Impresa

Come costituire una società? Quale tipologia risponde meglio alle proprie esigenze e agli scopi da raggiungere? È consigliabile rivolgersi per tempo al notaio per programmare la nascita e la vita di un’impresa. Leggi la sezione per saperne di più.

Casa

L’acquisto di una casa è certamente una delle operazioni economiche più importanti nella vita di una persona e il notaio per legge tutela acquirente e venditore. Visita la sezione per capire quali sono i passaggi da seguire prima del rogito e acquistare un immobile in totale sicurezza.

Famiglia

Famiglia e rapporti di parentela; donazioni e successioni; come tutelarsi in caso di convivenza o modificare il regime patrimoniale del matrimonio. Approfondisci tutto quello che c’è da sapere nella sezione e scopri come il notaio può aiutarti.

nazionaleLista News

Emanati il regolamento ministeriale e le disposizioni di vigilanza per gli intermediari finanziari del TUB

Sono stati recentemente emanati i seguenti provvedimenti in materia di intermediari finanziari di cui al Titolo V del testo unico Bancario - artt. 106 ss. del D.lgs. 1°settembre 1993, n. 385:

- D.M. 2 aprile 2015, n. 53, emanato dal Ministero dell'economia e delle finanze - Regolamento recante norme in materia di intermediari finanziari in attuazione degli articoli 106, comma 3, 112, comma 3, e 114 del decreto legislativo 1° settembre 1993, n. 385, nonché dell'articolo 7-ter, comma 1-bis, della legge 30 aprile 1999, n. 130, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale 8 maggio 2015, n. 105;

- Disposizioni di vigilanza per gli intermediari finanziari - Circolare n. 288 del 3 aprile 2015, pubblicata nel Bollettino di vigilanza della Banca d’Italia n. 5, maggio 2015.

Il regolamento entra in vigore secondo la disciplina ordinaria, dunque il 23 maggio 2015.

Le Disposizioni di vigilanza entrano in vigore il 60° giorno successivo alla pubblicazione sul sito della Banca d’Italia, dunque l’11 luglio 2015, essendo avvenuta la pubblicazione il 12 maggio.

Entrambi i provvedimenti rappresentano la disciplina di attuazione delle novità introdotte con il D.lgs. 13 agosto 2010, n. 141 (successivamente modificato e integrato dai D.lgs. 14 dicembre 2010, n. 218 e D.lgs. 19 settembre 2012, n. 169), lungamente attesa. Le disposizioni di vigilanza sono state emanate dopo due procedure di consultazione pubblica.

Il D.M. 53/2015 abroga e sostituisce il D.M. 17 febbraio 2009, n. 29, di cui riproduce in gran parte il contenuto; alcune delle previsioni inizialmente contenute nel D.M. 29/2009 risultano, però, non riprodotte nel nuovo D.M. 53/2015, perché contenute nelle nuove Disposizioni di vigilanza (come, ad esempio, la disciplina delle attività strumentali e connesse, le modalità di iscrizione e tenuta degli elenchi, etc.).