Impresa

Come costituire una società? Quale tipologia risponde meglio alle proprie esigenze e agli scopi da raggiungere? È consigliabile rivolgersi per tempo al notaio per programmare la nascita e la vita di un’impresa. Leggi la sezione per saperne di più.

Casa

L’acquisto di una casa è certamente una delle operazioni economiche più importanti nella vita di una persona e il notaio per legge tutela acquirente e venditore. Visita la sezione per capire quali sono i passaggi da seguire prima del rogito e acquistare un immobile in totale sicurezza.

Famiglia

Famiglia e rapporti di parentela; donazioni e successioni; come tutelarsi in caso di convivenza o modificare il regime patrimoniale del matrimonio. Approfondisci tutto quello che c’è da sapere nella sezione e scopri come il notaio può aiutarti.

You are here

    Il notaio per gli stranieri

     “Abitare e fare impresa in Italia”, la Guida del Notariato per gli stranieri

     

     

    La Guida “Abitare e fare impresa in Italia” è stata realizzata dal Notariato italiano per rispondere alle esigenze dei nuovi scenari economici dell’Italia e per informare i cittadini stranieri sulle operazioni che in Italia necessitano per legge dell’intervento del notaio, pubblico ufficiale della Repubblica Italiana.

    La Guida è stata tradotta, oltre che in francese, inglese, spagnolo e tedesco, nelle lingue delle principali Comunità di Paesi presenti sul territorio nazionale che, secondo i dati Istat disponibili, vedono in Italia il maggior numero di presenze: Albania, Bangladesh, Cina, Filippine, India, Marocco, Moldovia, Romania, Polonia,  Tunisia e Ucraina.

    All’interno della Guida i cittadini stranieri potranno trovare nelle loro lingue informazioni pratiche su documenti e formalità necessarie per comprare casa, accendere un mutuo ed avviare un’impresa in Italia.

    In particolare si segnala:

    La condizione di reciprocità

    I cittadini di Stati che non fanno parte dell’Unione europea  possono compiere atti giuridici validi in Italia solo se è verificata la condizione di reciprocità, ossia solo nei limiti in cui sarebbe consentito a un cittadino italiano compiere quegli stessi determinati atti giuridici nello Stato del cittadino straniero che intende operare in Italia.

    La verifica del soddisfacimento della condizione di reciprocità in relazione ad atti per i quali è richiesto l’intervento del notaio, come nel caso dell’acquisto di un immobile o dell’avvio di un’impresa, è demandata al notaio medesimo ed implica un’analisi che deve essere necessariamente condotta caso per caso – eventualmente anche con l’ausilio del Ministero degli Affari Esteri italiano – in quanto il suo esito dipende sia dalla tipologia concreta di atto giuridico che si intende porre in essere sia dalla legge nazionale del soggetto che si propone di compierlo.

    Il permesso di soggiorno

    A prescindere dal soddisfacimento, o meno, della condizione di reciprocità, i cittadini di Stati che non sono membri dell’Unione Europea ma che sono regolarmente soggiornanti in Italia possono compiere atti giuridici se la loro permanenza sul territorio italiano è legittima secondo l’ordinamento nazionale. Tale condizione è attestata dal possesso del permesso di soggiorno, in corso di validità, o dal permesso di soggiorno per soggiornanti di lungo periodo, documenti che dovranno essere esibiti al notaio prima del compimento dell’atto per il quale è richiesto il suo intervento.

