Impresa

Come costituire una società? Quale tipologia risponde meglio alle proprie esigenze e agli scopi da raggiungere? È consigliabile rivolgersi per tempo al notaio per programmare la nascita e la vita di un’impresa. Leggi la sezione per saperne di più.

Casa

L’acquisto di una casa è certamente una delle operazioni economiche più importanti nella vita di una persona e il notaio per legge tutela acquirente e venditore. Visita la sezione per capire quali sono i passaggi da seguire prima del rogito e acquistare un immobile in totale sicurezza.

Famiglia

Famiglia e rapporti di parentela; donazioni e successioni; come tutelarsi in caso di convivenza o modificare il regime patrimoniale del matrimonio. Approfondisci tutto quello che c’è da sapere nella sezione e scopri come il notaio può aiutarti.

You are here

    Il notaio per gli stranieri

     “Abitare e fare impresa in Italia”, la Guida del Notariato per gli stranieri

     

     

    La Guida “Abitare e fare impresa in Italia” è stata realizzata dal Notariato italiano per rispondere alle esigenze dei nuovi scenari economici dell’Italia e per informare i cittadini stranieri sulle operazioni che in Italia necessitano per legge dell’intervento del notaio, pubblico ufficiale della Repubblica Italiana.

    La Guida è stata tradotta, oltre che in francese, inglese, spagnolo e tedesco, nelle lingue delle principali Comunità di Paesi presenti sul territorio nazionale che, secondo i dati Istat disponibili, vedono in Italia il maggior numero di presenze: Albania, Bangladesh, Cina, Filippine, India, Marocco, Moldovia, Romania, Polonia,  Tunisia e Ucraina.

    All’interno della Guida i cittadini stranieri potranno trovare nelle loro lingue informazioni pratiche su documenti e formalità necessarie per comprare casa, accendere un mutuo ed avviare un’impresa in Italia.

    In particolare si segnala:

    La condizione di reciprocità

    I cittadini di Stati che non fanno parte dell’Unione europea  possono compiere atti giuridici validi in Italia solo se è verificata la condizione di reciprocità, ossia solo nei limiti in cui sarebbe consentito a un cittadino italiano compiere quegli stessi determinati atti giuridici nello Stato del cittadino straniero che intende operare in Italia.

    La verifica del soddisfacimento della condizione di reciprocità in relazione ad atti per i quali è richiesto l’intervento del notaio, come nel caso dell’acquisto di un immobile o dell’avvio di un’impresa, è demandata al notaio medesimo ed implica un’analisi che deve essere necessariamente condotta caso per caso – eventualmente anche con l’ausilio del Ministero degli Affari Esteri italiano – in quanto il suo esito dipende sia dalla tipologia concreta di atto giuridico che si intende porre in essere sia dalla legge nazionale del soggetto che si propone di compierlo.

    Il permesso di soggiorno

    A prescindere dal soddisfacimento, o meno, della condizione di reciprocità, i cittadini di Stati che non sono membri dell’Unione Europea ma che sono regolarmente soggiornanti in Italia possono compiere atti giuridici se la loro permanenza sul territorio italiano è legittima secondo l’ordinamento nazionale. Tale condizione è attestata dal possesso del permesso di soggiorno, in corso di validità, o dal permesso di soggiorno per soggiornanti di lungo periodo, documenti che dovranno essere esibiti al notaio prima del compimento dell’atto per il quale è richiesto il suo intervento.

    Per approfondire scarica le Guide dall’area download

    • tag:
    territorialeLista News

    I notai di Reggio Emilia incontrano le scuole

    Il 19 e il 22 novembre i Notai Giuseppe Apreda e Giovanni Aricò racconteranno la professione alle classi del Moro e dell’Ariosto-Spallanzani

    Comprendere il senso della professione notarile, le modalità di accesso, la funzione del Notaio, le sue responsabilità e la differenza rispetto alle altre professioni legali di Avvocato, Magistrato e Professore universitario, il ruolo del Notaio come garante di legalità: questi saranno i temi trattati dai Notai del Distretto di Reggio Emilia negli incontri, promossi dal Consiglio notarile, presso i Licei Moro e Ariosto-Spallanzani, rispettivamente martedì 19 e venerdì 22 novembre.

