Impresa

Come costituire una società? Quale tipologia risponde meglio alle proprie esigenze e agli scopi da raggiungere? È consigliabile rivolgersi per tempo al notaio per programmare la nascita e la vita di un’impresa. Leggi la sezione per saperne di più.

Casa

L’acquisto di una casa è certamente una delle operazioni economiche più importanti nella vita di una persona e il notaio per legge tutela acquirente e venditore. Visita la sezione per capire quali sono i passaggi da seguire prima del rogito e acquistare un immobile in totale sicurezza.

Famiglia

Famiglia e rapporti di parentela; donazioni e successioni; come tutelarsi in caso di convivenza o modificare il regime patrimoniale del matrimonio. Approfondisci tutto quello che c’è da sapere nella sezione e scopri come il notaio può aiutarti.

You are here

nazionaleLista News

Agenzia ICE e Notariato, firmato accordo per sostenere e orientare imprese estere che vogliono investire in Italia

E’ stato firmato, in occasione del 54° Congresso Nazionale del Notariato a Firenze dal titolo “La legalità al centro. Crescere nel rispetto della legge”, l’accordo operativo fra l’ICE - Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane e il Consiglio Nazionale del Notariato con l’obiettivo di sostenere e orientare le imprese estere interessate a investire in Italia.

Il progetto, firmato dal Presidente dell’Agenzia ICE, Carlo Ferro e dal Presidente del Consiglio Nazionale del Notariato, Cesare Felice Giuliani, nasce per favorire una cooperazione strutturata dell’ICE con i notai, prevista dalla Cabina di regia per l’Italia Internazionale, in grado di valorizzare la loro funzione di raccordo fra istituzioni e imprese. 

"La collaborazione con il Consiglio Nazionale del Notariato riflette la strategia di ICE di una presenza sempre maggiore sul territorio e di partnership con le imprese" afferma Carlo Ferro, Presidente dell’Agenzia ICE. "C’è, infatti, una nuova ICE al servizio delle imprese che va sul territorio per rendere più fruibili i servizi offerti e che vuole collaborare con tutte le associazioni e i corpi intermedi per mettere la propria rete di 79 uffici esteri a disposizione di un’azione di sistema volta a portare più made in Italy nel mondo è più produzione dal mondo in Italia."

“Il sistema dei pubblici registri immobiliare e societario rappresenta un fattore di competitività per l’Italia e una garanzia di sicurezza per gli investitori stranieri”, ha dichiarato Cesare Felice Giuliani, Presidente del Consiglio Nazionale del Notariato. “ Per questo il Notariato, dopo aver redatto la prima “Guida doing business in Italy” nel 2015 insieme a Ice e cinque ministeri, si mette nuovamente a disposizione dell’Agenzia per sostenere lo sviluppo economico italiano nei mercati internazionali e incoraggiare gli investimenti dall'estero”.

Da parte dell’Agenzia ICE progressivamente sarà previsto il coinvolgimento dei notai in occasione di missioni ed eventi internazionali di presentazione delle opportunità di investimento in Italia.  Inoltre, l’ICE si impegna a promuovere incontri presso la Rete ICE estera in accordo con la rete diplomatico/consolare.

Il Notariato si impegnerà a:

  • garantire un’assistenza di primo livello ai funzionari dell’Agenzia ICE su specifiche richieste provenienti da imprese assistite;
  • garantire assistenza internazionale all’ICE e alle imprese assistite grazie al network dei notariati presenti nel mondo e aderenti all’Unione Internazionale del Notariato e al Consiglio dei Notariati dell’Unione Europea;
  • redigere strumenti di informazione sul ruolo e funzioni del notariato italiano agli investitori internazionali al fine di far conoscere i processi, i costi e i vantaggi in termini di competitività offerti dal controllo preventivo e dalla consulenza notarile;
  • prestare consulenza ed assistenza giuridica –anche su profili di carattere transfrontaliero- finalizzate alla pubblicità anche online e alla conseguente vendita degli immobili della vetrina ICE o di altri enti pubblici italiani a investitori stranieri;
  • sviluppare programmi informatici che possano permettere agli imprenditori italiani o esteri di utilizzare sistemi di tokenizzazione di asset anche di carattere finanziario, utilizzando modalità di registrazione anche diffusa (DLT), sempre che si tratti di beni mobili non iscritti in pubblici registri italiani;
  •  prestare consulenza a Paesi stranieri che intendano adottare sistemi giuridici di Civil Law, con particolare riferimento alla disciplina della proprietà immobiliare, della sua circolazione e della sua pubblicità in pubblici registri immobiliari e catastali.

