Impresa

Come costituire una società? Quale tipologia risponde meglio alle proprie esigenze e agli scopi da raggiungere? È consigliabile rivolgersi per tempo al notaio per programmare la nascita e la vita di un’impresa. Leggi la sezione per saperne di più.

Casa

L’acquisto di una casa è certamente una delle operazioni economiche più importanti nella vita di una persona e il notaio per legge tutela acquirente e venditore. Visita la sezione per capire quali sono i passaggi da seguire prima del rogito e acquistare un immobile in totale sicurezza.

Famiglia

Famiglia e rapporti di parentela; donazioni e successioni; come tutelarsi in caso di convivenza o modificare il regime patrimoniale del matrimonio. Approfondisci tutto quello che c’è da sapere nella sezione e scopri come il notaio può aiutarti.

You are here

territorialeLista News

A Ragusa i notai parlano di legalità agli studenti delle scuole secondarie di I grado

Il Consiglio Notarile di Ragusa ha avviato una collaborazione con l’Istituto comprensivo Don Milani di Ragusa che prevede l’organizzazione di alcuni incontri per gli studenti delle classi III della Scuola secondaria di I grado sul tema “Legalità, bullismo e cyberbullismo”.

Il giorno 1 marzo il notaio Maria Scifo, di fronte a una classe di studenti attenti e interessati, ha raccontato come si svolge l’attività notarile e ha inoltre evidenziato come i notai, quali custodi della legalità, siano al servizio della collettività.

Un secondo incontro si terrà il giorno 7 aprile 2018.

 

territorialeLista News

Testamento biologico e Disposizioni Anticipate di Trattamento: a San Severo (FG) un confronto tra istituzioni, medici, notai e preti

Lunedì 12 marzo si terrà a San Severo (FG), alle ore 18, presso l’Auditorium della Biblioteca Comunale “A. Minuziano”, un incontro sul biotestamento organizzato dall’Amministrazione Comunale – Assessorato alla cultura, per illustrare la recente legge 219/2017 “Norme in materia di consenso informato e disposizioni anticipate di trattamento” entrata in vigore il 31 gennaio 2018.

Nel corso dell’evento verranno illustrati gli aspetti salienti della nuova legge sul testamento biologico, un argomento di grande attualità e fortemente dibattuto negli ultimi mesi, soprattutto sulla stregua dei recenti casi alla ribalta delle cronache nazionali.

In particolare verranno spiegate le procedure che consentono al cittadino di esprimere le proprie Disposizioni Anticipate di Trattamento e le modalità di stesura e applicazione del biotestamento; verranno inoltre illustrati gli aspetti medico-legali ed etici della procedura.

Dopo i saluti introduttivi del Sindaco Francesco Miglio e dell’Assessore alla Cultura Celeste Iacovino, interverrà per il Consiglio Notarile di Foggia il Notaio Francesco Paolo Lops. Sono inoltre previsti gli interventi della dott.ssa Benedetta Di Battista, specialista in medicina legale presso l’Università degli Studi di Foggia, di Don Roberto Massaro, docente di teologia e bioetica nella facoltà Teologica Pugliese e del Segretario Generale del Comune di San Severo Giuseppe Longo.

Al termine delle relazioni è previsto un dibattito di approfondimento con il pubblico presente al fine di analizzare contenuti e criticità della legge.

 

 
territorialeLista News

Come tutelare le persone fragili: ad Asti un incontro pubblico con notai, magistrati e istituzioni

Si terrà oggi alle ore 16 ad Asti, presso la Sala Felice Platone del Municipio (piazza San Secondo), un incontro pubblico sulle fragilità sociali organizzato dal Comune in collaborazione con notai e magistrati. 

Fragilità e solitudine mettono spesso a rischio la capacità giuridica e di agire delle persone. La loro tutela si misura spesso con procure, testamenti, rinunce all’eredità, donazioni, compravendite con riserva di usufrutto, come pure con la valutazione della capacità di intendere e di volere delle persone che si rivolgono al notaio, per consulenze, per stipulare atti notarili o redigere testamenti. 

Per il Consiglio Notarile di Asti interverrà la Presidente Marilena Cantamessa. Sono inoltre previsti gli interventi dei magistrati Donatella Masia e Francesca Di Naro, del Sindaco Maurizio Rasero, dell’Assessore Mariangela Cotto, di Elena Tamietti, Responsabile Integrazione socio sanitaria e tutela delle fragilità di ASL At e di Andrea Berzano, Dirigente del Settore Politiche sociali.

nazionaleLista News

“Fare testamento – perché e come lasciare un segno”: al via in tutta Italia la campagna informativa sui lasciti testamentari di LAV in collaborazione con i notai

COMUNICATO STAMPA

“FARE TESTAMENTO – PERCHÉ E COME LASCIARE UN SEGNO”