    Il Notaio è una figura cardine dell’ordinamento giuridico italiano e non solo: caratterizzandosi infatti per essere, prima di tutto, un Pubblico ufficiale, il notariato è presente in ben 87 Paesi del mondo, tra cui 22 stati europei, coprendo così il 60% della popolazione mondiale.  

    A confrontarsi con sei classi quinte del Liceo scientifico Aldo Moro sarà, il 19 novembre, il Notaio Giuseppe Apreda, mentre gli studenti del Liceo classico e scientifico Ludovico Ariosto – Spallanzani incontreranno il Notaio Giovanni Aricò il 22 novembre.

    Nel 2020 gli incontri proseguiranno poi con l’Istituto tecnico commerciale Scaruffi-Levi di Reggio Emilia e Rivalta, e con il Liceo Corso di Correggio. 

    “La figura del Notaio – dichiara Maura Manghi, Presidente del Consiglio Notarile di Reggio Emilia - opera nell’interesse dello Stato, per la tutela delle proprietà e lo scambio di determinate tipologie di beni, svolgendo un ruolo di garanzia per il cittadino, terzietà rispetto alle parti e controllo preventivo di legalità, da cui discende una sostanziale riduzione dei contenziosi a monte. Poter confrontarsi con le giovani generazioni è dunque fondamentale, per trasmettere loro l’importanza delle mansioni destinate al Notaio, e aiutarli a orientarsi nell’ottica della scelta del successivo percorso universitario”. 

    Per ulteriori informazioni consultare il sito internet www.consiglionotarilereggioemilia.it e la pagina Facebook Notai dell’Emilia-Romagna.

    territorialeLista News

    Le libere professioni oggi. A Modena notai, avvocati e commercialisti discutono in un incontro pubblico della libera professione nel contesto contemporaneo

    Qual è l’attualità, quali sono le prospettive, quale il senso, al giorno d’oggi e nella società contemporanea, di tre professioni liberali strettamente interconnesse per oggetti e interessi, come quelle dei Notai, degli Avvocati e dei Dottori commercialisti? A discuterne saranno, mercoledì 30 ottobre alle ore 16:30 presso la Sala dei Presidenti dell’Accademia Nazionale di Scienze, Lettere e Arti di Modena, i Presidenti dei tre Ordini professionali, rispettivamente Flavia Fiocchi, Roberto Mariani e Stefano Zanardi. 

    I Notai, gli Avvocati e i Commercialisti sono riusciti ad affrontare con successo le sfide poste negli ultimi anni dalle rilevanti modifiche intervenute in campo sociale, economico e tecnologico, ma il processo non è finito, ed è invece in costante evoluzione e progressiva accelerazione, fenomeni che comportano la necessità di adeguamenti, non soltanto operativi, ma anche relazionali e di formazione.

    La partecipazione è libera e gratuita, aperta a tutti, sino all’esaurimento dei posti disponibili. 

    Per ulteriori informazioni consultare i siti internet www.consiglionotarilemodena.it, www.commercialisti.mo.it, www.ordineavvocatimodena.it e la pagina Facebook Notai dell’Emilia-Romagna.

     

    nazionaleLista News

    Le tecnologie digitali al servizio degli italiani: il contributo del Notariato in un convegno a Roma

    Si terrà martedì 29 ottobre pv. presso la Coffee House di Palazzo Colonna a Roma, il convegno pubblico nel quale sarà presentato il Rapporto I-Com su “Reti & Servizi di nuova generazione 2019”. 

    ll format dell’evento - organizzato dall’Istituto per la Competitività (I-Com) un think tank fondato nel 2005 con sede a Roma e a Bruxelles - prevede una prima parte introduttiva con una relazione di Paola Pisano, neo ministro dell’Innovazione Tecnologica e Digitalizzazione. 

