Impresa

Come costituire una società? Quale tipologia risponde meglio alle proprie esigenze e agli scopi da raggiungere? È consigliabile rivolgersi per tempo al notaio per programmare la nascita e la vita di un’impresa. Leggi la sezione per saperne di più.

Casa

L’acquisto di una casa è certamente una delle operazioni economiche più importanti nella vita di una persona e il notaio per legge tutela acquirente e venditore. Visita la sezione per capire quali sono i passaggi da seguire prima del rogito e acquistare un immobile in totale sicurezza.

Famiglia

Famiglia e rapporti di parentela; donazioni e successioni; come tutelarsi in caso di convivenza o modificare il regime patrimoniale del matrimonio. Approfondisci tutto quello che c’è da sapere nella sezione e scopri come il notaio può aiutarti.

You are here

nazionaleLista News

Relazione del Consiglio Nazionale del Notariato in ottemperanza all’art. 11, comma 4-bis, del decreto legislativo n. 231/2007

In ottemperanza a quanto previsto dall’art. 11, comma 4-bis, del decreto legislativo n. 231/2007, lo scrivente Consiglio Nazionale del Notariato (d’ora in avanti solo CNN) pubblica la “relazione annuale”, contenente i seguenti dati e informazioni, nell’ordine indicato dalla summenzionata norma.

a) In relazione al “numero dei decreti sanzionatori e delle altre misure sanzionatorie, suddivisi per tipologia di infrazione, adottati dalle competenti autorità, nei confronti dei rispettivi iscritti, nell'anno solare precedente”, si fa presente che, in data 17 gennaio 2020, prot. n. 480/2020, il CNN, in qualità di organismo di autoregolamentazione, ha inviato alla Direzione V, Prevenzione utilizzo sistema finanziario per fini illegali del MEF, la richiesta avente a oggetto il numero dei decreti sanzionatori emessi nell’anno 2019 nei confronti dei propri iscritti. Si precisa che, a oggi, sono pervenuti solo cinque decreti sanzionatori, relativi a i mesi di gennaio e febbraio 2021.

b) In ordine al “numero di segnalazioni di operazioni sospette ricevute dall'organismo di autoregolamentazione, per il successivo inoltro alla UIF, ai sensi del comma 4”, si fa presente che il CNN, nel periodo ricompreso tra aprile 2020 e marzo 2021, ha ricevuto dai propri iscritti, attraverso il proprio sistema di ricezione e inoltro delle SOS, un numero complessivo di 3.569 segnalazioni di operazioni sospette, di cui 133 scartate e 3.436 accolte dall’UIF.

c) In relazione al “numero e la tipologia di misure disciplinari, adottate nei confronti dei rispettivi iscritti ai sensi del comma 3 e dell'articolo 66, comma 1, a fronte di violazioni gravi, ripetute, sistematiche ovvero plurime degli obblighi stabiliti dal presente decreto in materia di controlli interni, di adeguata verifica della clientela, di conservazione e di segnalazione di operazioni sospette”, il CNN, dopo aver interpellato i Consigli notarili distrettuali, al fine di ricevere ulteriore riscontro in ordine a eventuali provvedimenti disciplinari irrogati agli iscritti, fa presente che, nell’ultimo anno, non risultano adottate misure nei confronti dei notai.

nazionaleLista News

Relazione del Consiglio Nazionale del Notariato in ottemperanza all’art. 11, comma 4-bis, del decreto legislativo n. 231/2007

In ottemperanza a quanto previsto dall’art. 11, comma 4-bis, del decreto legislativo n. 231/2007, lo scrivente Consiglio Nazionale del Notariato (d’ora in avanti solo CNN) pubblica la “relazione annuale”, contenente i seguenti dati e informazioni, nell’ordine indicato dalla summenzionata norma.

a)    In relazione al “numero dei decreti sanzionatori e delle altre misure sanzionatorie, suddivisi per tipologia di infrazione, adottati dalle competenti autorità, nei confronti dei rispettivi iscritti, nell'anno solare precedente”, si fa presente che, in data 17 gennaio 2020, prot. n. 480/2020, il CNN, in qualità di organismo di autoregolamentazione, ha inviato alla Direzione V, Prevenzione utilizzo sistema finanziario per fini illegali del MEF, la richiesta avente a oggetto il numero dei decreti sanzionatori emessi nell’anno 2019 nei confronti dei propri iscritti. Si precisa che, a oggi, si è in attesa di riscontro da parte dalla Direzione V del MEF.

