Consulta l'archivio degli studi elaborati dalle Commissioni di studio, approvati dal Consiglio Nazionale del Notariato e ritenuti di interesse generale.

RSS

791
Studi presenti in archivio

CERCA

Studio n. 102-2020/T – Il contratto di costituzione di comunione e masse plurime: riflessioni in ambito fiscale

Autore:

Adriano Pischetola

18/12/2020

SOMMARIO: 1. Premessa. 2. Le radici “storiche” del fenomeno delle massse plurime. 3. In particolare il cd. negozio preunificatorio delle “masse plurime”. 4. Le ricadute qualificatorie sul trattamento fiscale.

Studio n. 17-2020/T – Esenzione dall’imposta sulle successioni e donazioni – Art. 3, comma 4-ter, D.Lgs. n. 346/1990: casi e questioni di interesse notarile

Autore:

Debora Fasano

07/12/2020

SOMMARIO: Premessa; 1. Inquadramento e ratio della normativa; 2. Trasferimenti attuati mediante il patto di famiglia; 3. Principali casi e questioni interpretative; 3.1. Presupposto soggettivo: i beneficiari dell’esenzione; 3.2. Presupposto oggettivo: il trasferimento di azienda e partecipazioni sociali; 3.2.1. Trasferimento di azienda o di un suo ramo; 3.2.2. Trasferimento di partecipazioni sociali; 3.2.2.1. Trasferimento di partecipazioni in società non residenti; 3.2.2.2. Trasferimento di partecipazioni in società di persone; 3.2.2.2.1 Segue: Tipi di società personali; 3.2.2.3. Trasferimento di partecipazioni in società di capitali; 3.2.2.3.1. Integrazione del controllo; 3.2.2.3.2. Rilevanza del cd. “controllo indiretto”; 3.2.2.3.3. Partecipazione di controllo frazionata tra più beneficiari; 3.2.2.3.4. Partecipazione di controllo detenuta in comproprietà; 3.2.2.3.5. La casistica: le risposte dell’Ufficio Studi del Notariato; 4. Condizioni per l’applicabilità dell’esenzione; 4.1. Presupposto temporale della “prosecuzione dell’attività di impresa”; 4.1.1. Conferimento dell’azienda in società e vicende “straordinarie”; 4.1.2. L’alienazione dell’azienda o di singoli suoi rami; 4.1.3. La casistica: le risposte dell’Ufficio Studi del Notariato; 4.2. Presupposto temporale della “detenzione del controllo”; 4.2.1. Cessione dell’intera quota di partecipazione o di parte di essa; 4.2.2. Conferimento della quota di partecipazione; 4.2.3. Divisione della quota di partecipazione; 4.2.4. Trasformazione, fusione e scissione della società partecipata; 4.2.5. Aumento di capitale della società partecipata; 5. Dichiarazione; 5.1. La casistica: le risposte dell’Ufficio Studi del Notariato; 6. Decadenza.

Studio n. 157-2020/A – Verso una più libera circolazione degli atti stranieri alla luce del Regolamento U.E. 2016/1191: nuovi casi di esenzione dall’obbligo della Legalizzazione ed Apostille

Autore:

Valentina Pappa Monteforte

04/12/2020

Nel sistema delle fonti sempre più spazio è riservato alle norme di derivazione comunitaria. Le presenti riflessioni si propongono di illustrare brevemente le modifiche introdotte dal Regolamento U.E. 2016/1191 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 6 luglio 2016, orientate verso una più agevole circolazione fra Paesi membri di taluni documenti. (…)

Studio 2Bis-2020/B – L’identificazione non in presenza fisica nel contrasto al riciclaggio ed al terrorismo internazionale dopo il D.L. “Semplificazioni” n. 76/2020 convertito con legge n. 120/2020

Autore:

Gea Arcella, Laura Piffaretti e Michele Manente

18/11/2020

SOMMARIO: A – Il documento GAFI; B – Cenni sull’identificazione e sull’identità digitale; C – La legislazione italiana sull’identificazione a distanza in ambito AR; D – Gli strumenti di identificazione a distanza; E – Identificazione a distanza di cliente ed esecutore; F – Le modalità di colloquio con il cliente e l’interazione con un operatore che supervisioni l’identificazione/verifica dell’identità del cliente collegato in remoto; G – Il problema della sottoscrizione delle dichiarazioni ex art. 22; Conclusioni.