    A seguire tre tavoli di discussione paralleli sui temi: I-Group 1 “Infrastrutture e servizi digitali. Come migliorare la competitività dell’Italia”; I-Group 2 “Intelligenza artificiale. La strategia italiana nel contesto europeo e internazionale”; I-Group 3 “Blockchain”. 

    In questo gruppo sarà presente Alessandra Mascellaro, Consigliere Nazionale del Notariato e componente CdA Notartel, che discuterà insieme a politici, accademici e rappresentanti delle altre professioni, su strategie nazionali e strumenti che dovranno essere adottati per attuarle. 

    Le sintesi delle discussioni e delle proposte emerse saranno presentate a conclusione del convegno di fronte a rappresentanti delle istituzioni nazionali e europee. Chiuderà i lavori Mirella Liuzzi, Sottosegretario di Stato Ministero dello Sviluppo. 

    Il rapporto I-Com vuole descrivere lo stato di avanzamento del processo di digitalizzazione del nostro Paese, in una chiave di confronto internazionale tra le infrastrutture di telecomunicazione e i servizi digitali, con particolare attenzione ai sistemi di intelligenza artificiale e blockchain. 

    Per informazioni e iscrizioni vai al sito web del convegno: https://www.i-com.it/2019/10/29/non-voglio-mica-la-luna-le-tecnologie-digitali-al-servizio-degli-italiani/.

    territorialeLista News

    Le pari opportunità nelle professioni: il 25 ottobre un incontro aperto al pubblico a Reggio Emilia

    Nella Sala Tricolore del Comune un pomeriggio con i rappresentanti degli Ordini professionali a livello provinciale, regionale e nazionale

    Si parla sempre più frequentemente di pari opportunità, ma qual è lo stato dell’arte dal punto di vista delle professioni? Di questo importante argomento, che tocca la vita di ogni cittadino, donna o uomo che sia, si discuterà venerdì 25 ottobre, a partire dalle ore 14:00, presso la Sala Tricolore del Comune di Reggio Emilia.

    Le pari opportunità nelle professioni. Esperienze e prospettive è un’iniziativa a partecipazione libera e gratuita promossa Profess@re al femminile, la rete che, nata nel 2009, riunisce Ordini e Collegi professionali, alla luce dello specifico tema della professione analizzata nell’ottica della parità di genere, un tema trasversale che raccoglie competenze estremamente differenti, attraverso numerose iniziative.

    Il convegno di venerdì prossimo, patrocinata da Comune e Provincia di Reggio Emilia e Regione Emilia-Romagna, sarà aperta dalle relazioni di Sara Mazzucchelli e Daniela Piana, seguite dai contributi dei rappresentanti degli Ordini e Collegi professionali di Notai, Medici, Agronomi, Geometri, Avvocati, Giornalisti, delle Professioni infermieristiche, delle Ostetriche, Architetti, Chimici e Fisici, Dottori commercialisti ed Esperti contabili, Consulenti del Lavoro, Farmacisti.

    Tra gli interventi, anche quello della Presidente del Consiglio notarile di Reggio Emilia, Maura Manghi.

    Tra i temi oggetto di confronto, la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro, i redditi delle professionisti e, più in generale, se nelle professioni il concetto di pari opportunità sia o meno acquisito.

    “Abbiamo voluto organizzare questo convegno – dichiara Maria Brini, coordinatrice di Profess@re al femminile –allo scopo di raccogliere e diffondere lo stato dell’arte dei Comitati ‘pari opportunità’ presenti in diversi Ordini e Collegi professionali, al fine di fare il punto sui risultati fin’ ora raggiunti e poter così proseguire insieme nell’attuazione di progetti volti a diffondere la piena affermazione della cultura di genere e delle pari opportunità, generazionali e territoriali.”.

