MENU

CONSIGLIO NAZIONALE DEL NOTARIATO

CONSIGLIO NAZIONALE
DEL NOTARIATO

Giulio Biino è il nuovo Presidente del Consiglio Nazionale del Notariato

RSS

17/06/2022

Nazionale

Giulio Biino è stato eletto Presidente del Consiglio Nazionale del Notariato per il triennio 2022-2024. Ad affiancarlo con la carica di Vice Presidente è Antonio Areniello, mentre Cesira De Michele ricoprirà la carica di Segretario del Consiglio.

Giulio Biino, notaio a Torino, Presidente della Fondazione Circolo dei Lettori e Presidente del Salone del Libro di Torino, è stato per otto anni Presidente del Consiglio Notarile di Torino e Consigliere Nazionale del Notariato delegato alla Comunicazione nel corso dell’ultimo triennio.

Il vertice dell’organo di rappresentanza dei notai italiani è stato eletto oggi, nel corso della riunione di insediamento del Consiglio Nazionale del Notariato, rinnovato con le elezioni del febbraio scorso.

Gli altri componenti del Consiglio Nazionale insediato oggi sono i notai: Ivo Grosso – Piemonte e Valle d’Aosta; Matteo Gallione – Liguria; Carmelo Di Marco e Alessandra Mascellaro – Lombardia; Andrea Busato e Gabriele Noto – Veneto, Trentino-Alto Adige e Friuli-Venezia Giulia; Flavia Fiocchi – Emilia-Romagna; Vincenzo Gunnella – Toscana; Francesco Gerbo e Giuseppe Trapani – Lazio; Manlio Pitzorno – Sardegna; Michele Gentilucci – Marche e Umbria; Roberto Vinci – Puglia; Vito Pace – Basilicata (con l’aggiunta della corte di appello di Salerno); Rocco Guglielmo – Calabria; Diego Barone e Mario Marino – Sicilia.

Sono stati eletti a comporre il Collegio dei Revisori dei Conti i notai: Gustavo Gili – Friuli-Venezia Giulia, Liguria, Lombardia, Piemonte, Trentino-Alto Adige, Valle d’Aosta e Veneto; Maria Pantalone Balice – Abruzzo, Emilia-Romagna, Lazio, Marche, Molise, Sardegna, Toscana e Umbria; Giuseppe Vicari – Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia

Condividi
Altri Articoli

Nazionale

28/04/2022

Il 6 maggio a Palermo presso il Circolo Ufficiali dell’Esercito con ingresso gratuito

 

Nazionale

27/04/2022

Magistrati, psicologi, notai e rappresentanti di Banca d’Italia faranno il punto sull’importanza di un’adeguata formazione economica per le donne, in grado di garantirne l’autonomia ed evitare che la dipendenza economica possa diventare anticamera di violenza fisica e domestica