Impresa

Come costituire una società? Quale tipologia risponde meglio alle proprie esigenze e agli scopi da raggiungere? È consigliabile rivolgersi per tempo al notaio per programmare la nascita e la vita di un’impresa. Leggi la sezione per saperne di più.

Casa

L’acquisto di una casa è certamente una delle operazioni economiche più importanti nella vita di una persona e il notaio per legge tutela acquirente e venditore. Visita la sezione per capire quali sono i passaggi da seguire prima del rogito e acquistare un immobile in totale sicurezza.

Famiglia

Famiglia e rapporti di parentela; donazioni e successioni; come tutelarsi in caso di convivenza o modificare il regime patrimoniale del matrimonio. Approfondisci tutto quello che c’è da sapere nella sezione e scopri come il notaio può aiutarti.

You are here

territorialeLista News

A Terracina parte del patrimonio immobiliare del Comune viene dismesso tramite aste telematiche

Lo scorso 11 dicembre 2015 è stata firmata una convenzione dal Commissario straordinario del Comune di Terracina, Erminia Ocello e dal Presidente del Consiglio Notarile di Latina, Giovanni Battista Viscogliosi, per permettere al Comune di procedere alla dismissione di una parte del suo patrimonio immobiliare tramite aste telematiche notarili.

E’ già dal 2001 che il Consiglio Nazionale del Notariato ha permesso il perfezionamento nell’intero territorio nazionale di procedure d’asta tradizionali e dal 2013 alle aste tradizionali si sono affiancate quelle telematiche, attraverso la piattaforma Rete Aste Notarili – RAN http://www.notariato.it/ran, con l’espletamento di numerose aste immobiliari e la stipulazione delle successive vendite.

L’accordo prevede che le spese di istruttoria e di preparazione degli atti siano a carico della parte acquirente, garantendo, in tal modo, maggiore evidenza all’iter dismissivo dell’Ente.

Il Consiglio Notarile di Latina può gestire le procedure d’asta e/o vendita dei beni dell’Ente tramite la RAN, con l’utilizzo di una procedura online che permette a chiunque di accedere alle informazioni messe a disposizione dal Comun e di Terracina.

“Abbiamo voluto questa convenzione – afferma il Commissario Ocello – perché è intenzione del Comune avviare l’operazione di dismissione del patrimonio disponibile, sia relativamente ad unità immobiliari a uso residenziale sia a uso diverso dal residenziale, oltre alla cessione di quote e titoli di società partecipate detenute dall’Ente, conferendo l’incarico di espletamento delle aste e dei relativi atti di compravendita ai Notai italiani, secondo le modalità previste dall’accordo. E’ un percorso diverso rispetto agli avvisi di vendita all’asta tradizionali, perché il Portale del Notariato ci permette di offrire una pubblicità e una comunicazione importante, in grado di raggiungere gli operatori economici interessati sull’intero territorio nazionale. La convenzione non si limita a offrirci però una maggiore quantità di pubblicità, ma anche una condivisione nell’impegno che favorirà sicuramente gli operatori e l’Ente attraverso un’assistenza e consulenza a tutto tondo da parte dei Notai, e contestualmente daremo alla città uno strumento economicamente vantaggioso anche per altre iniziative. L’amministrazione – termina il Commissario Ocello – ha assunto impegni economici precisi che bisogna onorare, e questi passano anche e soprattutto con l’inevitabile vendita di una parte del suo patrimonio”.

Il compenso per il notaio incaricato di tenere l’asta e/o la vendita è variabile, in base alla complessità di ciascun’asta, da un minimo di 300 a un massimo di 600 euro, più IVA, oltre le imposte e le tasse dovute per il verbale d’asta, e alle spese sostenute per conto dell’aggiudicatario.

Il Notariato resta un baluardo del principio della legalità guardando anche al futuro, lo dimostra questo accordo col Commissario Straordinario di Terracina, sensibile e lungimirante rispetto all’accordo siglato. Un accordo che tende a valorizzare l’intero patrimonio comunale di una città che deve ritrovare la sua più consona dimensione, tutelandolo e valorizzandolo” ha detto Giovanni Battista Viscogliosi, Presidente del Consiglio Notarile di Latina.

nazionaleLista News

Rete Aste Notarili, INAIL ha collocato il 45% dei lotti immobiliari - Risultati positivi anche per Croce Rossa Italiana e ICE

Si è concluso, confermando un risultato in controtendenza, rispetto all'andamento del mercato immobiliare, il secondo anno di aste per dismissioni degli immobili INAIL attraverso la rete aste notarili (RAN), a cui si sono aggiunte le aste di Dismissioni per la Croce Rossa Italiana e l'ICE, la piattaforma informatica creata dal Consiglio Nazionale del Notariato scelta anche dal Ministero della Difesa per riprendere il piano di dismissioni nel 2015 del proprio patrimonio.