    Per approfondire scarica le Guide dall’area download

    • tag:
    territorialeLista News

    Terza età: presentata a Bolzano la Guida per il Cittadino disponibile anche in lingua tedesca

     

     

    TUTELIAMO LA TERZA ETÀ. Quali sono le forme di tutela per i nostri anziani in tema di  alloggio; come possono assicurarsi un degno mantenimento oppure un’adeguata rendita vitalizia? Quali gli istituti giuridici previsti dall’Ordinamento e come vi si accede? Cosa si intende per co-housing? Oltre ai problemi di salute, molte persone anziane si trovano a dover affrontare anche delicate questioni legali, spesso in un tessuto normativo complesso in cui è difficile districarsi. Con il vademecum “La Terza età” il Consiglio Notarile di Bolzano ha l’obiettivo di rendere più comprensibili le attuali regolamentazioni. La guida, disponibile presso tutti gli studi notarili dell’Alto Adige, nel fine settimana verrà distribuita come inserto in due quotidiani locali. 

    La guida “La Terza età” è stata presentata mercoledì 19 giugno 2019 nel corso della conferenza stampa tenutasi presso la sede del Consiglio Notarile di Bolzano. Concepita per affiancare gli anziani nella gestione dei propri beni, il vademecum illustra con un linguaggio semplice e comprensibile il complesso scenario normativo che regola questioni importanti in questo momento della vita. Usufrutto, vendita della proprietà con riserva del diritto di abitazione e polizze vita sono solo alcuni dei tanti temi affrontati nella guida. 

    “Questo fascicolo è uno strumento importante al servizio dei cittadini dell’Alto Adige ed è disponibile gratuitamente in italiano e in tedesco”, ha spiegato Walter Crepaz, Presidente del Consiglio Notarile di Bolzano. Elaborato dal Consiglio Nazionale del Notariato in collaborazione con le maggiori associazioni dei consumatori, il vademecum è stato ripreso dal Consiglio Notarile di Bolzano per la popolazione altoatesina ed è ora a disposizione anche nella sua versione in lingua tedesca. La guida è reperibile gratuitamente presso il Consiglio Notarile di Bolzano, in tutti gli studi notarili dell’Alto Adige e presso il Centro Tutela Consumatori Utenti. Questo fine settimana, inoltre, apparirà come inserto nei quotidiani locali “Alto Adige” e “Dolomiten”: “Sono tematiche che interessano moltissime persone, in particolar modo quella fascia di popolazione a cui dobbiamo molto e che ora entra in un delicato momento della vita. Ecco perché abbiamo puntato ad una distribuzione il più possibile ad ampio raggio”, ha puntualizzato Crepaz.  Naturalmente le guide sono disponibili anche online sul sito web del Consiglio Notarile di Bolzano (www.notai.bz.it) e su quello del Consiglio Nazionale del Notariato (www.notariato.it). 

    Con il 22,6% di popolazione con più di 65 anni, l’Italia è il secondo paese più “vecchio” a livello mondiale; in Alto Adige la situazione è simile. Per chi entra nella terza età, con tutte le nuove questioni e sfide da affrontare nella gestione dei propri beni, il legislatore ha previsto una serie di utili strumenti giuridici. Nel corso della conferenza stampa il notaio Peter Niederfriniger, membro del Consiglio Notarile di Bolzano, ha presentato i contenuti della guida: la rendita vitalizia, il contratto di mantenimento, la donazione con onere di assistenza o la donazione modale, il prestito vitalizio ipotecario, la vendita con riserva del diritto di abitazione o di usufrutto, ma anche altri strumenti come le polizze vita, la cessione del quinto o il co-housing.  Walther Andreaus, direttore del Centro Tutela Consumatori Utenti, ha lodato l’iniziativa del Consiglio Notarile e ha sottolineato l’importanza, specialmente nei confronti dei soggetti anziani, di un’informazione corretta e completa: “Sono proprio gli anziani che corrono maggiormente il rischio di truffe o raggiri”. 