    Per ulteriori informazioni consultare il sito internet www.consiglionotarilereggioemilia.it e la pagina Facebook Notai dell’Emilia-Romagna.

    territorialeLista News

    A Napoli in occasione della Giornata Europea della Giustizia civile incontro con gli studenti delle scuole napoletane sul tema della tutela dell'ambiente

    COMUNICATO

    GIORNATA EUROPEA DELLA GIUSTIZIA CIVILE - NAPOLI, 25 OTTOBRE 2019 - ORE 10.00

    SEDE DEL CONSIGLIO NOTARILE DEI DISTRETTI RIUNITI DI NAPOLI, TORRE ANNUNZIATA E NOLA - VIA CHIAIA, 142 - NAPOLI

    Incontro con gli studenti delle scuole napoletane sul tema della tutela dell'ambiente

    Il 25 ottobre 2019 si celebra, come ogni anno dal 2003 quando fu istituita su iniziativa della Commissione Europea e del Consiglio d'Europa, la "Giornata europea della giustizia civile".

    Il Consiglio Notarile di Napoli, Torre Annunziata e Nola anche quest'anno ha inteso cogliere l'opportunità dell'evento per lanciare un forte messaggio con un'iniziativa di formazione/orientamento e informazione in particolare per il mondo della scuola sul ruolo e sulle funzioni dei notai: un momento di riflessione e confronto nel quale il Notariato vuole far conoscere i fondamentali principi di legalità, giustizia, uguaglianza, non discriminazione e inclusione sociale.

          Crescono i rischi per la salute e per l'ecosistema e nel mondo intero soprattutto le giovani generazioni si mobilitano per contrastare questa tendenza che sembra essere diventata irreversibile. Dunque l'informazione e la comunicazione ambientale rappresentano oggi strumenti sempre più importanti di conoscenza e di partecipazione. Proprio per questo il tema scelto quest'anno per la Giornata Europea della giustizia civile è la tutela dell'ambiente.

       Se ne discuterà il giorno 25 ottobre p.v. alle ore 10,00 nel corso di una manifestazione che si terrà nella sede del Consiglio Notarile dei Distretti Riuniti di Napoli, Torre Annunziata e Nola, in Via Chiaia n. 142 - Napoli, con la disamina del problema sia dal punto di vista dell'impatto sociale sia da quello delle implicazioni di carattere giuridico e normativo. L'evento è infatti intitolato "I reati e gli illeciti ambientali: reprimere e soprattutto educare".

         Il settore dell'istruzione è fondamentale per sensibilizzare i cittadini su questi importanti temi ed i notai intendono cooperare con i dirigenti degli Istituti scolastici, mettendo a disposizione le loro conoscenze e le loro esperienze per la formazione e la crescita culturale e civile delle giovani generazioni.

       Dopo l'introduzione del Presidente del Consiglio Notarile di Napoli, Giovanni Vitolo, interverranno il magistrato Raffaele Sabato,  giudice italiano presso la Corte europea dei Diritti dell'Uomo (Corte di Strasburgo), Alessandra Benini, archeologa marina e Maria Teresa Imparato, Presidente di Legambiente Campania. Il dibattito, moderato dal giornalista Antonello Perillo, Responsabile della Redazione Rai di Napoli, al quale parteciperà anche il disegnatore di fumetti Lorenzo Ruggiero, sarà completato dall'intervento degli studenti con osservazioni e richieste di approfondimento.                                                                         

     

    territorialeLista News

    Garanzia casa: il 18 ottobre a Bologna i professionisti fanno il punto sulle verifiche che precedono la vendita di un immobile

     

    Dalle ore 14,30 presso il Convento San Domenico si discuterà dell’importanza delle verifiche di regolarità edilizia e catastale per evitare contenziosi 

    Il mercato immobiliare per crescere ha anche bisogno di transazioni sicure. E il certificato di conformità catastale è di fondamentale importanza. 

