennale della loro ultima polizza nazionale già scaduta.

Esempio: il notaio Tizio ha cessato l’attività notarile il 18 marzo 2002 e riceve una richiesta di risarcimento in data 26 giugno 2018 relativamente ad un rogito da lui curato quando era ovviamente in attività (la data specifica dell’eventus damni è irrilevante). Il notaio Tizio dovrà notificare il sinistro nell’ambito della polizza 2018/2021 in quanto rientrante nella categoria c) perché: a) già cessato al 1 maggio 2018; b) al momento del ricevimento della richiesta da parte del terzo danneggiato la sua postuma decennale della polizza del 2002 (ultimo anno di assicurazione) è ampiamente scaduta (postuma decennale 2002 – 2012).

QUESITO 6

Dalla lettura dell’articolo 2, Sezione Prima, del Capitolato Speciale non risulterebbe alcuna esclusione delle circostanze di sinistro o degli eventi noti alla data di sottoscrizione della polizza.

Si chiede di confermare l’assunto ovvero fornire chiarimenti.

RISPOSTA

Si conferma che nell’articolo 2, Sezione Prima Capitolato Speciale, non esiste alcuna esclusione relativamente a circostanze o eventi noti suscettibili di generare un sinistro, così come descritto nelle Definizioni.

QUESITO 7

La definizione di attività assicurata, di cui alle Definizioni del Capitolato Speciale include, fra le attività notarili, quelle prestate da “qualificato operatore del Diritto”.

Si chiede di chiarire quali attività e prestate da chi si intendono includere con tale precisazione.

RISPOSTA

Si precisa che per attività svolta quale “qualificato operatore del diritto” si intende quella, svolta dal Notaio, che non è direttamente connessa alla sua pubblica funzione quale, a titolo esemplificativo, quella relativa alla redazione delle denunce di successioni, la consulenza in materia di normativa tributaria, civile, successoria, commerciale, societaria, etc., l’attività di arbitro e di presidente di collegio arbitrale in tale specifiche materie. Si precisa che tali attività erano già previste dalla tariffa notarile con la definizione di “prestazioni non strettamente connesse con l’esercizio della funzione Pubblica”. L’abrogazione della suddetta tariffa, che veniva citata nei precedenti capitolati, ha reso necessaria la nuova definizione oggetto del presente quesito.

Quesiti inerenti il file intitolato “2013 – 2017” alla pagina web http://www.notariato.it/it/avviso-di-gara-europea-procedura-aperta-%E2%80%93-cig-72490243d8.

Contenuto: Statistiche sinistri aggiornate al 31/08/2017 – AIG.
 
QUESITO 8

Il file sopraindicato rileva nelle NOTE la presenza di una Franchigia Aggregata annua pari ad Eur. 1.000.000,00 nella annualità 2007 – 2008 – 2009 e pari ad Eur. 2.000.000,00 nelle annualità 2010 – 2011 – 2012 – 2013 – 2014 – 2015 – 2016 – 2017.

Salvo errori di interpretazione della documentazione di Gara di cui alla procedura richiamata in Oggetto, non si trova alcun riferimento alla Franchigia Aggregata. Si chiede conferma di tale interpretazione.

RISPOSTA

Si conferma che nell’attuale procedura di Gara non è prevista alcuna Franchigia Aggregata.

QUESITO 9

Il file sopraindicato richiama ai punti 5 il “N. sx pagati sulla polizza CNN” e al punto 9 il “N. dei sinistri riservati sulla polizza CNN” nelle diverse annualità evidenziate.

Si chiede conferma, se tali sinistri siano da considerarsi come il N. dei sinistri pagati (punto 5) e riservati (punto 6) al netto della Franchigia per sinistro e degli indennizzi a carico delle polizze individuali o meno (e quindi al lordo).
 
RISPOSTA

Si conferma che quanto riportato al punto 5 e al punto 6 è al netto della Franchigia per sinistro e degli indennizzi a carico delle polizze individuali. 

QUESITO 10

Il file sopraindicato richiama ai punti  4bis - 5 bis - 6 bis - 8bis - 9 bis - 10bis il “Modulo obbligatorio aumento del massimale da Eur. 150.000 a Eur. 3.000.000”. 