    Dal 2006 il Consiglio Nazionale del Notariato e le più importanti organizzazioni di tutela dei consumatori sono impegnati nella pubblicazione di una speciale collana di fascicoli informativi – le “Guide per il Cittadino” – di cui “La Terza età” rappresenta il 15° volume. L’obiettivo delle pubblicazioni è mettere a disposizione dei cittadini le informazioni più rilevanti nella gestione di importanti aspetti della vita, come per esempio mutui, successioni, acquisto della casa, tutela della disabilità o terza età. Per renderle accessibili all’intera popolazione altoatesina, il Consiglio Notarile di Bolzano provvede ad adattare e pubblicare le guide anche in lingua tedesca.

    territorialeLista News

    Terza età: quali strumenti patrimoniali per una vecchiaia serena? A Catania incontro pubblico e gratuito per presentare la Guida Multimediale

    Sabato 15 giugno, ore 10.30, Four Points by Sheraton (Via A. da Messina 45 | Aci Castello)

     

    TERZA ETÀ: QUALI STRUMENTI PATRIMONIALI PER UNA VECCHIAIA SERENA

    A CATANIA PRESENTAZIONE DELLA GUIDA MULTIMEDIALE

     Incontro pubblico organizzato dal Notariato insieme alle Associazioni dei Consumatori

     

     

    CATANIA – L’Italia è il secondo Paese più vecchio al mondo: la popolazione italiana over 65 rappresenta, secondo i dati Istat del 2018, il 22,6% della popolazione totale. Se si vive più a lungo, le istituzioni sono chiamate ad affrontare nuove necessità e sfide legate alla qualità della vita delle persone anziane che devono essere annoverate tra i soggetti particolarmente meritevoli di tutela.

    L’incertezza del futuro per la possibile sopravvenienza di malattie, o comunque di limitazioni e impedimenti fisici o psichici connaturati all’età, fa sorgere l’esigenza di individuare modi e strumenti che assicurino una vecchiaia serena e dignitosa.

    Ed è proprio ai principali istituti giuridici a disposizione della Terza Età per la gestione dei propri beni che è dedicata la 15a Guida per il Cittadino, realizzata dal Consiglio Nazionale del Notariato (CNN) e dalle Associazioni dei Consumatori (Adiconsum, Adoc, Adusbef, Altroconsumo, Assoutenti, Casa del Consumatore, Cittadinanzattiva, Confconsumatori, Federconsumatori, Lega Consumatori, Movimento Consumatori, Movimento Difesa del Cittadino, Unione per la difesa dei consumatori, Unione Nazionale Consumatori). 

    Dopo la divulgazione del vademecum cartaceo, la Guida è adesso disponibile in versione multimediale, composta da cinque video in cui grafiche e personaggi animati illustrano con semplicità le opportunità della rendita vitalizia, del contratto di mantenimento, della donazione con onere di assistenza, del prestito vitalizio ipotecario, e della vendita della nuda proprietà con riserva di usufrutto. 

    I video – disponibili sui siti web del Notariato e delle 14 Associazioni, e sui social del CNN Facebook e Youtube – saranno presentati a Catania durante l’incontro pubblico e gratuito che si svolgerà sabato 15 giugno, alle 10.30, al Four Points by Sheraton Catania Hotel (via Antonello da Messina 45, Aci Castello).

    Interverranno il Consigliere Nazionale del Notariato Pierluisa Cabiddu, responsabile dei rapporti con i Consumatori e coordinatrice della Guida, e il Presidente del Consiglio Notarile di Catania e Caltagirone Andrea Grasso. Presenteranno la Guida i Notai Maristella Portelli e Alfredo Tamburino, alla presenza dei rappresentanti delle Associazioni dei Consumatori: il Presidente di Adoc Catania Enza Meli, Elisabetta Freni di Adusbef, Rita Ferro di Assoutenti, Eliana Maccarrone di Cittadinanzattiva e per l’Unione Nazionale Consumatori Valeria Virzì e il Coordinatore regionale Mario Intilisano.