    Se in Italia nel 2018 le contrattazioni sono state poco sotto le 600mila transazioni, in Emilia-Romagna (fonte Nomisma) si stimano, a fine 2019, circa 62 mila transazioni, in crescita di quasi il 7% sul 2018 e del 2,3% sopra la quantità fatta registrare nel 2007 (il dato italiano è ancora sotto del 3%).

    Per quanto riguarda Bologna, secondo l’osservatorio di Scenari immobiliari, nel corso del 2018 il mercato immobiliare cittadino ha registrato una decisa ripresa delle compravendite: dopo la performance negativa del 2017, nel 2018 l’indicatore è infatti tornato positivo, con il capoluogo in crescita decisa, mentre l’area metropolitana rimane sostanzialmente stabile. Per il 2019 sono attese 6.200 case vendute nella città di Bologna, in aumento del 7% rispetto al 2018, a fronte di un’offerta di 8.000 abitazioni. Anche il fatturato ha registrato un aumento del 6%, rispetto al calo registrato nel 2017, superando i due miliardi di euro. Una nuova spinta positiva, anche se moderata, è attesa per l’anno in corso.

    È anche alla luce di questi dati (per ulteriori elementi si consulti la scheda allegata) che diventa quanto mai importante limitare al massimo i contenziosi relativi alla compravendita di un immobile: per questo i professionisti bolognesi, impegnati da sempre nel momento delicato dell’acquisto e della vendita della loro abitazione o di altri immobili, venerdì 18 ottobre dalle 14,30 presso la Sala Bolognini del Convento di San Domenico, promuovono un incontro aperto a tutta la cittadinanza che, patrocinato dal Comune di Bologna, ha l’obiettivo di fare chiarezza rispetto alla necessità di effettuare, prima della stipula di un atto di compravendita, le verifiche relative alla regolarità edilizia e catastale del bene.

    L’iniziativa è promossa dal CUP-ER (Comitato Unitario degli Ordini e dei Collegi Professionali dell’Emilia-Romagna), dal Consiglio notarile, dagli Ordini degli Ingegneri, Architetti, dei Dottori agronomi, dai Collegi dei Geometri, Periti industriali, con il patrocinio del Comune di Bologna e la partecipazione delle sezioni bolognesi di Federconsumatori, Lega Consumatori, UNC – Unione Nazionale Consumatori, Citttadinanzattiva, ASPPI (Associazione Sindacale Piccoli Proprietari Immobiliari), Assoproprietari, Associazione Piccoli Proprietari Case, Associazione Proprietari Utenti, Unione Piccoli Proprietari Immobiliari, UNIONCASA, Federazione Italiana Mediatori ed agenti d’Affari, FIAIP (Federazione Italiana Agenti Immobiliari Professionali).

    Il convegno - coordinato dal presidente del CUP-ER, il comitato unitario delle professioni dell’Emilia-Romagna, Alberto Talamo -  inizierà alle ore 14,30 con i saluti istituzionali e avrà come fulcro le relazioni di Alessandro Panzera, del Consiglio Notarile di Bologna, che evidenzierà il ruolo di controllo del notaio nelle compravendite, seguito da quella di Franco Taddia, dell’Ordine degli Ingegneri di Bologna, che verterà invece sulla corrispondenza tra stato di diritto e stato di fatto dell’immobile. Sulle sanatorie alla luce delle richieste presentate in Comune interverrà invece Andrea Menarini, responsabile Progetti complessi, Interventi Produttivi e Tutor d'Impresa del Settore Servizi per l'Edilizia Comune di Bologna mentre Roberto Maccaferri, Presidente FIMAA Bologna, si soffermerà sull’importanza dell’analisi documentale. 