 AL VIA DIECI NUOVI EVENTI LAV IN TUTTA ITALIA, DEDICATI AL TEMA DEL TESTAMENTO IN FAVORE DEGLI ANIMALI: I NOTAI RISPONDONO A CHI VUOLE SAPERNE DI PIU’ SULLE OPPORTUNITÀ E LE MODALITÀ PER CONTRIBUIRE ALLA DIFESA DEI DIRITTI DEGLI ANIMALI, CON UN GESTO D’AMORE “OLTRE LA VITA”

 

 

Dopo aver fatto tappa in oltre quindici città italiane, con le prossime date di Modena e Treviso (3 e 4 febbraio), LAV inaugura un nuovo anno di incontri itineranti sul tema dei lasciti in favore degli animali: nove nuovi appuntamenti in tutta Italia, per raccontare il valore di un gesto che può rendere eterno l’amore e l’impegno di una vita, per i diritti di tutti gli animali.

 “FARE TESTAMENTO – PERCHÉ E COME LASCIARE UN SEGNO”, l’appuntamento LAV dedicato a tutti coloro i quali desiderino informarsi e fare chiarezza sulla scelta di ricordare gli animali nelle proprie volontà testamentarie, partirà da Modena, sabato 3 febbraio presso la “Sala Pucci” (L.go Pucci, 40). dalle ore 10.00 alle ore 13.00.

L’evento LAV approderà a Treviso il giorno seguente, domenica 4 febbraio dalle 10.00 alle 13.00, presso la Sala Meeting dell’Hotel Maggior Consiglio (Strada Terraglio, 140).

Dopo Modena e Treviso, nel corso del 2018 gli incontri LAV faranno tappa a Imperia (13 aprile), Cuneo (14 aprile), Milano (5 maggio), Varese (29 settembre), Mantova (30 settembre), Ravenna (27 ottobre) e Forlì (28 ottobre). Tutte le date e le informazioni di dettaglio, saranno rese note nella sezione “appuntamenti” del sito LAV.it (http://www.lav.it/appuntamenti). 

MODENA –- sabato 3 febbraio h 10-13 -  “Sala Pucci” (L.go Pucci, 40) -- Notaio Gianatonio Barioni

TREVISO -- domenica 4 febbraio h 10-13 - Hotel Maggior Consiglio - Sala Meeting (Strada Terraglio, 140) -- Notai Francesca Ghilardi e Antonio D'Urso

IMPERIA -- Venerdì 13 Aprile h 16 - Hotel Rossini al Teatro, Piazza Rossini 14 -- Notaio Marco Re

CUNEO -- Sabato 14 Aprile h 16 - Hotel Royal Superga, Via Carlo Pascal 3 Ang. Piazza Galimberti 4 -- Notaio Enrico Gallo 

MILANO -- sabato 5 maggio h. 10-13 - Cascina Cuccagna, Via Cuccagna 2/4 (angolo Via Muratori) -- Notaio Maria Clementina Binacchi

VARESE - Sabato 29 Settembre h 10.00/13.00  - PALACE GRAND HOTEL VARESE, Via Luciano Manara, 11
 
MANTOVA -- Domenica 30 Settembre h 10.00/13.00 - CIRCOLO PAPACQUA, Via Jacopo Daino, 1
 
RAVENNA -- Sabato 27 Ottobre h. 10.00/13.00 - GRAND HOTEL MATTEI, Via Enrico Mattei, 25

Quale futuro sarà riservato agli animali nostri compagni di vita, quando non ci saremo più? Come fare per contribuire alla difesa dei loro diritti, con un gesto d’amore “oltre la vita”? Quali progetti LAV sta concretamente realizzando con i ricavati dei lasciti sottoscritti dai suoi sostenitori?

A queste e ad altre domande risponderà il Vice Presidente LAV, Roberto Bennati con il supporto tecnico-legale del notaio nel corso degli incontri, realizzati con il patrocinio e la collaborazione del Consiglio Nazionale del Notariato.

Nel nostro Paese, sono ancora poche le persone consapevoli dell’importanza di un gesto che può dare molto agli altri senza intaccare il diritto dei propri eredi. Una pratica già molto diffusa nel mondo anglosassone che consente di ricordare una Onlus e dunque una causa sociale, nella propria eredità, ma che in Italia è ancora un argomento tabù.

“Eppure, se si abbandona per un istante la naturale ritrosia ad immaginare il ‘dopo di noi’, ci si accorge che il testamento rappresenta una importante opportunità di dare continuità ai valori di una vita, lasciando un segno in favore dei diritti di tutti gli animali, e contribuendo in modo concreto alle tante attività ed iniziative in cui LAV è impegnata”, dichiara Roberto Bennati, Vice Presidente LAV, presentando i progetti per gli animali finanziati da LAV attraverso i lasciti testamentari.

