Impresa

Come costituire una società? Quale tipologia risponde meglio alle proprie esigenze e agli scopi da raggiungere? È consigliabile rivolgersi per tempo al notaio per programmare la nascita e la vita di un’impresa. Leggi la sezione per saperne di più.

Casa

L’acquisto di una casa è certamente una delle operazioni economiche più importanti nella vita di una persona e il notaio per legge tutela acquirente e venditore. Visita la sezione per capire quali sono i passaggi da seguire prima del rogito e acquistare un immobile in totale sicurezza.

Famiglia

Famiglia e rapporti di parentela; donazioni e successioni; come tutelarsi in caso di convivenza o modificare il regime patrimoniale del matrimonio. Approfondisci tutto quello che c’è da sapere nella sezione e scopri come il notaio può aiutarti.

You are here

nazionaleLista News

Come funziona l'asta telematica notarile?

Al via il piano straordinario di dismissioni degli immobili pubblici previsto dalla legge di bilancio dello Stato 2019. I beni individuati dall’Agenzia del Demanio saranno ceduti attraverso la Rete Aste Notarili (RAN), il sistema informatico realizzato dal Consiglio Nazionale del Notariato per la gestione delle aste telematiche.  Attraverso il collegamento dagli studi notarili su tutto il territorio italiano è possibile per gli interessati partecipare alle aste via web, potendo effettuare i rilanci anche a centinaia di km dall’immobile, abbattendo le barriere territoriali con la garanzia e sicurezza del notaio.

La Rete Aste Notarili (RAN) si caratterizza per: sicurezza eliminando il rischio turbative e di clonazioni; tracciabilità degli atti e dei soggetti che partecipano alla procedura e applicazione normativa antiriciclaggio; accessibilità dei cittadini che possono partecipare attraverso gli studi notarili dislocati sull’intero territorio; trasparenza in quanto gli attori del sistema assistono, in tempo reale, a tutti gli eventi; orientamento dei cittadini che possono richiedere ai notai informazioni giuridiche, fiscali o pratiche.

Nell’asta telematica il notaio svolge una funzione di pubblico ufficiale in grado da un lato di orientare e supportare il cittadino partecipante all’asta e dall’altro di rendere certa la procedura, evitando pericoli di turbativa d’asta ed eseguendo anche i controlli previsti dalla normativa in materia di antiriciclaggio.

Come si partecipa ad una asta telematica notarile? Una persona interessata all’acquisto di un immobile non dovrà più recarsi presso il professionista presso il quale si tiene l’asta, ma potrà andare in qualsiasi studio notarile aderente alla RAN per depositare la cauzione e fare le offerte.

Successivamente, nel giorno e nell'ora stabiliti dal bando, il cittadino si recherà presso lo studio del notaio al quale ha presentato l'offerta. 

Durante la sessione d'asta, che si svolgerà via web collegando tra loro tutti i notai, il notaio avrà cura di comunicare a tutti i partecipanti presenti, le offerte provenienti da tutta Italia, in modo tale che ognuno abbia la consapevolezza di come l'asta si sta svolgendo, e fare offerte, se lo ritiene.


 

nazionaleLista News

Agenzia del Demanio: pubblicati bandi per la vendita di 93 immobili dello Stato

Sono online su www.agenziademanio.it i tre bandi di gara per la vendita di 93 beni dei 420 inseriti nella lista allegata al Decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze che definisce il perimetro e le modalità di azione del piano straordinario di dismissione degli immobili pubblici, previsto dalla Legge di Bilancio 2019.

A partire da gennaio l’Agenzia del Demanio ha pubblicato bandi regionali per la dismissione dei beni di minor valore, mentre il portafoglio proposto oggi al mercato con questi bandi nazionali coinvolge immobili importanti e di pregio per un valore complessivo di 145 milioni di euro a base d’asta.

La selezione è stata oggetto di analisi approfondite e segmentazione per individuare e costruire una proposta di potenziale interesse per il mercato, con asset già dotati di destinazioni d’uso adeguate e compatibili con percorsi di sviluppo immobiliare, su cui è possibile investire da subito, una volta concluse le procedure d’acquisto. Si tratta di un portafoglio variegato ed eterogeneo di strutture dislocate da nord a sud in tutta Italia, tipologie di beni differenti che comprendono edifici residenziali, commerciali, ex caserme, ex conventi, ex carceri, terreni, immobili storici e strutture industriali.

