Si precisa che nella ricerca effettuata sui files PDF non vengono presi in considerazione i caratteri speciali. Per esempio:
' , ; . : _ - ? ! # @ * [ ] + ^ " / \ > < | ° § ! & ( ) { }

Ufficio Studi

Consulta l'archivio degli studi elaborati dalle Commissioni di studio, approvati dal Consiglio Nazionale del Notariato e ritenuti di interesse generale.

673results
  • Studio n. 276-2015/I - Apporti in natura nelle società di capitali e relazione giurata di stima - di Jacopo Sodi

    Sommario: 1. Introduzione. 2. Gli apporti a patrimonio e la loro distinzione dai conferimenti e dai finanziamenti dei soci. 3. Tratti identificativi degli apporti a patrimonio. 4. La relazione giurata di stima in caso di apporti in natura: alcune prime considerazioni. 5. Ulteriori ragioni della tesi che non richiede la predisposizione della relazione giurata di stima. 6.Tentativo di ricostruzione della disciplina degli apporti in natura in relazione alla eventuale necessità della perizia giurata di stima.

  • Studio n. 38-2016/C - Il leasing immobiliare abitativo: prime osservazioni - di Antonio Musto, Luisa Piccolo e Federica Tresca

    Sommario: PRIMA PARTE: INQUADRAMENTO DELLA FATTISPECIE. Introduzione. 1. La definizione di contratto di locazione finanziaria di immobile da adibire ad abitazione principale: l’individuazione del “tipo” negoziale. 1.1. Segue…: Il leasing di godimento e leasing traslativo: l’orientamento della giurisprudenza di legittimità. 1.2. Segue…: Il leasing abitativo: un nuovo tipo? SECONDA PARTE: PROFILI FISIOLOGICI. 1. I soggetti. 2. L’oggetto. 3. La causa. 4. La struttura. 4.1. Segue…: leasing su costruito. 4.2. Segue…: leasing in construendo. 5. La scansione logico-temporale del contratto di leasing e del contratto di compravendita/appalto. 6. La forma e il contenuto. 7. La trascrizione. 8. La cessione del contratto di leasing. 9. La traslazione dei rischi. TERZA PARTE: QUESTIONI PATOLOGICHE. 1. La risoluzione. 2. La trasparenza e la pubblicità nella ricollocazione del bene conseguente alla risoluzione per inadempimento dell’utilizzatore 3. Il rilascio dell’immobile oggetto del contratto di locazione finanziaria e l’applicabilità del procedimento per convalida di sfratto. 3.1. Il possibile riconoscimento del valore di titolo esecutivo per l’esecuzione in forma specifica per rilascio all’atto pubblico di leasing e di compravendita. 4. L’esclusione della revocatoria fallimentare dei pagamenti effettuati dalla società di leasing al venditore. CONCLUSIONI: prerogative dell’atto pubblico con il quale si stipuli, in un’unica unità documentale, il contratto di leasing e il contratto di compravendita/appalto.

  • Studio n. 4-2016/T - Novità nella Legge di Stabilità 2016 per la tassazione del leasing finanziario abitativo - di Annarita Lomonaco

    Sommario: 1. Il quadro normativo; 2. La detrazione Irpef a favore dell’utilizzatore; 3. L’imposizione indiretta dell’acquisto di immobile abitativo mediante leasing finanziario; 3.1 La disciplina di cui alla nota II-bis; 3.2 La base imponibile; 3.3 L’acquisto dall'impresa costruttrice (o ristrutturatrice); 3.4 Il credito di imposta per l’acquisto della ‘prima casa’; 3.5 Il riscatto da parte dell’utilizzatore; 4. La tassazione delle cessioni dei contratti di leasing da parte dell’utilizzatore.

