Impresa

Come costituire una società? Quale tipologia risponde meglio alle proprie esigenze e agli scopi da raggiungere? È consigliabile rivolgersi per tempo al notaio per programmare la nascita e la vita di un’impresa. Leggi la sezione per saperne di più.

Casa

L’acquisto di una casa è certamente una delle operazioni economiche più importanti nella vita di una persona e il notaio per legge tutela acquirente e venditore. Visita la sezione per capire quali sono i passaggi da seguire prima del rogito e acquistare un immobile in totale sicurezza.

Famiglia

Famiglia e rapporti di parentela; donazioni e successioni; come tutelarsi in caso di convivenza o modificare il regime patrimoniale del matrimonio. Approfondisci tutto quello che c’è da sapere nella sezione e scopri come il notaio può aiutarti.

You are here

nazionaleLista News

Pubblicato il nuovo rapporto Dati Statistici Notarili (DSN) - Primo semestre 2019

Continua in Italia la ripresa del mercato immobiliare che nel primo semestre 2019 segna un + 5,91% che fa seguito al +10,72% registrato nel primo semestre 2018 rispetto al 2017. E’ quanto emerge dal nuovo Rapporto Dati Statistici Notarili (DSN)  pubblicato oggi sul sito www.notariato.it,  contenente i dati sulle compravendite di beni immobili per il primo semestre 2019. La rilevazione sull’attività notarile è stata condotta dal Consiglio Nazionale del Notariato, attraverso un’applicazione dedicata realizzata da Notartel, la società informatica del Notariato italiano, presso tutti i notai in esercizio.

+ 5,91% per le compravendite di fabbricati rispetto al 2018

Nel primo semestre 2019 le compravendite di fabbricati sono state 344.249 rispetto alle 325.047 del primo semestre 2018, corrispondente ad un aumento del 5,91%. Ben l’88,63% dei fabbricati abitativi è stata venduto da privati, con un incremento del 4,53% per le prime case e dell’8,68% per le seconde case, mentre dalle imprese costruttrici è stato venduto il restante 11,37% ma con una crescita rilevante +7.70% per le prime case, +6,12% per le seconde.

Le agevolazioni prima casa sono state chieste per il 60% degli acquisti: nel primo semestre 2019 su 254.806 fabbricati abitativi è stata chiesta l’agevolazione prima casa per 154.455, confermando il trend secondo cui oltre la metà degli immobili abitativi in Italia viene acquistata con le agevolazioni prima casa.

Quanto alle compravendite di fabbricati strumentali, gli scambi effettuati da imprese rappresentano il 17,06% del totale riportando un +4,84% rispetto al primo semestre 2018, mentre quelli effettuati tra privati riguardano l’82,94% con un +4,80%.

Il 56,28% delle compravendite è stato effettuato al Nord. La regione nella quale vengono scambiati più immobili rimane la Lombardia, che con 93.641 immobili venduti nel primo semestre 2019 registra un aumento del 5,93% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, pari al 20,69% del totale delle contrattazioni sull’intero territorio nazionale, seguita dal Veneto con il 9.43% e dal Piemonte con il 9.24%. La Valle d’Aosta invece svetta come regione con il più alto tasso di compravendite per abitanti.  La regione che vanta un aumento a doppia cifra rispetto al primo semestre dello scorso anno è l’Abruzzo con + 14.52%, seguita dalla Calabria con + 9,97%. Le uniche regioni ad aver fatto registrare segno meno sono la Basilicata (-9.97%), la Puglia (-2.57%) e l’Umbria (-0,47). Anche nel primo semestre 2019 si conferma un maggiore mercato per la vendita di terreni agricoli (55.647) rispetto ai terreni edificabili (13.887), anche se questi ultimi fanno registrare un aumento del 5,34%, contro un aumento di appena lo 0,17% dei terreni agricoli.

Aumentano solo i prezzi delle abitazioni nuove

Secondo il rapporto, nel primo semestre 2019 l’aumento dei prezzi riguarda solo gli immobili venduti da imprese (200.000 euro rispetto ai 185.288) e si assiste ad una lieve diminuzione dei prezzi degli immobili venduti da privati (110.001 euro rispetto ai 113.000) e dei fabbricati strumentali (74.000 euro rispetto a 75.500 euro).  La maggior parte degli scambi riguarda immobili che rientrano nella fascia di prezzo tra 0 e 99.999 euro (pari al 43,15% cui corrisponde un +6,51% rispetto al I semestre 2018) e tra 100.000 e 199.999 euro (pari al 38,88% cui corrisponde un aumento del +2,80% rispetto al I semestre 2018). Solo lo 0,20% delle compravendite ha per oggetto fabbricati di valore superiore al 1.000.000 euro, con una diminuzione del -2,71% rispetto al I semestre 2018. Nelle fasce di prezzo inferiori a 200.000 euro rientrano l’82,03% degli acquisti di fabbricati e il 49,85% degli acquisti di terreni agricoli, mentre per i terreni edificabili il 68,26% del totale delle transazioni è inferiore ai 40.000 euro.