Tra le opportunità di investimento ci sono diverse ex caserme a Trieste e Tarvisio (UD) in Friuli Venezia Giulia, in Veneto a Venezia, vicino al Ponte di Rialto, un ex convento con cortili e sale affrescate, in Piemonte palazzi ed ex caserme nel centro di Novara, una villa vista mare in Liguria e in Lombardia aree industriali, appartamenti e un loft sui Navigli a Milano. In Emilia Romagna ci sono palazzi storici a Piacenza e Bologna, in Toscana una splendida villa antica nelle campagne di Firenze e locali commerciali a Piazza del Campo a Siena. Ci sono opportunità suggestive come le case cantoniere proposte in Umbria, un complesso immobiliare nel centro storico di Ascoli Piceno nelle Marche e l’ex convento nel centro di Sulmona in Abruzzo. Nei bandi compare anche un complesso industriale dismesso in Molise, nel Lazio un bell’appartamento in zona centrale a Roma e in Campania, a Caserta, un’ex caserma immersa nel verde. In vendita anche un faro sulla costa ionica della Calabria e terreni edificabili in Sicilia.

I bandi pubblicati si differenziano per termine di scadenza dell’offerta: un termine più ravvicinato, il prossimo 15 ottobre, relativo a 50 beni, un termine più lungo, fissato invece al 15 novembre, per 37 asset più impegnativi dal punto di vista progettuale, in modo da garantire agli interessati un tempo congruo per effettuare due diligence e definire progetti di sviluppo immobiliare. Il terzo bando, anch’esso con scadenza al 15 novembre, riguarda 6 beni per i quali è possibile presentare sia un’offerta unitaria per più lotti, sia offerte per singoli lotti.

Le sedute di asta, con incanto, si svolgeranno con modalità telematica attraverso la Rete Aste Notarili (RAN) del Consiglio Nazionale del Notariato, e sono fissate nei giorni immediatamente successivi alla scadenza del bando.

Collegandosi alla piattaforma dagli studi notarili su tutto il territorio italiano è possibile partecipare alle aste via web, con rilanci da parte dei partecipanti anche a centinaia di km dall’immobile, abbattendo le barriere territoriali con la garanzia e sicurezza notarile. Tutte le informazioni sui bandi, sullo svolgimento delle aste e sulle modalità di partecipazione sono disponibili sul sito https://www.notariato.it/ran.

Nel disciplinare d’asta sono anche elencate le opportunità di finanziamento che possono essere attivate dagli aggiudicatari, grazie alle collaborazioni istituzionali che l’Agenzia del Demanio ha attivato con soggetti finanziatori nazionali come Invitalia e Istituto per il Credito Sportivo, per supportare gli investimenti per l’acquisto degli immobili e la realizzazione di progetti di valorizzazione a seguito dell’acquisto.

Al fine di agevolare l’accessibilità alle informazioni e la partecipazione alle aste, su www.agenziademanio.it è stata creata la sezione ‘Piano Vendite Immobili dello Stato’ interamente dedicata alle vendite in corso, grazie alla quale è possibile ‘entrare’ negli immobili e conoscerli attraverso schede descrittive, gallerie fotografiche e video. I materiali illustrativi saranno pubblicati anche su una pagina Facebook dedicata all’iniziativa @pianovenditeimmobilidelloStato. L’Agenzia ha previsto inoltre un’attività di supporto alla vendita assicurando sopralluoghi e contatti con i referenti per singolo bene. 

Informazioni tecniche e illustrative sui beni in vendita sono disponibili anche nella vetrina immobiliare www.investinitalyrealestate.com realizzata dall’ICE e dedicata agli operatori esteri.

Scarica dall'Area Download l'Elenco diviso per Regione dei 93 beni   

 

territorialeLista News

A Terracina parte del patrimonio immobiliare del Comune viene dismesso tramite aste telematiche

Lo scorso 11 dicembre 2015 è stata firmata una convenzione dal Commissario straordinario del Comune di Terracina, Erminia Ocello e dal Presidente del Consiglio Notarile di Latina, Giovanni Battista Viscogliosi, per permettere al Comune di procedere alla dismissione di una parte del suo patrimonio immobiliare tramite aste telematiche notarili.

E’ già dal 2001 che il Consiglio Nazionale del Notariato ha permesso il perfezionamento nell’intero territorio nazionale di procedure d’asta tradizionali e dal 2013 alle aste tradizionali si sono affiancate quelle telematiche, attraverso la piattaforma Rete Aste Notarili – RAN http://www.notariato.it/ran, con l’espletamento di numerose aste immobiliari e la stipulazione delle successive vendite.

L’accordo prevede che le spese di istruttoria e di preparazione degli atti siano a carico della parte acquirente, garantendo, in tal modo, maggiore evidenza all’iter dismissivo dell’Ente.

Il Consiglio Notarile di Latina può gestire le procedure d’asta e/o vendita dei beni dell’Ente tramite la RAN, con l’utilizzo di una procedura online che permette a chiunque di accedere alle informazioni messe a disposizione dal Comun e di Terracina.