b)    In ordine al “numero di segnalazioni di operazioni sospette ricevute dall'organismo di autoregolamentazione, per il successivo inoltro alla UIF, ai sensi del comma 4”, si fa presente che il CNN, nel periodo ricompreso tra aprile 2019 e marzo 2020, ha ricevuto dai propri iscritti, attraverso il proprio sistema di ricezione e inoltro delle SOS, un numero complessivo di 4.686 segnalazioni di operazioni sospette, di cui 191 scartate e 4.495 accolte dall’UIF.

c)    In relazione al “numero e la tipologia di misure disciplinari, adottate nei confronti dei rispettivi iscritti ai sensi del comma 3 e dell'articolo 66, comma 1, a fronte di violazioni gravi, ripetute, sistematiche ovvero plurime degli obblighi stabiliti dal presente decreto in materia di controlli interni, di adeguata verifica della clientela, di conservazione e di segnalazione di operazioni sospette”, il CNN, dopo aver interpellato i Consigli notarili distrettuali, al fine di ricevere ulteriore riscontro in ordine a eventuali provvedimenti disciplinari irrogati agli iscritti, fa presente che, nell’ultimo anno, non risultano adottate misure nei confronti dei notai.

nazionaleLista News

Rapporto UNODC delle Nazioni Unite: Notariato istituzione cardine per la lotta a corruzione e riciclaggio

E’ stato pubblicato ieri sul sito UNODC delle Nazioni Unite l’ultimo rapporto relativo all’aderenza dell’ordinamento nazionale italiano a quanto stabilito dalla Convenzione contro la corruzione per il quinquennio 2016 – 2021, da cui emerge che l’Italia soddisfa pienamente i requisiti previsti in materia di anticorruzione e antiriciclaggio.

I notai ed il Consiglio Nazionale del Notariato sono espressamente menzionati quale presidio di legalità nelle transazioni giuridiche e nel controllo antiriciclaggio: nello specifico, è stato manifestato particolare apprezzamento per la funzione preventiva e di controllo esercitata dai notai, per l’attività di segnalazione delle operazioni sospette e per l’efficacia delle linee guida per il contrasto al fenomeno di cui la categoria si è dotata. Per la prima volta, infatti, il Notariato è stato ufficialmente inserito tra le istituzioni cardine per la lotta alla corruzione e al riciclaggio.

Il rapporto sottolinea inoltre come il Notariato contribuisca, attraverso la progressiva digitalizzazione della categoria, alla semplificazione delle procedure, migliorando così gli standard di trasparenza e l’efficacia dell’azione preventiva.

territorialeLista News

Prevenzione e lotta alla criminalità organizzata. Il Notariato interviene al Convegno pubblico di Padova "Economia delle mafie e territorio", organizzato da Carabinieri e Università

Si terrà domani 15 maggio, alle ore 10:00, a Padova, presso l’Aula Magna di Palazzo del Bo, il Convegno "Economia delle mafie e territorio", organizzato da Carabinieri e Università di Padova, per affrontare il tema della presenza delle organizzazioni di tipo mafioso in una prospettiva multidisciplinare, mettendo a confronto forze dell’ordine, magistratura, studiosi, operatori economici e ordini professionali.

Negli ultimi mesi il Veneto è stato infatti interessato da numerose operazioni di polizia giudiziaria contro organizzazioni criminali di tipo mafioso, evidenziando come la criminalità organizzata sia diffusa e radicata nel tessuto economico e sociale.

L’evento prevede l’intervento di autorità ed esperti che affronteranno il tema nei diversi risvolti: dalla presenza sul territorio della mafia alla criminalità organizzata nel Veneto, agli effetti economici del radicamento della criminalità nel Centro-Nord Italia, alla funzione del notaio e alla normativa antiriciclaggio, a come sviluppare economia e territori nella legalità, fino al ruolo strategico dell’imprenditore.

Durante il Convegno il Consigliere Nazionale del Notariato Edoardo Bernini, delegato al settore Antiriciclaggio, illustrerà la funzione del notaio come contributo al contrasto della criminalità e la normativa antiriciclaggio.

Nel corso dell'incontro interverranno inoltre - dopo i saluti del Rettore dell’Università di Padova Rosario Rizzuto, del Comandante Interregionale Carabinieri “Vittorio Veneto” Gen di C.A. Enzo Bernardini, del Procuratore Generale della Repubblica presso la Corte d’Appello di Venezia dott. Antonio Mura, nonché dell’Assessore a lavori pubblici, infrastrutture e trasporti, dottoressa Elisa De Berti – Antonio Parbonetti, Prorettore dell’Università di Padova; Bruno Cherchi, Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Venezia; il Generale Giuseppe La Gala, comandante della Legione Carabinieri “Veneto”; Valeria Giancola, delegata alle funzioni giudiziarie del Consiglio Nazionale Dottori Commercialisti ed esperti contabili; Paolo Cavalletto, Consigliere incaricato Legalità ed etica di Confindustria Veneto; Carlo Valerio, Presidente Confapi Padova e la psicologa Sara Zoppellaro.