     

    NOTARIATO E ASSOCIAZIONI DEI CONSUMATORI

    Dal 2006 il Notariato e le principali Associazioni dei Consumatori hanno istituito un tavolo di collaborazione e confronto finalizzato a una migliore informazione nei confronti dei cittadini. In questo ambito hanno realizzato la Collana “Le Guide per il Cittadino” e pubblicato finora 15 vademecum che spiegano, con un linguaggio chiaro, l’applicazione nella vita quotidiana di normative di forte interesse sociale (es. mutuo, successioni, acquisto della casa, legge sul “Dopo di noi”, tutela disabilità, terza età).

    territorialeLista News

    Salerno: il Consiglio Notarile adotta un evento del “Salerno Letteratura Festival”

    Il prossimo 16 giugno, nell’ambito della settima edizione di Salerno Letteratura Festival (Salerno 15|23 giugno 2019), il Consiglio notarile di Salerno patrocinerà l’incontro “L’eros da Zeus a Giulio Cesare” tenuto dalla prof.ssa Eva Cantarella, autorevole studiosa di Diritto romano e Diritto greco antico, autrice di Gli amori degli altri. L’autrice esamina storie d’amore per conoscere meglio i Greci ed i Romani, ai quali ci uniscono, nel bene e nel male, fili di continuità che arrivano sino ad oggi.

    L’evento aperto al pubblico si terrà presso la Chiesa dell’Addolorata al Largo Conforti di Salerno.

    Per maggiori informazioni visitare il sito del “Salerno Letteratura Festival”: www.salernoletteratura.com/it.

     

     

    territorialeLista News

    A Caltanissetta un convegno pubblico sul tema “Cryptocurrency e Blockchain: profili civilistici e penalistici”

    Si terrà questo pomeriggio a Caltanissetta, presso l’Aula Magna “Saetta e Livatino” del Palazzo di Giustizia, alle ore 15.30, il convegno sul tema “Cryptocurrency e Blockchain: profili civilistici e penalistici”, organizzato dalla Struttura territoriale di formazione di Caltanissetta della Scuola Superiore della Magistratura, con la collaborazione del Consiglio notarile dei Distretti riuniti di Caltanissetta e Gela, dell’Ordine degli Avvocati di Caltanissetta, della Scuola Forense Nissena e dell’Odine dei dottori commercialisti.

    Il convegno, aperto ai cittadini, oltre che a tutti gli operatori del diritto, dell’economia e delle forze dell’ordine, prevede l’intervento di prestigiosi relatori ed esperti della tematica trattata. A seguito degli interventi introduttivi della dott.ssa Maria Grazia Vagliasindi, Presidente della Corte di Appello di Caltanissetta, del Presidente dell’Ordine degli Avvocati di Caltanissetta, avv. Pierluigi Zoda, e dei Presidenti dell’Ordine dei dottori commercialisti, dott. Salvatore Dilena, e del Consiglio Notarile, che ha delegato il notaio Alfredo Grasso, si terranno le relazioni del dott. Paolo Dal Checco, consulente informatico forense, su “Bitcoin e criptomonete: introduzione, aspetti tecnici e potenzialità investigative”; del Notaio Samuele Tomasi, su: “Blockchain e smart contracts. Tra nuove frontiere e certezza del diritto”; del dott. Fabio Di Vizio, Sostituto Procuratore presso il Tribunale di Firenze, su “Lo statuto penale delle valute virtuali”. La dott.ssa Laura La Rocca, Consigliere presso la Banca d’Italia – UIF – Divisione Normativa e Rapporti Istituzionali parlerà di “Cryptocurrency e prevenzione del riciclaggio e del finanziamento del terrorismo” e i lavori saranno chiusi dalla Dottoressa Lia Sava, Procuratore Generale. Il convegno sarà coordinato dal dott. Simone Petralia, referente per la Scuola della Magistratura.