Salvo errori di interpretazione della documentazione di Gara di cui alla procedura richiamata in Oggetto, il massimale di Polizza per sinistro e per anno assicurativo è già fissato ad Eur. 3.000.000 e non si trova alcun riferimento al Modulo obbligatorio aumento del massimale da Eur. 150.000 a Eur. 3.000.000. 

Pertanto, qualora possibile, si chiede maggiore dettaglio in relazione ai massimali coperti dalle polizze precedenti.

RISPOSTA

Il dato si riferisce alle annualità 2012 – 2018 nelle quali il programma assicurativo era strutturato tramite una polizza collettiva, a contraenza CNN, con un massimale di € 150.000 per sinistro/ € 1.000.000 per anno e tramite integrazioni sottoscritte individualmente dai notai volte ad elevare il massimale della polizza collettiva fino ai 3.000.000 di Euro previsti dalla Legge.  Ai fini della gara in corso si conferma l’impostazione del capitolato attuale con effetto dal prossimo 1 maggio 2018, ovvero polizza collettiva con massimale 3.000.000 di euro senza alcuna necessità di modulo obbligatorio di aumento del massimale da Eur. 150.000 a euro 3.000.000.

QUESITO 11

Il file sopraindicato richiama al punto 16 l’ “Importo maggiore richiesto dai reclamanti, quando indicato nella denuncia” e per l’annualità 31.05.2016 – 31.05.2017 esso è quantificato in Eur. 501.665.619. Vista l’entità molto elevata della richiesta, si chiedono una descrizione del sinistro e/o maggiori informazioni in merito al tipo di danno lamentato. 

RISPOSTA

Nel febbraio 2010 (con atto del notaio A) la società X srl – dopo atto di scissione sempre curato dal notaio A) stipulava atto di permuta con cui acquistava un terreno e cedeva futuri appartamenti ai proprietari del terreno che erano:

-          Tizio;

-          Caio;

-          Sempronio;

-          Tale;

-          Quale.

Nel giugno 2011 il tribunale di xxx – contestando le modalità relativa all’atto di scissione societaria – sequestra le partecipazioni in X srl di Rossi e Verdi.

Nell’agosto 2015 con atto di cessione curato dal notaio B (Notaio cui si riferisce il sx in questione), il curatore di X srl cede a Z Srl la posizione della X nel contratto di permuta. A tale contratto partecipano anche i Cedenti originari (anche successori delle parti nel frattempo decedute).

Nel gennaio 2016 viene disposta la cancellazione del sequestro delle quote di Rossi e Verdi in X.

Nel dicembre 2016 Rossi e Verdi nelle loro vesti di soci di X e Y notificano atto di citazione al notaio B con cui contestano la nullità del contratto di cessione del 2015.

Il sinistro è stato chiuso senza seguito.  

QUESITO 12

Qualora possibile si chiede la pubblicazione in excel del file soprarichiamato, in modo tale da renderlo elaborabile.

In mancanza, per ogni annualità/segmento di polizza riportato sul file (i periodi dal 01.02.2013 al 31.08.2017) si chiede, qualora possibile, lo split - in percentuale aggregata - delle diverse tipologie di sinistro.

RISPOSTA 

Consulta i seguenti documenti in formato PDF scaribabili dall'Area Download (le diverse tipologie di sinistro sono indicate nella colonna Type):

AIG-Ottobre2017-annualità 2013

AIG-Ottobre2017-annualità 2014

AIG-15-18Ottobre2017-annualità 2015

AIG-Ottobre2017-annualità 2015-trimestrale

AIG-15-18Ottobre2017-annualità 2016

AIG-15-18Ottobre2017-annualità 2017

Quesiti inerenti i files intitolati: “CNN 2007” – “CNN 2008” – “CNN 2009” – “CNN 2010” – “CNN 2011” – “CNN 2012” alla pagina web http://www.notariato.it/it/avviso-di-gara-europea-procedura-aperta-%E2%80%93-cig-72490243d8

Contenuto: Elenchi sinistri.
 
QUESITO 13

Qualora possibile si chiede la pubblicazione in excel dei files soprarichiamati, in modo tale da renderli elaborabili.

In mancanza, per ogni annualità, si chiede, lo split - in percentuale aggregata - delle diverse tipologie di sinistro e l’indicazione se i dati sia di pagato che di riservato siano da considerarsi dalla prima lira e cioè al lordo di ogni franchigia/rivalsa o meno.