La partecipazione è libera, ma è necessaria la prenotazione, compilando online  il seguente form: https://www.unipd.it/form-economia-mafie-territorio.

nazionaleLista News

"Notariato e antiriciclaggio, attualità e prospettive. Regole tecniche, mappatura del rischio e recepimento della V direttiva"

Si terrà venerdì 30 novembre a Firenze, dalle ore 9.30 alle ore 18.00, presso l’Aula Magna Auditorium Cosimo Ridolfi di Banca CR (via Carlo Magno, 7) il convegno: “Notariato e antiriciclaggio, attualità e prospettive. Regole tecniche, mappatura del rischio e recepimento della V direttiva”, organizzato dalla Fondazione Italiana del Notariato in collaborazione con Consiglio Notarile di Firenze.

Al centro del dibattito le Regole Tecniche in tema di antiriciclaggio realizzate dal Consiglio Nazionale del Notariato, come strumento operativo di ausilio e di semplificazione, per i notai, nell’applicazione dei nuovi obblighi antiriciclaggio.

Si discuterà, inoltre, delle novità proposte dalla V Direttiva Europea - pubblicata nella G.U. UE a giugno 2018 - che andrà ad aggiornare il quadro normativo attuale.

ORE 9.30 - 13.30

Indirizzi di saluto VINCENZO GUNNELLA, Presidente Consiglio Notarile di Firenze

MASSIMO MIANI, Presidente Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili

Introduce i lavori SALVATORE LOMBARDO, Presidente Consiglio Nazionale del Notariato

Intervengono:

FEDERICO CAFIERO de RAHO, Procuratore Nazionale Antimafia

LAURA CASTELLI, Vice Ministro dell’Economia e delle Finanze

JACOPO MORRONE, Sottosegretario di Stato al Ministero della Giustizia

TRA IV E V DIRETTIVA - IL RUOLO DEL LEGISLATORE NAZIONALE

Illustrano ANDREA OSTELLARI, Presidente Commissione Giustizia, Senato della Repubblica

ALBERTO BAGNAI, Presidente Commissione Finanze, Senato della Repubblica

GIULIA SARTI, Presidente Commissione Giustizia, Camera dei Deputati

CARLA RUOCCO, Presidente Commissione Finanze, Camera dei Deputati

LA FUNZIONALITA’ DEL SISTEMA - DINAMICHE E PROSPETTIVE

Introduce e coordina i lavori MICHELE NASTRI, Consigliere Nazionale del Notariato con delega per l’Antiriciclaggio, Presidente Notartel

ROBERTO CICIANI, Dirigente Generale Direzione V Prevenzione dell’utilizzo del Sistema Finanziario per Fini Illegali, Ministero dell’Economia e delle Finanze

CLAUDIO CLEMENTE, Direttore Unità di Informazione finanziaria per l’Italia, Banca d’Italia

GIUSEPPE ARBORE, Capo III Reparto “Operazioni” Comando Generale, Guardia di Finanza

ORE 14.30 - 18.00

TAVOLA ROTONDA - COORDINAMENTO E FINALIZZAZIONI DELLE ATTIVITA’ ANTIRICICLAGGIO: CONFRONTO TRA GLI OPERATORI

Introduce e coordina i lavori MASSIMO PALAZZO, Consigliere Nazionale del Notariato con delega per l’Antiriciclaggio, Presidente Fondazione Italiana del Notariato

GIANFRANCO DONADIO, Sostituto Procuratore Antimafia

LUCA CRISCUOLO, Responsabile Unità di Informazione finanziaria per l’Italia, Banca d’Italia

FABIO CARNEVALI, Dirigente Ufficio VII, Direzione V Prevenzione dell’utilizzo del Sistema Finanziario per Fini Illegali, Ministero dell’Economia e delle Finanze

GIOVANNI PADULA, Comandante Nucleo Speciale Polizia Valutaria, Guardia di Finanza

VINCENZO GUNNELLA, Notaio in Firenze

TAVOLA ROTONDA - REGOLE TECNICHE E MAPPATURA DEL RISCHIO: ASPETTI OPERATIVI 

Introduce e coordina i lavori EDOARDO BERNINI, Consigliere Nazionale del Notariato con delega per l’Antiriciclaggio

GEA ARCELLA, Notaio in Tavagnacco

SARA CARIONI, Notaio in Fara Gera d’Adda 

CESARE LICINI, Notaio in Pesaro

MARCO KROGH, Notaio in Mugnano di Napoli

LAURA PIFFARETTI, Notaio in Lecco

Scarica il programma dall'Area Download

 

nazionaleLista News

Bitcoin con alert antiriciclaggio

L'acquisto di un immobile pagato in bitcoin "suggerisce" una segnalazione antiriciclaggio.