    L’incontro costituisce un momento di riflessione per far comprendere degli strumenti nuovi e dirompenti, che comportano numerose e significative implicazioni in molteplici ambiti, da quello bancario alla Pubblica Amministrazione, da quello commerciale all’Internet delle Cose (IoT), e che purtroppo possono essere utilizzati anche a scopi criminali (es. riciclaggio di denaro, finanziamento del terrorismo e evasione fiscale).

    territorialeLista News

    “Strumenti patrimoniali, utilizzo del patrimonio in cambio di assistenza, interdizione, inabilitazione, amministratore di sostegno”. Ad Ancona un incontro aperto al pubblico

    COMUNICATO STAMPA

    ANCONA – Lunedi  27 Maggio 2019, alle ore 17:30  all’interno del “ Cafè Alzheimer  di Ancona”, parleremo insieme al Notaio Pietro Ciarletta, Presidente CND Ancona, e alla Notaia Barbara Federici Consigliere CND Ancona di “Strumenti Patrimoniali, opportunità e tutele. Interdizione, Inabilitazione, Amministratore di Sostegno. Forme di utilizzo e protezione del patrimonio in cambio di assistenza. Organismi di tutela e controllo delle buone esecuzioni, a chi rivolgersi?” .

    L’incontro è gratuito e aperto a tutta la cittadinanza e si svolgerà presso i locali della Fondazione il Samaritano nell’edificio “ Casa della Vita Benedetto XVI, in via Madre Teresa di Calcutta 1/B.

    L’iniziativa, promossa dall’Associazione Alzheimer Marche Onlus, fa parte del ciclo di incontri del Cafè Alzheimer Ancona, che è ormai giunto alla settima edizione.

    Tra i partners dell’iniziativa si annoverano: ilComune di Ancona, l’Inrca di Ancona, la Fondazione il Samaritano e il Consiglio Notarile di Ancona.

    Il calendario  completo degli incontri per il 2019  è consultabile sulla pagina Facebook “Associazione Alzheimer Marche onlus".

    Per info: 

    cell. 3385416763 - cell 3289034493

    email: info@alzheimermarche.it

    territorialeLista News

    Cybercrime: protocollo tra Polizia di Stato e Ordini Professionali avvocati, commercialisti e notai

    QUESTURA di CATANIA

    Gabinetto del Questore

    COMUNICATO STAMPA

    POLIZIA DI STATO 

    CYBERCRIME: PROTOCOLLO TRA POLIZIA DI STATO E

    ORDINI PROFESSIONALI AVVOCATI, COMMERCIALISTI E NOTAI

    Alla presenza del Questore di Catania, dott. Alberto Francini, sono stati siglati oggi i protocolli d’intesa tra Polizia di Stato ed il Consiglio notarile dei Distretti riuniti di Catania e Caltagirone, l’Ordine degli Avvocati di Catania e l’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Catania per la prevenzione e il contrasto dei crimini informatici che hanno per oggetto, nella loro complessità, i sistemi informativi “critici” dei rappresentanti professionali etnei.

    Le convenzioni sono state firmate, ciascuno per la rispettiva categoria professionale, dal Dirigente del Compartimento Polizia Postale e delle Comunicazioni per la Sicilia Orientale dott. Marcello La Bella e dai Presidenti del Consiglio notarile dei Distretti riuniti di Catania e Caltagirone, Ordine degli Avvocati di Catania e Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Catania.

    Con questi accordi le parti si impegnano ad adottare procedure di intervento e di scambio di informazioni utili a contrastare più efficacemente i crimini informatici, frodi informatiche, accessi abusivi ai sistemi informatici o telematici, spionaggio o violazione dell’identità digitale, con finalità di interruzione dei servizi di pubblica utilità, indebita sottrazione di informazioni o di qualsiasi ulteriore attività illecita. I crimini informatici rappresentano, subito dopo gli eventi di calamità naturale, uno dei principali pericoli del pianeta in termini di impatto.