Studio n. 128-2020/I – Trasformazione, fusione e scissione degli enti esercenti imprese sociali

Autore:

Federico Magliulo

11/11/2020

SOMMARIO: 1. Le operazioni straordinarie nel contesto della riforma della disciplina dell’impresa sociale – 2. Il carattere polimorfico dell’impresa sociale – 3. La disciplina codicistica delle operazioni straordinarie delle imprese sociali – 4. Il limite della compatibilità all’applicazione delle norme codicistiche: il problema dell’opposizione dei creditori nella trasformazione causalmente omogenea – 5. Il regime autorizzatorio delle operazioni straordinarie delle imprese sociali – 6. La necessità dell’autorizzazione ministeriale indipendentemente dalla natura di impresa sociale esercitata dall’ente risultante dall’operazione – 7. La salvezza delle regole civilistiche delle cooperative – 8. Gli effetti della mancanza dell’autorizzazione ministeriale – 9. La perdita volontaria della qualifica di impresa sociale e la sua incidenza sulla possibilità di porre in essere operazioni straordinarie – 9.1. La devoluzione patrimoniale – 9.2. Le operazioni straordinarie delle imprese sociali dalle quali risulti un ente del Terzo settore non avente la qualifica di impresa sociale – 10. La situazione patrimoniale – 10.1. Generalità – 10.2. La data di aggiornamento della situazione patrimoniale – 10.3. La necessità della situazione patrimoniale anche in caso di trasformazione non soggetta all’applicazione dell’art. 42-bis c.c. – 10.4. La sostituzione della situazione patrimoniale con l’ultimo bilancio di esercizio – 10.5. Il supplemento di informativa – 10.6. Contenuto e struttura della situazione patrimoniale – 11. La relazione dell’organo amministrativo – 12. Irrinunziabilità della situazione patrimoniale e della relazione dell’organo amministrativo – 13. Il deposito della situazione patrimoniale e della relazione dell’organo amministrativo – 14. L’applicazione del procedimento autorizzatorio agli enti religiosi civilmente riconosciuti – 14.1. Le speciali regole prescritte per gli enti religiosi civilmente riconosciuti – 14.2. La disciplina del procedimento di trasformazione, fusione e scissione degli enti religiosi civilmente riconosciuti – 14.2.1. La speciale natura degli enti religiosi – 14.2.2. La tendenziale applicabilità delle norme del codice civile in materia di operazioni straordinarie – 14.2.3. La situazione patrimoniale – 14.2.4. La relazione dell’organo amministrativo – 14.2.5. L’autorizzazione ministeriale – 15. La pubblicità delle operazioni straordinarie delle imprese sociali ed il regime tutorio delle associazioni riconosciute e delle fondazioni – 16. La pubblicità delle operazioni straordinarie degli enti religiosi civilmente riconosciuti.

Studio n. 1-2020/DI – Il sistema pubblico di identità digitale

Autore:

Giuseppe Levante

28/10/2020

Sommario: 1) Generalità. 2) Operatori e livelli di sicurezza. 3) Il concetto di Identità Digitale 4) Storia e percorso di attuazione. 5) Verso una gestione accentrata? 6) Le vicende inerenti al rilascio delle identità digitali. 7) SPID professionale. 8) SPID come mezzo di comunicazione per il cittadino e la Pubblica Amministrazione: il c.d. “domicilio digitale”. 9) Rapporti tra SPID, Carta Nazionale dei Servizi e Carta di identità Elettronica. 10) SPID come mezzo di identificazione nella nuova “S.R.L. online”. 11) Conclusioni.

Studio n. 83-2018/P – La nuova agibilità e la modulazione delle clausole contrattuali

Autore:

Giuseppe Trapani

28/07/2020

Sommario: 1. Introduzione 2. Le nuove regole in materia di agibilità. 3. L’incidenza della mancanza di agibilità sulla circolazione immobiliare. 4. Il ruolo del notaio.

Studio n. 84-2018/P – Le menzioni edilizie ed urbanistiche in tema di circolazione di fabbricati

Autore:

Giuseppe Trapani

21/07/2020

SOMMARIO: 1. Introduzione. 2. Il dibattito tra la tesi formale e sostanziale. 3. La sentenza delle Sezioni Unite della Cassazione n.8230 del 22 marzo 2019. 4. La mancanza o la difettosa dichiarazione in ordine all’anteriorità del fabbricato al 1 settembre 1967. 5. La menzione obbligatoria del titolo primario. 6. I casi di menzione obbligatoria del titolo secondario. 7. Le menzioni non obbligatorie. 8. I condoni edilizi e la circolazione immobiliare. 9. Il difetto di riferibilità del titolo edilizio. 10. La tipicità della conferma. 11. La tesi formale temperata e il ruolo del notaio.