RISPOSTA

Consulta il file excel "Lloyd’s-2007-to-2012" scaricabile dall'Area Download

QUESITO 14

All’interno dei file sopraindicati si chiede a cosa corrispondono i valori riportati alla colonna CLAIM.

Si tratta della richiesta di controparte? Si tratta della stima potenziale massima del sinistro? 

RISPOSTA

Si conferma che trattasi dell’importo reclamato dalla controparte.

Quesito inerente i files “Disciplinare di Gara” e “Modulo OE – offerta economica” alla pagina web http://www.notariato.it/it/avviso-di-gara-europea-procedura-aperta-%E2%80%93-cig-72490243d8
 
QUESITO 15

Al punto 13.2 del Disciplinare di Gara e nelle dichiarazioni dell’Offerta Economica, si fa riferimento all’ammontare delle provvigioni da corrispondere al Broker.

In particolare per la POLIZZA A, esse vengono quantificate nella misura del 2% (due percento) del premio imponibile, con il massimo di € 1.500.000,00 (unmilionecinquecentomila/00) per anno assicurativo e pro-rata per l’eventuale proroga.

Si chiede chiarimento sul calcolo commissionale annuale per la POLIZZA A:

Se calcoliamo il 2% del premio imponibile annuale a base d’asta, l’importo commissionale viene nettamente al di sotto di Eur. 1.500.000,00. Si chiede conferma che il tetto commissionale di Eur. 1.500.000,00 sia da considerarsi singolarmente per ogni singola annualità e per la singola proroga (come capiamo dal testo del disciplinare e dell’offerta economica) o per tutta la durata triennale (più l’eventuale proroga di mesi 6) del contratto.

RISPOSTA 

Si chiarisce che le provvigioni dovute al broker, all’esito dell’aggiudicazione della gara CIG 700226972C, ammontano al 2% del premio imponibile per ciascuna annualità o per la singola proroga. Il tetto commissionale di euro 1.500.000,00 è previsto nei documenti della suddetta gara. 

Quesito inerente i files “Disciplinare di Gara” e “Capitolato Speciale costituito da Polizza A “ASSICURAZIONE RC PROFESSIONALE” e Polizza B “RIDUZIONE FRANCHIGIA”  alla pagina web http://www.notariato.it/it/avviso-di-gara-europea-procedura-aperta-%E2%80%93-cig-72490243d8

QUESITO 16

A pagina 3 del Disciplinare di Gara viene indicato che: “Il luogo di svolgimento del servizio assicurativo è l’Italia. La prestazione del servizio assicurativo a favore degli assicurati e degli aventi diritto viene garantita sulla base delle clausole di “Estensione Territoriale” previste in ogni Capitolato Speciale”.

Salvo errori di interpretazione della documentazione di Gara non si vede alcun riferimento sul documento “Capitolato Speciale costituito da Polizza A “ASSICURAZIONE RC PROFESSIONALE” e Polizza B “RIDUZIONE FRANCHIGIA”   alla Clausola di estensione Territoriale.

Qualora Possibile si chiede la pubblicazione della clausola sopracitata di estensione Territoriale.

RISPOSTA 

Si conferma che, a maggior precisazione di quanto indicato nel disciplinare di gara, il CAPITOLATO SPECIALE ASSICURAZIONE RESPONSABILITA’ PROFESSIONALE E RIDUZIONE FRANCHIGIA non contiene clausole di estensione territoriale.

QUESITO 17

Si chiede l’integrazione delle statistiche già pubblicare con l’indicazione specifica dei sinistri per i quali, tra la data dell’errore professionale e la notifica all’Assicuratore, siano intercorsi più di 10 anni.

RISPOSTA

Consulta il file excel "Lloyd’s-2007-to-2012" scaricabile dall'Area Download  (per l’indicazione della data dell’errore professionale si veda la colonna AP titolata DOE e per l’indicazione della data dell’apertura del sinistro da parte dell’Assicuratore si veda la colonna AQ Instr. Rec’d).

Consulta i seguenti documenti in formato PDF scaribabili dall'Area Download (per l’indicazione della data dell’errore professionale si veda la colonna DOE e per la data di data apertura del sinistro si veda la colonna Instr. Rec’d ):

AIG-Ottobre2017-annualità 2013

AIG-Ottobre2017-annualità 2014

AIG-15-18Ottobre2017-annualità 2015

AIG-Ottobre2017-annualità 2015-trimestrale

AIG-15-18Ottobre2017-annualità 2016

AIG-15-18Ottobre2017-annualità 2017

QUESITO 18

Si chiede la pubblicazione delle statistiche sinistri relative alle annualità 2013-2017 in forma disaggregata, ossia con il dettaglio di ogni singolo sinistro.