    Il mondo dei professionisti si trova ad affrontare l’evoluzione normativa per il corretto sviluppo economico e sociale del Paese in cui operano e l’adozione di misure di sicurezza adeguate per i propri sistemi informativi per prevenire i reati commessi attraverso la rete. In tale ambito, le convenzioni firmate oggi si ispirano al principio di sicurezza partecipata, al fine di assicurare in via sinergica ed efficiente le risorse del Sistema Paese a vantaggio dell’intera collettività.

    La Polizia di Stato svolge già da tempo, in via esclusiva, tramite il C.N.A.I.P.I.C., Centro Nazionale Anticrimine Informatico per la Protezione delle Infrastrutture Critiche del Servizio Polizia Postale e delle Comunicazioni di Roma, una rilevante attività di prevenzione e repressione dei crimini informatici, di matrice comune, organizzata o terroristica, che hanno per obiettivo le infrastrutture informatizzate di natura critica e di rilevanza nazionale.

     

    Catania, 18 maggio 2019

    territorialeLista News

    Prevenzione e lotta alla criminalità organizzata. Il Notariato interviene al Convegno pubblico di Padova "Economia delle mafie e territorio", organizzato da Carabinieri e Università

    Si terrà domani 15 maggio, alle ore 10:00, a Padova, presso l’Aula Magna di Palazzo del Bo, il Convegno "Economia delle mafie e territorio", organizzato da Carabinieri e Università di Padova, per affrontare il tema della presenza delle organizzazioni di tipo mafioso in una prospettiva multidisciplinare, mettendo a confronto forze dell’ordine, magistratura, studiosi, operatori economici e ordini professionali.

    Negli ultimi mesi il Veneto è stato infatti interessato da numerose operazioni di polizia giudiziaria contro organizzazioni criminali di tipo mafioso, evidenziando come la criminalità organizzata sia diffusa e radicata nel tessuto economico e sociale.

    L’evento prevede l’intervento di autorità ed esperti che affronteranno il tema nei diversi risvolti: dalla presenza sul territorio della mafia alla criminalità organizzata nel Veneto, agli effetti economici del radicamento della criminalità nel Centro-Nord Italia, alla funzione del notaio e alla normativa antiriciclaggio, a come sviluppare economia e territori nella legalità, fino al ruolo strategico dell’imprenditore.

    Durante il Convegno il Consigliere Nazionale del Notariato Edoardo Bernini, delegato al settore Antiriciclaggio, illustrerà la funzione del notaio come contributo al contrasto della criminalità e la normativa antiriciclaggio.

    Nel corso dell'incontro interverranno inoltre - dopo i saluti del Rettore dell’Università di Padova Rosario Rizzuto, del Comandante Interregionale Carabinieri “Vittorio Veneto” Gen di C.A. Enzo Bernardini, del Procuratore Generale della Repubblica presso la Corte d’Appello di Venezia dott. Antonio Mura, nonché dell’Assessore a lavori pubblici, infrastrutture e trasporti, dottoressa Elisa De Berti – Antonio Parbonetti, Prorettore dell’Università di Padova; Bruno Cherchi, Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Venezia; il Generale Giuseppe La Gala, comandante della Legione Carabinieri “Veneto”; Valeria Giancola, delegata alle funzioni giudiziarie del Consiglio Nazionale Dottori Commercialisti ed esperti contabili; Paolo Cavalletto, Consigliere incaricato Legalità ed etica di Confindustria Veneto; Carlo Valerio, Presidente Confapi Padova e la psicologa Sara Zoppellaro.