    Nelle compravendite immobiliari le problematiche relative alla regolarità urbanistica rappresentano una delle più insidiose criticità. Infatti, mentre l’indagine nei registri immobiliari e catastali è resa agevole dalla ormai consolidata informatizzazione delle relative banche dati, che ne rendono immediato e sicuro il controllo, la concreta verifica dello stato dell’immobile è gravosa in termini di tempo e risorse. Al fine di colmare tale lacuna, e rendere quindi più sicuro l’acquisto immobiliare, alcuni Notai, in tempi recenti, hanno iniziato ad eseguire con propri mezzi l’accesso agli atti dei Comuni, richiedendo il rilascio in copia di titoli edilizi e relativi elaborati al fine di verificare, insieme ai clienti, la conformità dello stato di fatto dell’immobile rispetto a quanto risultante dall’ultimo titolo abilitativo. Ovviamente tale modalità operativa, pur rivelandosi in molti casi efficace ed in grado di ridurre sicuramente il rischio di irregolarità ed il relativo contenzioso, non è sempre sicura, se eseguita in assenza di opportuno sopralluogo tecnico, e quindi priva della verifica in loco dello stato di fatto. Per ovviare al problema, in alcune Regioni, tra cui Emilia-Romagna e Toscana, si è diffusa la prassi di dotare l’immobile oggetto di vendita di una Relazione Tecnica, resa da professionisti abilitati alla presentazione degli atti presso il Catasto e gli Uffici Tecnici Comunali, per accertarne la conformità edilizia e catastale, e porre così immediato rimedio alle eventuali difformità riscontrate. 

    “Per i professionisti – spiega il presidente del CUP-ER Alberto Talamo – si tratta di una importante opportunità professionale che li mette in condizione di svolgere un compiti non ‘burocratico’ ma al servizio concreto del cittadino che sta acquistando o vendendo un immobile e può farlo in assoluta tranquillità. E, nel caso, ‘scoprendo’ irregolarità che possono essere facilmente sanate. Il miglior esempio del fatto che il professionista lavora a tutela del cittadino”. 

    Per Claudio Babbini, Presidente del Consiglio notarile di Bologna: "Iniziative come questa non possono non vedere i notai in prima linea. L’interesse della collettività alla prevenzione del contenzioso nell’ambito della contrattazione immobiliare è stato posto dal legislatore nella mani del notaio. La funzione preventiva è l’essenza della nostra professione, una funzione della quale dobbiamo essere orgogliosi, perché fornisce un contributo essenziale al paese in termini di risparmio di spesa per l’amministrazione della giustizia.”

    territorialeLista News

    Notai di Como e Lecco siglano due protocolli di intesa con la Questura di Como

    COMUNICATO STAMPA 

    Pochi giorni fa sono stati firmati due protocolli d’intesa, di cui uno finalizzato alla collaborazione sul tema dell’acquisizione dell’affitto di aziende o rami d’aziende soggette a operare in regime di autorizzazione di polizia e l’altro per la collaborazione in materia di atti e negozi giuridici riguardanti i cittadini stranieri tra il  Collegio Notarile dei Distretti Riuniti di Como e Lecco – rappresentato dal presidente, Massimo Sottocornola - e la Questura di Como – rappresentata dal Questore, Giuseppe De Angelis. 

    Per ciò che riguarda più in particolare il primo protocollo, quello concernente l’acquisizione o l’affitto di aziende o rami d’aziende soggette ad autorizzazioni di polizia, in altre parole agenzie d’affari per recupero credito, preziosi e compro-oro, scommesse, sale bingo, videolottery e armerie, la Questura di Como ha ritenuto interessare il Collegio Notarile perché nel corso dell’ordinaria attività di controllo di esercizi sottoposti ad autorizzazione di Polizia sono state riscontrate delle irregolarità dovute anche alla carenza d’informazioni da parte dei titolari, soprattutto di nazionalità straniera, che erano erroneamente convinti che l’atto notarile fosse sufficiente per la conduzione dell’esercizio. 

    Si è stabilito pertanto che i notai della provincia al momento della stipula degli atti sopra richiamati, provvederanno anche a informare l’utente della necessità di munirsi di apposite licenze di Polizia fornendo loro una completa ed esauriente modulistica predisposta dalla Questura. 

