Si precisa che nella ricerca effettuata sui files PDF non vengono presi in considerazione i caratteri speciali. Per esempio:
' , ; . : _ - ? ! # @ * [ ] + ^ " / \ > < | ° § ! & ( ) { }

Ufficio Studi

Consulta l'archivio degli studi elaborati dalle Commissioni di studio, approvati dal Consiglio Nazionale del Notariato e ritenuti di interesse generale.

666results
  • Studio n. 156-2014/T - La tassazione dell’accordo conciliativo accertativo dell’usucapione di beni immobili - di Annarita Lomonaco

    Sommario: 1. Premessa; 2. L’interpretazione sistematica del dato normativo nell’ambito dell’imposta di registro; 3. Gli orientamenti sulla tassazione delle sentenze di accertamento dell’usucapione; 4. L’usucapione nell’IVA e nelle imposte dirette; 5. Le agevolazioni di cui all’art. 17, commi 2 e 3, d.lgs. n. 28/2010; 6. (segue) e l’art. 10 d.lgs. n. 23/2011; 7. Sintesi conclusiva. Gli accordi di mediazione che accertano l’usucapione di beni immobili nel sistema delle imposte indirette.

  • Studio n. 852-2014/T - Società di persone – Imposte dirette: aspetti notarili - di Francesco Raponi

    Sommario: 1. Introduzione; 1.1 Come incide la tassazione delle imposte dirette nella scelta tra società di persone e società di capitali?; 1.2 Quali sono le fattispecie che interessano l’attività notarile?; 2. La costituzione; 2.1 I conferimenti generano materia imponibile in capo al socio che li effettua? a) Conferimento in danaro b) Conferimenti di beni immobili b1) determinazione base imponibile b2) riflessi sulle dirette di accertamenti eseguiti sulle indirette c) Conferimento d’azienda; 2.2 Il conferimento genera reddito tassabile in capo alla società conferitaria?; 2.3 La restituzione del conferimento genera reddito tassabile in capo al socio?; 3. L’attività sociale – reddito prodotto; 3.1 In che modo viene tassato il reddito prodotto dalle società di persone?; 3.2 Come opera il principio di trasparenza nella attribuzione del reddito in capo ai soci?; 3.3 Come si ripartiscono le perdite fiscali tra i soci?; 3.4 Come si attribuiscono le perdite nelle società in accomandita semplice?, 4. Cessioni di quote nelle società personali, 4.1 Atto di modifica di partecipazione agli utili; 4.2 Modifica della compagine sociale con l’ingresso di un nuovo socio - cessioni di quote effettuate a favore di terzi non soci; 4.3 Cessione di quote tra gli stessi soci esistenti, 4.4 La cessione di quote al valore nominale; 5. Scioglimento e Liquidazione della società; 5.1. Come si tassa il reddito delle società di persone in caso di liquidazione volontaria; 5.2 distribuzione di residuo attivo nelle società di persone a) la società b) socio - soggetto persona fisica non imprenditore; 5.3 Profili fiscali della continuazione dell’attività imprenditoriale da parte dell’unico socio come imprenditore individuale.

  • Studio n. 263-2014/C - Vendita forzata e attestato di prestazione energetica (alla luce delle recenti modifiche al D.Lgs. 192/2005 di cui al D.L. 4 giugno 2013, n. 63, convertito con L. 3 agosto 2013, n. 90 e di cui al D.L. 23 dicembre 2013, n. 145 conver - di Elisabetta Gasbarrini