    La partecipazione è libera, ma è necessaria la prenotazione, compilando online  il seguente form: https://www.unipd.it/form-economia-mafie-territorio.

    territorialeLista News

    Il notaio in classe: a maggio i notai piacentini incontrano gli Istituti Superiori

    IL NOTAIO IN CLASSE:

    A MAGGIO I NOTAI PIACENTINI INCONTRANO GLI ISTITUTI SUPERIORI

    I notai Fiengo e Bricchi supporteranno quattro classi nella simulazione della costituzione di una Cooperativa

     

    Come si costituisce una società cooperativa? Quali ne sono le caratteristiche peculiari, e come tradurle in un documento che abbia valore legale? A scoprirlo saranno, nell’ambito del progetto ‘Bellacoopia Piacenza’, promosso da Legacoop Emilia Ovest, gli studenti di due istituti superiori cittadini, il Liceo Statale G. M. Colombini e l’Istituto di Istruzione Superiore G.D. Romagnosi, che venerdì 3 e giovedì 9 maggio incontreranno, rispettivamente, i notai Mariarosaria Fiengo, Presidente del Consiglio notarile piacentino, e Silvia Bricchi, referente della comunicazione del Consiglio.

    Oltre che un’importante occasione per diffondere la cultura cooperativa in termini valoriali ed imprenditoriali, la simulazione in classe rappresenterà anche una preziosa occasione per sia per incentivare la futura nascita di imprese eticamente responsabili, che di contribuire a una cittadinanza attiva e consapevole, scopi precipui del progetto ‘Bellacopia’. Il tempo passato insieme ai notai ha l’intento di rendere il progetto quanto più possibile attinente alla realtà, permettendo ai ragazzi di confrontarsi con esperti giuristi e dunque di conoscere tutte le fasi che contribuiscono alla realizzazione finale di un progetto imprenditoriale.

    Non ultimo, i professionisti partecipanti chiariranno anche qual è il prezioso ruolo del notariato nella società, quale garante di legalità, terzietà rispetto alle parti, tutela e supporto dei cittadini in complesse questioni di carattere giuridico, sempre in evoluzione. 

    Commenta così l’iniziativa la Presidente Mariarosaria Fiengo: “È con grande soddisfazione e autentico piacere che anche in questa occasione abbiamo aderito, come del resto facciamo da diversi anni a questa parte, al progetto propostoci da Legacoop, che già nel 2018 registrò il positivo interesse degli studenti. Confrontarsi con le giovani generazioni, trasmettendo nozioni che potranno esser loro utili in futuro, e contribuendo a formarli in quanto cittadini attivi e consapevoli, fa parte a pieno titolo di quel dialogo costante che il notariato si impegna da anni a portare avanti con le comunità. In particolar modo, poter avere l’occasione di confrontarsi con i giovani rappresenta sempre un’esperienza molto stimolante, foriera di sorprese e stimoli.” 

    Per ulteriori informazioni consultare il sito internet www.consiglionotarilepiacenza.it e la pagina Facebook Notai dell’Emilia-Romagna.

     

    territorialeLista News

    Quali strumenti giuridici hanno a disposizione i cittadini per assicurarsi, dal punto di vista della gestione patrimoniale, una vecchiaia serena e dignitosa? A Piacenza un incontro pubblico in collaborazione con il Comune

    LA TERZA ETÀ:

    A PIACENZA SARÀ PRESENTATA LA NUOVA GUIDA PER IL CITTADINO

    L’8 maggio, alle ore 16:30, Notariato e Associazioni dei consumatori, con il patrocinio del Comune, illustreranno gli strumenti patrimoniali per una vecchiaia serena per sé e i propri cari 

     

    Quali sono gli strumenti giuridici che i cittadini hanno a disposizione per assicurarsi, dal punto di vista della gestione patrimoniale, una vecchiaia serena e dignitosa?

    A illustrarli è la 15ˆ Guida per il Cittadino che, realizzata dal Consiglio Nazionale del Notariato, riguarda, quest’anno, proprio La Terza età: strumenti patrimoniali, opportunità e tutele, e che verrà presentata mercoledì 8 maggio a partire dalle ore 16:30 a Piacenza, presso l’Auditorium della Fondazione Cassa di Risparmio di Piacenza e Vigevano, in via Sant’Eufemia 12/13, nel corso di un appuntamento a partecipazione gratuita promosso dal Consiglio notarile di Piacenza e realizzato con il patrocinio del Comune di Piacenza e il supporto della stessa Fondazione Cassa di Risparmio, che ha concesso l’utilizzo della sala.