Dalla fine del 2013, attraverso la RAN, sono stati aggiudicati in 4 turni d'asta (novembre 2013, aprile 2014, luglio 2014, novembre 2014), il 45% dei lotti immobiliari residenziali (71 su 158) ad un valore complessivo di oltre 16 milioni rispetto al prezzo base d'asta pari a 14,6 milioni di euro ed appartenenti al patrimonio ex SCIP posto in asta dall'INAIL.

Anche il primo bando d'asta della Croce Rossa Italiana e dell’ICE hanno visto l'aggiudicazione tramite la RAN dei lotti di Cremona e di Torino.

Nel mese di novembre è stata inoltre siglata la convenzione, della durata triennale, tra il Ministero della Difesa e il Consiglio Nazionale del Notariato per la gestione e la vendita di alcune migliaia di immobili dello stesso Ministero che, ha ripreso, così come previsto dalla legge, il piano di dismissioni del proprio patrimonio immobiliare. Le informazioni specifiche saranno rese pubbliche nel prossimo mese di gennaio.

Per maggiori informazioni sulla Rete Aste Notarili (RAN) del Consiglio Nazionale del Notariato: www.notariato.it/reteaste

 

 RAN:  è la piattaforma realizzata dalla società informatica del Notariato, Notartel, che collega tutti i notai italiani in grado di gestire le aste telematiche. Per la prima volta in Italia si può partecipare ad un'asta immobiliare via web con il massimo livello di sicurezza e di facilità di accesso per il cittadino. Il Notariato ha presentato la piattaforma con l'obiettivo di offrire uno strumento più rapido ed efficace per lo svolgimento delle aste immobiliari, permettendo di ampliare la platea di soggetti potenzialmente interessati all'immobile e, nello stesso tempo, diminuire i costi per l'acquirente che non si deve spostare fisicamente presso la sede dell'asta ma può partecipare tramite i notai collegati alla piattaforma.

 

nazionaleLista News

RAN - Rete Aste Notarili

 

Il 26 novembre è stato aggiudicato il primo lotto del Bando INAIL 2013 tramite Asta Telematica, relativa ad un appartamento a Bologna.
 

Per la prima volta un Bando INAIL prevede la vendita attraverso il sistema telematico RAN – Rete Aste Notarili. I 71 lotti vengono banditi in due turni d’asta (principale e residuale),  le aste telematiche si svolgeranno sino al 12 dicembre circa ogni 30 minuti e coinvolgeranno i 37 Notai Banditori e potenzialmente circa 125 Notai Periferici, presso i quali i cittadini di tutta Italia possono recarsi, sia per depositare le offerte che per effettuare i rilanci.
 

Nell’arco del 2014 è previsto che l’INAIL pubblichi nuovi bandi per la dismissione dei lotti non aggiudicati e di circa 1.000 nuovi lotti, sparsi su tutto il territorio nazionale.
 

Il sistema della Rete Aste Notarili può essere considerato un servizio di pubblica utilità realizzato, senza oneri per lo Stato,  in assoluta autonomia dal Consiglio Nazionale del Notariato, attraverso la società informatica Notartel di proprietà del Consiglio stesso. Analogamente agli altri servizi realizzati per i notai Italiani, è stato realizzato secondo i principi dei massimi livelli di sicurezza, tracciabilità e trasparenza previsti dalla normativa e resi possibili dalla tecnologia. Il web in questo modo è stato posto per la prima volta al servizio del cittadino, con tutte le garanzie tipiche tradizionalmente offerte dalla figura del notaio e senza aggravio di costi rispetto alle normali procedure.
 

Oltre che dagli enti pubblici, il sistema RAN viene attualmente utilizzato dai tribunali (es.: Firenze e Brescia), sia per le procedure esecutive che per quelle concorsuali (fallimenti).