RISPOSTA

Consulta i seguenti documenti in formato PDF scaribabili dall'Area Download:

AIG-Ottobre2017-annualità 2013

AIG-Ottobre2017-annualità 2014

AIG-15-18Ottobre2017-annualità 2015

AIG-Ottobre2017-annualità 2015-trimestrale

AIG-15-18Ottobre2017-annualità 2016

AIG-15-18Ottobre2017-annualità 2017

QUESITO 19

Con riferimento al requisito di capacità tecnica e professionale di cui all’art. 6.5, lett a), vogliate cortesemente confermarci che lo stesso potrà ritenersi soddisfatto se il concorrente dimostrerà di aver gestito una convenzione/polizza collettiva della responsabilità civile professionale per “colpa grave” di medici dipendenti di Aziende Sanitarie.

RISPOSTA

Si conferma tale eventualità.

QUESITO 20

Con riferimento al requisito di capacità economico-finanziaria di cui all’art. 6.4, lett b), vi preghiamo cortesemente confermarci che, “se il concorrente non é in grado, per giustificati motivi, ivi compreso quello concernente la costituzione o l'inizio dell'attività da meno di tre anni, di presentare le referenze richieste”, lo stesso possa provare “la propria capacità economica e finanziaria mediante qualsiasi altro documento considerato idoneo dalla stazione appaltante”.

RISPOSTA

Si conferma tale eventualità, così come espressamente previsto dal DLgs 50/2016 Art. 86. Mezzi di prova:

“Omissis

4. Di norma, la prova della capacità economica e finanziaria dell’operatore economico può essere fornita mediante uno o più mezzi di prova indicati nell’allegato XVII, parte I. L’operatore economico, che per fondati motivi non è in grado di presentare le referenze chieste dall’amministrazione aggiudicatrice, può provare la propria capacità economica e finanziaria mediante un qualsiasi altro documento considerato idoneo dalla stazione appaltante”.

QUESITO 21

Con riferimento al “Modulo OT - Accettazione Capitolato e Criteri di Valutazione Offerta Tecnica”, punto 2) OFFERTA TECNICA (risposta ai quesiti): MAX 40 PUNTI:

•    La dimensione dell’elaborato, stabilita in numero massimo di 3 facciate di formato A4, utilizzando il carattere Arial 11, interlinea 1,5 è relativa a tutti e 4 i quesiti oppure ad ogni singolo quesito? E’ possibile aggiungere allegati all’elaborato di risposta, oltre la dimensione citata?

RISPOSTA

Dovranno essere presentati quattro elaborati, uno per quesito, ognuno della dimensione massima di 3 facciate di formato A4, utilizzando il carattere Arial 11, interlinea 1,5. Non è possibile aggiungere allegati oltre alla dimensione massima prevista per ogni singolo elaborato.

QUESITO 22

Relativamente al quesito a) ed al quesito d), si richiede se la risposta ai detti quesiti formulata dall’offerente, sarà vincolante, in caso di aggiudicazione, per l’offerente stesso nell’esecuzione del contratto, qualora si paventassero fattispecie analoghe o simili nella gestione di un sinistro? Si richiede altresì, se, in caso di risposta affermativa, il capitolato Speciale “ASSICURAZIONE RC PROFESSIONALE” e “RIDUZIONE FRANCHIGIA, dovrà subire modifiche e/o integrazioni, sulla base della risposta formulata ai quesiti a) e d) citati; relativamente al quesito b), si richiede se la risposta al quesito formulata dall’offerente, sarà vincolante, in caso di aggiudicazione, per l’offerente stesso nell’esecuzione del contratto?

RISPOSTA

Come indicato nel Modulo OT -  Offerta Tecnica quanto dichiarato nelle risposte ai quesiti proposti, oltre ad essere oggetto di valutazione dell’offerta, sarà oggetto di specifica obbligazione contrattuale per l’offerente, con particolare riferimento agli strumenti descritti, alle iniziative proposte e alle procedure indicate. Nessuna modifica del Capitolato Speciale è prevista.