  • Studio n. 20-2016/T - Art. 1, commi 115-120, Legge di Stabilità 2016: assegnazioni/cessioni di beni ai soci e trasformazione in società semplice - di Francesco Raponi

    Sommario: 1. Caratteri generali; 2. Soggetti interessati; 3. Area di applicazione; 4. Beni oggetto della agevolazione; 5. Profilo temporale; 5.1) Termine massimo; 5.2) Verifica del requisito relativo alla natura dei beni; 5.3) Società interessate – compagine sociale; 5.4) Soci; 5.5) Profilo temporale quadro di sintesi; 6. Agevolazioni relative ai beni immobili caratteri generali: imposte indirette; a) Agevolazioni Imposta di registro; a1) Aliquote; a2) Base imponibile – registro – nelle assegnazioni; a3) Base imponibile – registro - nelle cessioni; a4) Quadro di sintesi – base imponibile – imposta di registro; b) Agevolazioni in materia di Iva; b1) Base imponibile nelle trasformazione in società semplice; c) Agevolazioni imposte ipotecarie e catastali; 7. Agevolazioni relative ai beni immobili caratteri generali: Imposte dirette; 7.1) Società assegnante/cedente o trasformanda; 7.2) Socio assegnatario; 8. Estromissione dei beni dal regime d’impresa; Conclusioni.

  • Studio n. 151-2015/T - L’abuso del diritto o elusione in materia tributaria: prime note nella prospettiva della funzione notarile - di Valeria Mastroiacovo

    Sommario: 1. Una riforma finalizzata alla certezza del diritto; 1.1 (segue) per superare l’Incertezza derivante dall’oscillante giurisprudenza e dall’agire degli Uffici fiscali; 1.2 La “quadratura del cerchio” e la circolarità della disposizione adottata; 2. Valenza generale e unificante della nuova disciplina; 2.1 Ambito dell’art. 20 del testo unico dell’imposta di registro all’esito della riforma; 2.2 Precisazione sull’ambito oggettivo della riforma; 3. Residualità della nozione di abuso del diritto; 3.1 (segue) e presupposti specifici di applicazione; 3.1.1 assenza di sostanza economica; 3.1.2 Vantaggio fiscale indebito; 3.1.3 essenzialità del vantaggio indebito; 4. Effetto dell'inopponibilità all'amministrazione finanziaria; 5. Garanzie procedimentali del contribuente e requisiti disposti a pena di nullità dell'atto impositivo; 6. Considerazioni in merito al ruolo del notaio avuto riguardo alla nuova disciplina dell'abuso del diritto.

  • Studio n. 5-2016/T - Novità in tema di condizioni per gli acquisti della “prima casa di abitazione” nella Legge di Stabilità 2016 - di Annarita Lomonaco

    Sommario: 1. La novità normativa; 2. La condizione dell’alienazione entro l’anno; 3. L’applicabilità delle disposizioni di cui alla nota II-bis; 3.1 I requisiti oggettivi dell’abitazione; 3.2. Le condizioni di cui al comma 1; 3.3. Le pertinenze; 3.4 La decadenza; 4. L’acquisto dall'impresa costruttrice (o ristrutturatrice); 5. Il credito di imposta per l’acquisto della ‘prima casa’; 6. L’aliquota dell’imposta sostitutiva per i finanziamenti bancari a medio/lungo termine; 7. Gli acquisti per successione e donazione della ‘prima casa’; 8. Conclusioni.

  • Studio n. 5-2016/T - Novità in tema di condizioni per gli acquisti della “prima casa di abitazione” nella Legge di Stabilità 2016 - di Annarita Lomonaco

    Sommario: 1. La novità normativa; 2. La condizione dell’alienazione entro l’anno; 3. L’applicabilità delle disposizioni di cui alla nota II-bis; 3.1 I requisiti oggettivi dell’abitazione; 3.2. Le condizioni di cui al comma 1; 3.3. Le pertinenze; 3.4 La decadenza; 4. L’acquisto dall'impresa costruttrice (o ristrutturatrice); 5. Il credito di imposta per l’acquisto della ‘prima casa’; 6. L’aliquota dell’imposta sostitutiva per i finanziamenti bancari a medio/lungo termine; 7. Gli acquisti per successione e donazione della ‘prima casa’; 8. Conclusioni.