Diventare notaio

    Il percorso per diventare notaio si articola in tre tappe: la laurea in giurisprudenza, la pratica in uno studio notarile per 18 mesi (con la possibilità di anticipare 6 mesi già nell’ultimo anno di università) e il concorso pubblico gestito dal Ministero della Giustizia. Si può partecipare al concorso fino a un massimo di tre volte. Ai candidati vincitori, il Ministero della Giustizia assegna una sede in base alla graduatoria raggiunta e presso la quale il neo notaio è obbligato ad aprire un ufficio entro 3 mesi. Diversamente da quanto spesso si afferma, la funzione notarile dunque non si trasmette ai figli e ne è prova che l’82.5% dei notai non è figlio di notaio.