    Realizzata in collaborazione con le Associazioni dei Consumatori - Adiconsum, Adoc, Adusbef, Altroconsumo, Assoutenti, Casa del Consumatore, Cittadinanzattiva, Confconsumatori, Federconsumatori, Lega Consumatori, Movimento Consumatori, Movimento Difesa del Cittadino, Unione per la difesa dei consumatori, Unione Nazionale Consumatori – la Guida ambisce a essere uno strumento tanto più prezioso per un Paese, l’Italia, che è il secondo più vecchio al mondo.

    Anche la provincia di Piacenza è, da questo punto di vista, in linea con i dati nazionali, con il 24,8% della popolazione sopra i 65 anni d’età (a livello Italiano la percentuale ammonta al 22,6%), ovvero più di 70mila, di cui oltre 39mila superano i 75 anni. Uno scenario, quello che delinea un invecchiamento della popolazione, destinato con ogni probabilità a incrementare: secondo i dati forniti dal Servizio statistica della Regione Emilia-Romagna, infatti, nel periodo 2015-2035, a fronte di una sostanziale stabilità della popolazione complessiva della regione, a cambiare in modo significativo sarà la composizione per età, con una crescita complessiva della popolazione anziana nei prossimi 20 anni di circa il 28,4%.

    Alla luce di tali dati, e per il fatto che spesso gli anziani possono necessitare di una maggiore liquidità di denaro per far fronte a necessità quotidiane o cure mediche, nonché di assistenza morale e materiale, la guida offre una panoramica sugli strumenti che permettono di disporre della casa per trarre liquidità o per garantirsi assistenza e mantenimento. A illustrarne il contenuto, dopo l’introduzione della Presidente del Consiglio notarile di Piacenza Mariarosaria Fiengo e l'intervento dell'Assessore Avv. Federica Sgorbati, saranno i notai Manfredo Ferrerio e Giovanna Covati.

    Si parlerà di figure, più o meno note, quali: la vendita della nuda proprietà con riserva di usufrutto, di rendita vitalizia, di contratti di mantenimento, di vitalizio alimentare e/o assistenziale di donazione con onere di assistenza, di cessione del quinto della pensione, di polizze vita, e altre ancora. 

    Commenta così l’iniziativa la Presidente del Consiglio notarile di Piacenza, Mariarosaria Fiengo: “Questa nuova Guida rappresenta un prezioso strumento, utile non solo a quanti abbiano già raggiunto o stiano per raggiungere l’anzianità, ma anche per i loro cari e per chi, degli anziani, si prende cura. Essa è significativa di come il notariato sappia cogliere le esigenze dei cittadini in ogni fase della propria esistenza. Noi notai siamo a disposizione dei cittadini per ascoltare, consigliare, assistere e guidare le scelte di ciascuno, con terzietà e garanzia da sempre connaturate alla funzione notarile ed altresì con la doverosa sensibilità richiesta dalle situazioni.”

    “La Guida per il Cittadino – sottolinea il Sindaco Patrizia Barbieri – coglie come sempre un’esigenza di informazione, chiarezza e trasparenza molto importante, approfondendo in particolare, in questa edizione, un tema di grande rilevanza sociale. Il Consiglio nazionale del Notariato e tutte le Associazioni dei Consumatori partner del progetto hanno realizzato, ancora una volta, un prezioso strumento divulgativo, particolarmente utile per aiutare le famiglie a orientarsi tra le normative e rendere più accessibili i servizi”. 

    Per ulteriori informazioni consultare il sito internet www.consiglionotarilepiacenza.it e la pagina Facebook Notai dell’Emilia-Romagna.

    Pages