Il Notariato, con la risposta al quesito posto da un professionista, prende posizione sul delicato tema della definizione delle criptovalute e, soprattutto, su quello ancora più sensibile della tracciabilità dei pagamenti in bitcoin.

Il bitcoin non è emesso da una banca centrale, non è generalmente accettato come mezzo di pagamento, è "insicuro" dal momento che gli utenti non ricevono protezione e il valore può oscillare vertiginosamente anche in un arco temporale molto breve.

C'è poi il tema informatico: nell'ambiente virtuale l'"identificazione" è una mera verifica di credenziali, criticità che ai fini della normativa antiriciclaggio non è di poco conto, considerando poi che l'anonimato è la cifra intrinseca della stessa teconologia adottata, cioè il blockchain.

Nell'ambiente criptovalutario neppure l'autore del pagamento può identificare il destinatario nel gioco di incastro tra password pubblica e quella privata.

L'operazione in bitcoin proviene da un "conto", che l'acquirente dichiara essere proprio, ad un altro conto del quale, parimenti, il venditore asserisce la titolarità. Ma il tutto senza che possa esservi il benché minimo riscontro della veridicità di tali dichiarazioni.

A far propendere per il comportamento professionale prudenziale è, quindi, il sostanziale anonimato dell'operazione e l'effettiva impossibilità di identificare il beneficiario della transazione.

Per questi motivi, per il Consiglio Nazionale il pagamento in criptovalute va segnalato all'Unità di Informazione Finanziaria (UIF).

Per approfondire scarica il documento integrale dall'Area Download

nazionaleLista News

Antiriciclaggio: dai notai l’85% delle SOS dei professionisti - Pubblicati i quaderni dell’UIF relativi al primo semestre 2017

Aumentano le Segnalazioni di operazioni sospette dei notai nel primo semestre 2017. È quanto emerso dall’ultimo rapporto dell’Unità di Informazione Finanziaria (UIF), pubblicato lo scorso 29 settembre.

Nonostante la flessione generale delle SOS dovuta alle operazioni di voluntary disclosure, le segnalazioni dei notai sono state 1.893, circa l’85% circa sul totale delle segnalazioni effettuate dai professionisti.

Una percentuale del 3,8% del totale delle segnalazioni, a fronte del 3,3% (1.638 segnalazioni) del secondo semestre del 2016. I dati dimostrano ancora una volta l’importanza del Notariato italiano nel sistema di lotta ai fenomeni di riciclaggio e di finanziamento del terrorismo.

Il contributo dei notai si è mantenuto costante nonostante la flessione delle segnalazioni connesse alla procedura di regolarizzazione si è riflessa, in generale, sui livelli di partecipazione al sistema da parte dei professionisti - commercialisti, avvocati e studi associati o interprofessionali - che sono passati dalle 3.453 segnalazioni del primo semestre del 2016 alle 308 del primo semestre del 2017, diversamente.

L’Unità di Informazione Finanziaria evidenzia, inoltre, di aver ricevuto 49.239 segnalazioni di operazioni sospette, registrando un lieve decremento (-5,3 per cento) rispetto alle segnalazioni ricevute nel medesimo periodo dell’anno precedente. La leggera flessione – sottolinea l’UIF - è da ricondurre al minor numero di segnalazioni connesse ad operazioni di voluntary disclosure, passate da ben 13.621 unità nel primo semestre del 2016 a 3.806 nel primo semestre del 2017.

Al di là della peculiarità di tale dato, dal rapporto UIF si ricava il significativo aumento delle restanti segnalazioni di riciclaggio (circa 45.000, con un incremento del 18,1 per cento) e di quelle di sospetto finanziamento del terrorismo (475 a fronte delle 305 pervenute nello stesso periodo dell’anno precedente, con un aumento del 55,7 per cento).


BANCA D’ITALIA - UNITÀ DI INFORMAZIONE FINANZIARIA
Quaderni dell’antiriciclaggio
Dati statistici I semestre 2017
Numero di settembre 2017
http://uif.bancaditalia.it/pubblicazioni/quaderni/2017/quaderni-1-2017/quaderni_1_2017.pdf

Pages