QUESITO 23

Si richiede altresì, se, in caso di risposta affermativa, sarà possibile l’utilizzo di soggetti terzi, non in rapporto di lavoro dipendente con il concorrente, ovvero liberi professionisti o società, per la prestazione delle iniziative finalizzate alla prevenzione del rischio? In caso affermativo tali prestazioni sono configurabili quale sub-appalto e quindi il concorrente dovrà attenersi al dispositivo dell’art.2.8 del disciplinare di gara?

RISPOSTA

L’utilizzo di soggetti terzi con i quali il concorrente intrattiene rapporti di cooperazione, servizio e/o fornitura sottoscritti in epoca anteriore alla data di indizione del bando, non si configura come “subappalto” e rimane in capo al concorrente l’onere di depositare prima o contestualmente alla sottoscrizione del contratto di appalto in caso di aggiudicazione, i relativi contratti a comprova dell’esistenza di un rapporto, unitamente all’eventuale contratto sottoscritto in relazione alle prestazioni previste dal bando, così come previsto dall’art.105 DLgs 50/2016 c.3 c-bis).

QUESITO 24

Relativamente al quesito c), al fine di rendere più precisa e puntuale la proposta del concorrente, potreste cortesemente indicare, analiticamente, quali soggetti dovranno avere accesso allo strumento informatico per la gestione dei sinistri? Potreste altresì confermare che l’interfacciabilità (informatica) tra il sistema proposto dal concorrente e quelli utilizzati da detti soggetti, non avrà peso ai fini dell’attribuzione dei punteggi, stante il fatto che il concorrente non conosce le caratteristiche tecniche dei sistemi informatici di detti soggetti.

RISPOSTA

Il soggetto che dovrà avere accesso allo strumento informatico per la gestione dei sinistri è esclusivamente l’Ufficio Centrale Sinistri del CNN e i soggetti da questo delegati o incaricati. Si conferma che le tematiche relative all’interfacciabilità informatica connesse alle caratteristiche (non note) dei diversi sistemi non saranno oggetto di valutazione.

QUESITO 25

Con riferimento al “Modulo OT - Accettazione Capitolato e Criteri di Valutazione Offerta Tecnica”, punto 3) OFFERTA TECNICA (proposta di varianti): MAX  30 PUNTI- VARIANTI - N. variante 2 - Variante migliorativa:

•    qualora il concorrente offrisse l’estensione barrando l’apposita casella “SI”: sarebbe obbligato a fornire la garanzia:” copertura assicurativa per le richieste di risarcimento presentate per la prima volta entro i dieci anni successivi la scadenza della polizza e che siano riferite a fatti generatori della responsabilità verificatisi nel periodo di operatività della copertura, come previsto dalla Legge sulla Concorrenza n. 124 del 4 agosto 2017 art. 1 par. 26. Tale estensione sarà operante a condizione che l'assicurato sia ancora in attività e che al momento di tale richiesta di risarcimento non siano in essere coperture assicurative collettive o individuali per il medesimo rischio”?

•    Ed in caso affermativo, il concorrente potrà fissare un premio pro capite, a proprio insindacabile giudizio, per i soggetti che richiederanno tale estensione di garanzia? Oppure, sempre in caso di risposta affermativa, il concorrente sarà obbligato a prestare la garanzia a tutti i soggetti che ne facessero richiesta, senza la possibilità di richiedere un premio aggiuntivo pro capite?

•    Infine una delle condizioni di operatività di questa garanzia è che “Al momento di tale richiesta di risarcimento non siano in essere coperture assicurative collettive o individuali per il medesimo rischio”: questa condizione si riferisce ad una situazione generale di mercato o alla situazione specifica (soggettiva) dell’assicurato.

RISPOSTA

Con riferimento alla Variante 2 si precisa che, nel caso in cui il concorrente offra l’estensione, non sarà possibile richiedere un premio aggiuntivo per la garanzia, che sarà quindi valida per tutti gli Assicurati, senza che ne debba essere fatta specifica richiesta, a condizione che sia soddisfatta la condizioni prevista, che si riporta per comodità:   “tale estensione sarà operante a condizione che l'assicurato sia ancora in attività e che al momento di tale richiesta di risarcimento non siano in essere coperture assicurative collettive o individuali per il medesimo rischio”. Questa condizione si riferisce alla situazione specifica (oggettiva) dell’Assicurato.