    Il secondo protocollo, cioè quello in materia d’immigrazione, è finalizzato, nel quadro della collaborazione tra i due enti, a promuovere incontri di approfondimento e aggiornamento della normativa e a creare un canale informativo tra Questura e Notai, qualora in un atto o negozio giuridico sia parte un soggetto extra-comunitario per il quale il notaio necessita d’informazioni. 

    territorialeLista News

    Lex & The City: a Verona la I edizione della Festa del Diritto promossa da Comune, Università e Ordini professionali

    Il 27 e il 28 settembre 2019 si terrà a Verona la prima edizione di “Lex & The City – Festa del Diritto”, manifestazione rivolta agli operatori del settore, agli studenti e ai cittadini, intitolata: “Il diritto alla buona amministrazione”.

    L’iniziativa è nata dalla collaborazione tra istituzioni cittadine: il Comune di Verona, l’Università di Verona, gli Ordini professionali del settore dei Notai, degli Avvocati, dei Commercialisti e dei Consulenti del Lavoro, per spiegare i processi decisionali che regolano la cosa pubblica, il diritto, l’economia, la cultura e per permettere un’interazione tra interessi collettivi e individuali, rilevanti e legittimi.

    I lavori si articoleranno in 21 incontri, raccolti in due giorni, e organizzati in conferenze, seminari, interviste, spettacoli e workshop, che prevedono l’intervento di diversi protagonisti nazionali del diritto e dell’economia (il Presidente del Consiglio di Stato, componenti della Corte Costituzionale, magistrati di Corti e Tribunali diversi, docenti di molte università, il Presidente di Federvini e Vicepresidente di Federalimentari) e di semplici operatori, con grandi esperienze concrete.

    I cittadini avranno la possibilità di approfondire temi concreti: il giudice può essere sostituito da un computer? La cosa pubblica può essere amministrata in modo efficiente nell’interesse dei cittadini e non dei burocrati? E chi giudica gli amministratori della cosa pubblica? La produzione di vino e cibo raggiunge una buona qualità solo perché segue i disciplinari? Con quali attenzioni il cittadino si deve rivolgere al fisco o all’avvocato per un parere? Cosa ci insegnano i grandi processi della storia, la storia della magistratura italiana e quella degli avvocati veronesi del secolo scorso?

    In programma il giorno 27 settembre, a cura del Consiglio Notarile di Verona, il workshop “Come acquistare la casa: il contratto preliminare”, che si terrà dalle ore 15:00 alle 16:00 presso la Sala polifunzionale del Palazzo della Gran Guardia. Per accedere all’evento, che è gratuito e aperto ai cittadini, è necessario iscriversi accedendo al seguente link: https://www.lexandthecity.eu/?event=come-acquistare-la-casa-il-contratto-preliminare.

    I notai saranno inoltre a disposizione dei cittadini per offrire agli interessati pareri sul preliminare per l’acquisto di un immobile e sulle relative agevolazioni fiscali.

    Il calendario con tutti gli eventi è disponibile sul sito della manifestazione: www.lexandthecity.eu.

     

    territorialeLista News

    Riforma del Terzo Settore: a Venezia protocollo d'intesa tra Consiglio Notarile e Centro di Servizio per il Volontariato

    Il Consiglio Notarile di Venezia e il Centro di Servizio per il Volontariato della Città Metropolitana di Venezia sigla il Protocollo d'Intesa. 

    Lo scorso 30 luglio 2019 è stata siglata la firma del Protocollo d'intesa tra il Presidente del Centro di Servizio per il Volontariato della Città Metropolitana di Venezia, Avv. Giorgio Bonet e il Presidente del Consiglio Notarile di Venezia, Notaio Ernesto Marciano. 

    Un'altra collaborazione con uno degli Ordini più importanti della Città Metropolitana di Venezia, concretizzata dal Centro di Servizio per il Volontariato della Città Metropolitana di Venezia che darà modo di condividere azioni sinergiche sul tema della Riforma del Terzo settore e controllo degli statuti. 

     

     

    Pages