Mutui in leggero calo

Nel primo semestre del 2019 i mutui registrano una battuta d’arresto rispetto alla crescita degli anni precedenti: in particolare i finanziamenti sui fabbricati (numericamente più significativi) risultano in calo (-0,61%) per più di 1000 operazioni su base semestrale. Segno negativo anche per i finanziamenti relativi a terreni edificabili (-1,59%). A livello regionale si assiste a un “rimbalzo” della Valle d’Aosta, che dopo il trend negativo degli anni scorsi fa registrare un +37,58%. Segno positivo anche per il Friuli Venezia Giulia (+8,41%), per l’Abruzzo (+8,47%) e la Calabria (+8,58%). Per contro, trend particolarmente negativi si segnalano per il Molise (-12,74%) e la Basilicata (-16,74%). Sostanzialmente invariate Lombardia, Veneto ed Emilia-Romagna. Leggeri scostamenti, tuttavia prevalentemente di segno negativo, per le altre regioni. In calo le surroghe (-25,98%), che ormai incidono meno del 10% delle complessive operazioni di finanziamento, dato per il quale è prevista un’inversione di tendenza nell’ultima parte dell’anno. 

In generale, prevalgono i finanziamenti di importo fino a 150.000 euro, ma è significativo anche l’aumento dei mutui di importo compreso tra i 200.000 e i 300.000 euro. 

territorialeLista News

Agrigento, maggiori garanzie di sicurezza per i cittadini nell'acquisto di immobili. Il Consiglio Notarile e l’Ordine degli Ingegneri siglano una convenzione

COMUNICATO STAMPA

Agrigento, maggiori garanzie di sicurezza per i cittadini nell’acquisto di immobili. Il Consiglio Notarile di Agrigento e l’Ordine degli Ingegneri siglano una convenzione 

Un protocollo d’intesa tra il Consiglio Notarile dei Distretti riuniti di Agrigento e Sciacca e l’Ordine degli Ingegneri. È stato firmato nei giorni scorsi, nell’ambito del convegno ‘Ars Notaria, scienza e prassi alla luce delle recenti attività normative’.

Una convenzione per rafforzare la collaborazione tra le categorie professionali dei Notai e degli Ingeneri, rappresentati dal Presidente Alberto Avenia, per un’attività sinergica che contribuisca a rendere gli atti di trasferimento immobiliare in linea con i più elevati parametri di sicurezza nell’interesse dei cittadini.

Al momento dell’acquisto di un immobile, il cittadino potrà fare richiesta di una relazione tecnica integrata, redatta da un ingegnere con una serie di informazioni dettagliate sullo stato del bene. In particolare, l’esatta descrizione dell’immobile, l'attestazione della conformità catastale oggettiva e in generale l’analisi della storia urbanistico-edilizia del bene.

“Nel caso in cui un immobile presenti particolari criticità, urbanistiche e/o catastali, il notaio potrà suggerire al cliente l'opportunità di richiedere una perizia asseverata sullo stato dell’immobile – spiega il Notaio Claudia Gucciardo, Presidente del Consiglio dei Distretti riuniti di Agrigento e Sciacca – ma la redazione di tale perizia è facoltativa, rappresenta un'opportunità e non una necessità”.

Notai ed Ingegneri si impegnano a organizzare nei prossimi mesi una serie di incontri per mettere a punto la convenzione tra i due Ordini professionali. 

 

Ufficio stampa Comitato regionale Notarile della Sicilia -  Laura Grimaldi 336/676766                                                                               

territorialeLista News

A Brescia i notai presenti alla V edizione Meeting Immobiliare per informare sulle novità fiscali introdotte dalla legge di stabilità

I notai del Consiglio Notarile di Brescia parteciperanno alla quinta edizione del Meeting immobiliare, la più importante rassegna dedicata al mercato degli immobili di Brescia e provincia, con numerosi rappresentanti di agenzie immobiliari, costruttori, promotori, sviluppatori di progetti, studi tecnici e professionali, banche, rappresentanti delle organizzazioni di categoria e alcune aziende produttrici di particolari componenti tecnologiche per la casa.

L'iniziativa, che si terrà nei giorni 19 e 20 marzo 2016 a Rezzato presso Villa Fenaroli (Via Giuseppe Mazzini, 14), è promossa dal Gruppo editoriale del Giornale di Brescia per sostenere il mercato e per offrire una opportunità ai bresciani interessati ad acquistare casa e quindi a conoscere le novità che il mercato presenta, ad aggiornarsi sui prezzi, a valutare le novità tecnologiche per la casa, a capire come va con i tassi di interesse. E - aspetto importante - a cercare di capire e conoscere quel che di nuovo, sul piano normativo e delle leggi, il 2016 presenta. 

L’essenza del Meeting Immobiliare resta dunque l’essere una fiera dove chi vende incontra chi vuole (o vorrebbe) comprare, ma con questa componente importante di incontri, dibattiti, convegni.

Durante entrambe le giornate del Meeting Immobiliare i notai bresciani saranno a disposizione dei visitatori, all'interno di un corner, per informare sulle novità fiscali introdotte dalla legge di stabilità e offrire consulenza sui temi di competenza notarile, quali ad esempio l'acquisto della casa e le relative richieste di finanziamento; le agevolazioni fiscali per l'acquisto della prima casa e l'accensione e la rinegoziazione dei mutui.

