Impresa

Come costituire una società? Quale tipologia risponde meglio alle proprie esigenze e agli scopi da raggiungere? È consigliabile rivolgersi per tempo al notaio per programmare la nascita e la vita di un’impresa. Leggi la sezione per saperne di più.

Casa

L’acquisto di una casa è certamente una delle operazioni economiche più importanti nella vita di una persona e il notaio per legge tutela acquirente e venditore. Visita la sezione per capire quali sono i passaggi da seguire prima del rogito e acquistare un immobile in totale sicurezza.

Famiglia

Famiglia e rapporti di parentela; donazioni e successioni; come tutelarsi in caso di convivenza o modificare il regime patrimoniale del matrimonio. Approfondisci tutto quello che c’è da sapere nella sezione e scopri come il notaio può aiutarti.

nazionaleLista News

On-line un nuovo studio del Notariato - Art. 585 III comma c.p.c. tra riforma normativa ed esigenze operative

Tutti i lavori approvati dal Consiglio Nazionale del Notariato sono consultabili nella sezione TROVA STUDIO.

Art. 585 III co. c.p.c. tra riforma normativa ed esigenze operative - Studio n. 29-2018/E

L’art. 585 III co. c.p.c. nasce da esigenze ben specifiche: a) la necessità di evitare, per l’aggiudicatario, di dover ricorrere al pre-finaziamento senza garanzie, ma con oneri economici molto più alti rispetto al mutuo, a seguito del tendenziale ritardo nell’emissione dei decreti di trasferimento che avrebbe consentito l’iscrizione ipotecaria a garanzia del finanziamento stesso; b) la necessità di evitare la contestualità, tra emissione del decreto, erogazione del mutuo e concessione di ipoteca, che avrebbe richiesto il coordinamento di troppi soggetti tra cui il giudice dell’esecuzione. Gli autori e gli studi da cui ha avuto origine l’idea dell’art. 585 III co. c.p.c. partivano dai concetti di “mutuo di scopo” e “ipoteca su bene altrui”; nessuno dei due concetti giuridici sono stati trasposti nella lettera della norma. Nello studio si precisano i seguenti elementi caratterizzanti che in qualche modo limitano l’applicabilità estensiva della norma la quale:  a) è rivolta ai procedimenti liquidativi; b) è rivolta ai  procedimenti liquidativi che abbiano ad oggetto beni immobili; c) richiede l’esistenza di un provvedimento giudiziario di purgazione dei gravami; d) richiede un pagamento diretto da parte del soggetto che eroga il finanziamento al conto della procedura; e) richiede che l’ipoteca a garanzia del finanziamento sia iscritta sull’immobile oggetto di aggiudicazione; f) richiede necessariamente che  gli estremi del contratto di finanziamento siano indicati nel decreto di trasferimento. Il potere di “conservazione dell’aggiudicazione” previsto dall’art. 187 bis disp. att. c.p.c. si applica a buona parte dei casi in cui vi sia una conclusione patologica della procedura di vendita, salvando, quindi, il finanziamento ex art. 585 III co. c.p.c., con conseguenziale intangibilità dell’aggiudicazione e del trasferimento; restano, probabilmente, fuori la revoca dell’ordinanza di vendita o dell’aggiudicazione (sia autodisposta che a seguito di impugnazione), i casi di nullità che fuoriescano dall’applicazione dell’art. 2929 c.c., i casi di accoglimento dell’impugnazione del decreto di trasferimento. Nello studio, inoltre, si afferma la sostanziale applicabilità estensiva della norma in esame alle procedure di liquidazione endoconcorsuale, mentre si prospettano maggiori dubbi sull’estensione della stessa alle liquidazioni coatte amministrative.