La collaborazione tra Agenzia ICE e il Notariato nasce già nel 2015 come prima partnership governativa con un ordine professionale volta a sostenere e orientare le imprese italiane nei mercati internazionali e le imprese estere interessate a investire in Italia, grazie al coinvolgimento del network degli 88 paesi nel mondo in cui è presente l’intervento notarile ed alla rete degli 79 uffici dell’Agenzia ICE in 67 Paesi.


territorialeLista News

A Santa Maria Capua Vetere siglato un protocollo di intesa per la tutela delle fragilità sociali in occasione della “Giornata internazionale dei diritti delle persone con disabilità”

COMUNICATO STAMPA

In occasione della “Giornata internazionale dei diritti delle persone con disabilità”, istituita nell’ambito del programma di azione mondiale per le persone disabili nel 1981 dall’Assemblea generale dell’Onu, l’Ambito Sociale C8, con Santa Maria Capua Vetere Ente capofila, ha risposto positivamente attraverso una serie di azioni concrete ed iniziative finalizzate ad affrontare il tema della fragilità sociale.

In continuità rispetto all’accordo intercorso nel mese di maggio tra il Comune, nella fattispecie l’amministrazione Mirra e l’assessorato alle Politiche Sociali affidato a Rosida Baia, e il Consiglio Notarile di Santa Maria Capua Vetere in occasione dell’Open Day nazionale per la “tutela delle fragilità sociali”, è stato sottoscritto il giorno 3 dicembre 2017 a Santa Maria Capua Vetere presso il Salone degli Specchi del Teatro Garibaldi il protocollo di intesa tra i Sindaci dei Comuni dello stesso Ambito e i Presidenti degli Ordini e dei Collegi professionali della provincia di Caserta.

Il principale obiettivo è quello di creare una rete tra Enti e Ordini professionali per mettere gratuitamente a disposizione delle persone con disabilità, delle loro famiglie e delle Associazioni che si occupano di tali importanti e delicate tematiche, strumenti e consulenze in materia giuridica, fiscale e tecnica. Il tutto anche per un potenziamento di programmi di sostegno alla domiciliarità e per una crescente attenzione per l’alloggio per il disabile: finalità, queste previste dalla legge n° 112/2016 cosiddetta “legge dopo di noi”, che richiedono una decisa diffusione della consapevolezza degli strumenti previsti dall’ordinamento per la gestione domiciliare della vita quotidiana del disabile.

Alla stipula del protocollo di intesa, le cui attività saranno coordinate dall’avvocato Francesca Palma quale Coordinatrice dell’Ufficio di Piano dell’Ambito C8, erano presenti il sindaco di Santa Maria Capua Vetere, quale Ente capofila dell’Ambito Sociale C8, Antonio Mirra, il Vicesindaco di Casapulla Miriam Fortunato, il Sindaco di Curti Antonio Raiano, il Sindaco di Grazzanise Vito Gravante, il Sindaco di San Tammaro Emiddio Cimmino, il Sindaco di Santa Maria la Fossa Antonio Papa e il Consigliere di San Prisco Giuseppe D’Angelo.

In rappresentanza degli Ordini e dei Collegi professionali hanno partecipato all’incontro il Presidente del Consiglio Notarile di Santa Maria Capua Vetere Alessandro de Donato nella doppia veste anche di Presidente del Comitato Unitario Permanente degli Ordini e Collegi Professionali, il vicepresidente dell’Ordine degli Avvocati del Foro di Santa Maria Capua Vetere Francesco Buco, il Presidente dell’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Caserta Luigi Fabozzi, il Presidente dell’Ordine degli Architetti Rossella Bicco, il Presidente del Collegio dei Geometri della Provincia di Caserta Aniello Della Valle.

nazionaleLista News

Protocollo d’intesa tra Notariato e Anffas per tutelare i diritti delle persone con grave disabilità e diffondere la cultura dei lasciti

Promuovere l’informazione sugli strumenti di tutela delle persone con gravi disabilità e diffondere la cultura dei lasciti a enti non profit. Questi gli obiettivi del protocollo d’intesa firmato a Roma dal Presidente del Consiglio Nazionale del Notariato, Salvatore Lombardo, e dal Presidente di Anffas Onlus - Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale, Roberto Speziale.