Nell’ambito della rassegna, si terranno dibattiti, incontri e presentazioni. In particolare, sabato 19 marzo, alle ore 15:30, il notaio Francesca Capaldo terrà un incontro con il pubblico sul tema relativo alle agevolazioni prima casa e alle detrazioni Iva; mentre nella giornata di domenica 20 marzo il notaio Gabriele Bezzi alle 14:30 farà il punto sul Rent to Buy e successivamente, dalle 15 alle 17, il Presidente del Consiglio Notarile Enrico Lera parteciperà a una tavola rotonda sulla situazione generale del mercato immobiliare alla luce della normativa vigente, insieme al Presidente del collegio costruttori di Brescia e del nuovo presidente del Banco di Brescia.

territorialeLista News

A Terracina parte del patrimonio immobiliare del Comune viene dismesso tramite aste telematiche

Lo scorso 11 dicembre 2015 è stata firmata una convenzione dal Commissario straordinario del Comune di Terracina, Erminia Ocello e dal Presidente del Consiglio Notarile di Latina, Giovanni Battista Viscogliosi, per permettere al Comune di procedere alla dismissione di una parte del suo patrimonio immobiliare tramite aste telematiche notarili.

E’ già dal 2001 che il Consiglio Nazionale del Notariato ha permesso il perfezionamento nell’intero territorio nazionale di procedure d’asta tradizionali e dal 2013 alle aste tradizionali si sono affiancate quelle telematiche, attraverso la piattaforma Rete Aste Notarili – RAN http://www.notariato.it/ran, con l’espletamento di numerose aste immobiliari e la stipulazione delle successive vendite.

L’accordo prevede che le spese di istruttoria e di preparazione degli atti siano a carico della parte acquirente, garantendo, in tal modo, maggiore evidenza all’iter dismissivo dell’Ente.

Il Consiglio Notarile di Latina può gestire le procedure d’asta e/o vendita dei beni dell’Ente tramite la RAN, con l’utilizzo di una procedura online che permette a chiunque di accedere alle informazioni messe a disposizione dal Comun e di Terracina.

“Abbiamo voluto questa convenzione – afferma il Commissario Ocello – perché è intenzione del Comune avviare l’operazione di dismissione del patrimonio disponibile, sia relativamente ad unità immobiliari a uso residenziale sia a uso diverso dal residenziale, oltre alla cessione di quote e titoli di società partecipate detenute dall’Ente, conferendo l’incarico di espletamento delle aste e dei relativi atti di compravendita ai Notai italiani, secondo le modalità previste dall’accordo. E’ un percorso diverso rispetto agli avvisi di vendita all’asta tradizionali, perché il Portale del Notariato ci permette di offrire una pubblicità e una comunicazione importante, in grado di raggiungere gli operatori economici interessati sull’intero territorio nazionale. La convenzione non si limita a offrirci però una maggiore quantità di pubblicità, ma anche una condivisione nell’impegno che favorirà sicuramente gli operatori e l’Ente attraverso un’assistenza e consulenza a tutto tondo da parte dei Notai, e contestualmente daremo alla città uno strumento economicamente vantaggioso anche per altre iniziative. L’amministrazione – termina il Commissario Ocello – ha assunto impegni economici precisi che bisogna onorare, e questi passano anche e soprattutto con l’inevitabile vendita di una parte del suo patrimonio”.

Il compenso per il notaio incaricato di tenere l’asta e/o la vendita è variabile, in base alla complessità di ciascun’asta, da un minimo di 300 a un massimo di 600 euro, più IVA, oltre le imposte e le tasse dovute per il verbale d’asta, e alle spese sostenute per conto dell’aggiudicatario.

Il Notariato resta un baluardo del principio della legalità guardando anche al futuro, lo dimostra questo accordo col Commissario Straordinario di Terracina, sensibile e lungimirante rispetto all’accordo siglato. Un accordo che tende a valorizzare l’intero patrimonio comunale di una città che deve ritrovare la sua più consona dimensione, tutelandolo e valorizzandolo” ha detto Giovanni Battista Viscogliosi, Presidente del Consiglio Notarile di Latina.

territorialeLista News

A Mazzano (BS) consulenza notarile gratuita in collaborazione con il Comune

Grazie alla collaborazione tra il Consiglio Notarile di Brescia e il Comune di Mazzano (BS), è stato avviato lo scorso 18 novembre uno Sportello di consulenza notarile gratuita per tutti i cittadini.

Ogni mercoledì, dalle ore 11.30 alle 13.00, il notaio Giovanna Bogarelli è a disposizione presso la sala destinata alle riunioni di Giunta del Palazzo municipale, per fornire informazioni ai cittadini in materia di eredità e testamenti, donazioni e acquisti di immobili, mutui e contratti.

Il servizio verrà reso senza necessità di prenotazione fino al 18 febbraio 2016, ad accezione del periodo compreso tra il 23 dicembre 2015 e il 6 gennaio 2016.