    Sommario: 1. Premessa; 2. Conclusioni raggiunte nel vigore della formulazione del D.lgs. 192/2005 vigente fino al 3 agosto 2013. Esclusione della vendita forzata dal perimetro di applicazione del D.lgs. 192 del 2005; 3. Le novità apportate dal D.L. n. 63/2013 convertito in L. n. 90/2013 e il bilanciamento degli interessi in gioco da parte del legislatore statale; 4. I nuovi articoli 6 e 15 del D.lgs. 192 del 2005 a seguito delle novità apportate dal D.L. n.63/2013 convertito in L. n. 90/2013. Argomenti a favore della non applicazione della disciplina prevista alla vendita forzata a mezzo di decreto di trasferimento; 5. Consequenziale irrilevanza rispetto alle vendite forzate attuate a mezzo di decreto di trasferimento ex art. 586 c.p.c. del comma 8 dell’art.1 del D.lgs. 145/2013; 6. Il D.L.23 dicembre 2013, n. 145 (c.d. “destinazione Italia”) oggi convertito con L. 21 febbraio 2014, n. 9 e la disciplina attualmente vigente in tema di allegazione dell’APE agli atti di trasferimento a titolo oneroso. Argomenti a favore della non applicazione della disciplina prevista alla vendita forzata a mezzo di decreto di trasferimento; 7. Opportunità della dotazione di attestato di prestazione energetica dei beni posti in vendita in sede esecutiva sotto il profilo della competitività della vendita forzata e opportunità dell’allegazione dell’attestato di prestazione energetica agli atti al decreto di trasferimento (o della sua consegna all’aggiudicatario) sotto il profilo dell’economia del sistema; 8. Conclusioni.

  • Studio n. 237-2014/I - In tema di impossibilità di conseguimento dell’oggetto sociale e scioglimento delle società di capitali - di Giuseppe Ferri jr e Marco Silva

    Sommario: 1. Premessa; 2. Impossibilità di conseguimento dell’oggetto sociale e mancata produzione di utili; 2.1. Oggetto sociale e scopo di lucro; 2.1.1 (segue): oggetto sociale e attività; 2.1.2. (segue): fallimento e impossibilità di conseguimento dell’oggetto sociale; 2.2. Conseguimento e impossibilità di conseguimento dell’oggetto sociale; 3. Insussistenza della causa di scioglimento e iscrizione nel registro delle imprese dell’erronea dichiarazione del suo accertamento; 3.1. Efficacia dello scioglimento e Iscrizione nel registro delle imprese; 3.2. L’iscrizione della dichiarazione erronea; 4. Impossibilità di conseguimento dell’oggetto sociale: caratteri, procedimento ed efficacia della causa di scioglimento; 5. (segue) Documentazione necessaria; 6. Poteri del Conservatore del Registro delle Imprese in presenza della illegittimità della causa di scioglimento; 7. Profili di responsabilità degli amministratori e dei liquidatori; 8. Rimedi alla cancellazione della società derivante da dichiarazione di scioglimento erronea.

  • Aggiornamento Studio n. 657-2013/C - La disciplina nazionale della certificazione energetica - Guida operativa 2014 - di Giovanni Rizzi

    Sommario: 1. LA CERTIFICAZIONE ENERGETICA: NORMATIVA, SCOPI E FUNZIONI: 1.1. La normativa; 1.2. L'adeguamento normativo alla direttiva 2010/31/UE; 1.3. Il rilascio dell'attestato di prestazione energetica a partire dal 6 giugno 2013; 1.4. Scopi; 1.5. Funzioni; 1.6.1 Gli obblighi in materia di certificazione energetica; 2. L'OBBLIGO DI DOTAZIONE DELL'ATTESTATO DI PRESTAZIONE ENERGETICA: 2.1. I presupposti; 2.2. Gli edifici da dotare di certificazione energetica a prescindere da un loro trasferimento o locazione (cd. "presupposto oggettivo";); 2.3. Gli edifici da dotare di certificazione energetica in occasione del trasferimento e/o locazione (cd. "presupposto contrattuale";); 2.4. L'obbligo di dotazione per gli atti traslativi (dopo il D.L. 145/2013); 2.5. La locazione; 2.6. Il preliminare e le trattative contrattuali; 2.7. Il trasferimento e la locazione di immobile da costruire; 2.8. Esclusioni oggettive dall'obbligo di dotazione; 2.9. Gli immobili soggetti a vincolo culturale e paesaggistico; 3. (.....)

Pages