“Abbiamo voluto questa convenzione – afferma il Commissario Ocello – perché è intenzione del Comune avviare l’operazione di dismissione del patrimonio disponibile, sia relativamente ad unità immobiliari a uso residenziale sia a uso diverso dal residenziale, oltre alla cessione di quote e titoli di società partecipate detenute dall’Ente, conferendo l’incarico di espletamento delle aste e dei relativi atti di compravendita ai Notai italiani, secondo le modalità previste dall’accordo. E’ un percorso diverso rispetto agli avvisi di vendita all’asta tradizionali, perché il Portale del Notariato ci permette di offrire una pubblicità e una comunicazione importante, in grado di raggiungere gli operatori economici interessati sull’intero territorio nazionale. La convenzione non si limita a offrirci però una maggiore quantità di pubblicità, ma anche una condivisione nell’impegno che favorirà sicuramente gli operatori e l’Ente attraverso un’assistenza e consulenza a tutto tondo da parte dei Notai, e contestualmente daremo alla città uno strumento economicamente vantaggioso anche per altre iniziative. L’amministrazione – termina il Commissario Ocello – ha assunto impegni economici precisi che bisogna onorare, e questi passano anche e soprattutto con l’inevitabile vendita di una parte del suo patrimonio”.

Il compenso per il notaio incaricato di tenere l’asta e/o la vendita è variabile, in base alla complessità di ciascun’asta, da un minimo di 300 a un massimo di 600 euro, più IVA, oltre le imposte e le tasse dovute per il verbale d’asta, e alle spese sostenute per conto dell’aggiudicatario.

Il Notariato resta un baluardo del principio della legalità guardando anche al futuro, lo dimostra questo accordo col Commissario Straordinario di Terracina, sensibile e lungimirante rispetto all’accordo siglato. Un accordo che tende a valorizzare l’intero patrimonio comunale di una città che deve ritrovare la sua più consona dimensione, tutelandolo e valorizzandolo” ha detto Giovanni Battista Viscogliosi, Presidente del Consiglio Notarile di Latina.

nazionaleLista News

Rete Aste Notarili, INAIL ha collocato il 45% dei lotti immobiliari - Risultati positivi anche per Croce Rossa Italiana e ICE

Si è concluso, confermando un risultato in controtendenza, rispetto all'andamento del mercato immobiliare, il secondo anno di aste per dismissioni degli immobili INAIL attraverso la rete aste notarili (RAN), a cui si sono aggiunte le aste di Dismissioni per la Croce Rossa Italiana e l'ICE, la piattaforma informatica creata dal Consiglio Nazionale del Notariato scelta anche dal Ministero della Difesa per riprendere il piano di dismissioni nel 2015 del proprio patrimonio.

Dalla fine del 2013, attraverso la RAN, sono stati aggiudicati in 4 turni d'asta (novembre 2013, aprile 2014, luglio 2014, novembre 2014), il 45% dei lotti immobiliari residenziali (71 su 158) ad un valore complessivo di oltre 16 milioni rispetto al prezzo base d'asta pari a 14,6 milioni di euro ed appartenenti al patrimonio ex SCIP posto in asta dall'INAIL.

Anche il primo bando d'asta della Croce Rossa Italiana e dell’ICE hanno visto l'aggiudicazione tramite la RAN dei lotti di Cremona e di Torino.

Nel mese di novembre è stata inoltre siglata la convenzione, della durata triennale, tra il Ministero della Difesa e il Consiglio Nazionale del Notariato per la gestione e la vendita di alcune migliaia di immobili dello stesso Ministero che, ha ripreso, così come previsto dalla legge, il piano di dismissioni del proprio patrimonio immobiliare. Le informazioni specifiche saranno rese pubbliche nel prossimo mese di gennaio.

Per maggiori informazioni sulla Rete Aste Notarili (RAN) del Consiglio Nazionale del Notariato: www.notariato.it/reteaste

 

 RAN:  è la piattaforma realizzata dalla società informatica del Notariato, Notartel, che collega tutti i notai italiani in grado di gestire le aste telematiche. Per la prima volta in Italia si può partecipare ad un'asta immobiliare via web con il massimo livello di sicurezza e di facilità di accesso per il cittadino. Il Notariato ha presentato la piattaforma con l'obiettivo di offrire uno strumento più rapido ed efficace per lo svolgimento delle aste immobiliari, permettendo di ampliare la platea di soggetti potenzialmente interessati all'immobile e, nello stesso tempo, diminuire i costi per l'acquirente che non si deve spostare fisicamente presso la sede dell'asta ma può partecipare tramite i notai collegati alla piattaforma.

 

Pages