La collaborazione è volta a far conoscere - attraverso iniziative congiunte come eventi, convegni, corsi di formazione anche a distanza, sia di livello nazionale che territoriale - le novità introdotte dalla Legge 22/06/2016, n.112, nota come legge "Dopo di noi", fra cui le importanti agevolazioni fiscali; la Legge 6/2004 sull'amministrazione di sostegno e i lasciti testamentari.

I notai, quali operatori del diritto super partes possono proporre gli strumenti più idonei per soddisfare l’esigenza di tutela dei diritti delle persone con disabilità e delle loro famiglie. Inoltre, il Consiglio Nazionale del Notariato è da tempo impegnato al fianco degli enti non profit per la diffusione in Italia della cultura del lascito testamentario solidale quale strumento per il reperimento delle risorse da parte delle Associazioni. Dal 2007 ad oggi il Notariato ha concesso il Patrocinio a 79 Associazioni e dal 2009 sono stati organizzati 317 incontri informativi sui lasciti testamentari (48 nel 2017).

Anffas rappresenta la più grande Associazione Italiana di genitori, familiari ed amici delle persone con disabilità intellettiva e/o relazionale ed opera dal 1958 in tutta Italia affinché sia garantita alle persone con disabilità e ai loro familiari la migliore qualità di vita possibile, i loro diritti civili ed umani, nonché la corretta formazione ed informazione anche in ambito legale, scientifico e normativo, per fare così in modo che tali diritti siano resi effettivamente e compiutamente esigibili.

 

 

territorialeLista News

A Bolzano siglato un protocollo d’intesa contro la mediazione immobiliare abusiva

C O M U N I C A T O   S T A M P A

Siglato protocollo d’intesa contro la mediazione immobiliare abusiva

Il 18 aprile presso il Tribunale di Bolzano è stato siglato un protocollo d’intesa per contrastare l’abusivismo nel settore immobiliare. L’accordo prevede la collaborazione tra Camera di commercio, Procura della Repubblica di Bolzano, Guardia di Finanza, Consiglio Notarile di Bolzano, Federazione Italiana Agenti Immobiliari Professionali (FIAIP) di Bolzano e Associazione Mediatori Alto Adige (FIMAA).

Chi desidera esercitare un’attività di mediazione di immobili, merci e servizi deve dimostrare di essere in possesso di determinati requisiti professionali e morali presentando preventivamente un’apposita segnalazione certificata di inizio attività al Registro delle imprese della Camera di commercio. L'esercizio abusivo della professione è punito con sanzioni amministrative, penali e disciplinari.

I mediatori abusivi non possono farsi indicare negli atti notarili in Italia, con il conseguente problema della dichiarazione di falsità negli atti notarili di compravendita (le parti dichiarano di non aver fatto ricorso a un intermediario).

Per contrastare il fenomeno dell’abusivismo è stato elaborato un apposito protocollo d’intesa di collaborazione. Hanno siglato il protocollo presso il Tribunale di Bolzano il Procuratore capo della Procura della Repubblica di Bolzano, Guido Rispoli, il Comandante Provinciale della Guardia di Finanza, Giulio Piller, il Presidente della Federazione Italiana Agenti Immobiliari Professionali (FIAIP) di Bolzano, Carlo Perseghin, il Presidente dell’Associazione Mediatori Alto Adige, Herbert Arquin, il Presidente della Camera di commercio di Bolzano, Michl Ebner e il Presidente Consiglio Notarile di Bolzano, Walter Crepaz.

In base al protocollo, il Consiglio Notarile di Bolzano comunicherà alla Camera di commercio di Bolzano i nominativi delle persone individuate dai notai come mediatori abusivi in occasione della loro attività di rogito dei contratti di compravendita.

Il ruolo della Camera di commercio è quello di segnalare alla Procura della Repubblica e fornire alla Guardia di Finanza i nominativi delle persone individuate quali possibili mediatori abusivi. La Guardia di Finanza accerterà l’eventuale esercizio abusivo dell’attività di mediazione, comunicando l’esito alla Camera di commercio, la quale comminerà le sanzioni amministrative.

Un contributo attivo verrà anche dalla FIAIP e dall’Associazione Mediatori Alto Adige, che si impegnano affinché i propri associati portino i clienti per il rogito dei contratti di compravendita dai notai in Italia e non da quelli all’estero.

Per informazioni è possibile rivolgersi al reparto Qualifiche professionali, persona di riferimento Georg Tiefenbrunner, tel. 0471 945 638, e-mail: georg.tiefenbrunner@camcom.bz.it.

Fonte: Camera di Commercio di Bolzano