Attraverso i lasciti testamentari possiamo assicurare un futuro a tanti animali: durante gli eventi sarà possibile conoscere alcune delle storie a lieto fine rese possibili da LAV ed incontrane i protagonisti, a due e a quattro zampe, ascoltarne le testimonianze e constatare in prima persona i risultati ottenuti e gli obiettivi in via di realizzazione grazie alla generosità di chi ha deciso di ricordare l’associazione nelle proprie volontà testamentarie.

Gli incontri saranno anche l’occasione per interloquire direttamente con LAV e con i notai, rivolgendo domande ed esaminando casi pratici come, in particolare:

~        Cos’è, perché e come si fa testamento

~        Cosa è possibile lasciare in eredità

~        Gli eredi e l’asse ereditario

~        Testamento e donazione

~        Come ricordare una Associazione nelle proprie volontà

~        Come assicurare un futuro sereno ai propri animali

~        Come la LAV trasforma i lasciti in risultati concreti per gli animali

Gli appuntamenti si concluderanno con un rinfresco.  Gli animali saranno i benvenuti.

INFO E ACCREDITI

Si prega di dare conferma della propria partecipazione e di eventuali accompagnatori al numero 06.4461325 o via email a lasciti@lav.it.

Per richiedere un accredito stampa scrivere a press@lav.it.

UFFICIO STAMPA LAV

06 44 61 325 – 339 1742586 - 320 6770285 – ufficiostampa@lav.it - press@lav.it 

* * *

CHI È LAV www.lav.it

Nata nel 1977, ha per fine la Liberazione animale, l’affermazione dei diritti degli animali non umani e la loro protezione, la lotta alla zoomafia e la difesa dell’ambiente. Si batte per l’abolizione della vivisezione, della pesca, della caccia, delle produzioni animali, dell’allevamento, del commercio, degli spettacoli con animali e dell’utilizzo di qualsiasi essere vivente. Difende la Terra e i suoi ecosistemi. La LAV combatte lo specismo lottando contro ogni forma di violenza, prevaricazione e sfruttamento, per il rispetto del diritto alla vita, alla dignità e alla libertà di ogni individuo umano e non umano.

territorialeLista News

A Jesolo (VE) un incontro pubblico per spiegare gli strumenti giuridici utili a garantire assistenza alle persone con disabilità, a partire dalla legge sul “Dopo di noi”

COMUNICATO STAMPA 

A Jesolo (VE) l’Open day per la tutela delle fragilità sociali

#sipuofare

 Venerdì 26 gennaio 2018

Sala rappresentanza del Comune

Ore 16:00 

Incontro pubblico con il Patrocinio del Comune di Jesolo

PRESENTAZIONE DELLA  14^ GUIDA PER IL CITTADINO:

“DOPO DI NOI”, AMMINISTRATORE DI SOSTEGNO, GLI STRUMENTI

PER SOSTENERE LE FRAGILITA’ SOCIALI

Il Consiglio Notarile di Venezia organizza il giorno venerdì 26 gennaio 2018 a Jesolo (VE) l’Open day per la tutela delle fragilità sociali: un evento aperto al pubblico che si è già tenuto a Noale e Marcon e che si terrà in altri 3 Comuni del veneziano: Mestre, Mira e Strà.

Alle  ore 16:00, presso la sala di rappresentanza del Comune di Jesolo, verrà presentata dai Notai Francesca Guizzo e Massimo Luigi Sandi la 14^ Guida per il Cittadino, dedicata a “Dopo di noi, amministratore di sostegno, gli strumenti per sostenere le fragilità sociali” e realizzata dal Consiglio Nazionale del Notariato con 13 Associazioni dei Consumatori (Adiconsum, Adoc, Adusbef, Altroconsumo, Assoutenti, Casa del Consumatore, Cittadinanzattiva, Confconsumatori, Federconsumatori, Lega Consumatori, Movimento Consumatori, Movimento Difesa del Cittadino, Unione Nazionale Consumatori).

E’ previsto l’intervento del Vicesindaco del Comune di Jesolo Roberto Rugolotto, che è anche Assessore alle politiche sociali, istruzione, sanità, società partecipate, museo, lavori pubblici, servizi manutentivi.

“La legge sul "Dopo di noi" – spiega il Presidente del Consiglio Notarile di Venezia Ernesto Marciano - ha introdotto importanti agevolazioni ed esenzioni fiscali, in particolare per  la costituzione di trust, di vincoli di destinazione di cui all’articolo 2645-ter del codice civile e di fondi speciali, composti da beni sottoposti a vincolo di destinazione e disciplinati con contratto di affidamento fiduciario, anche a favore di onlus che operano prevalentemente nel settore della beneficenza, per le quali l’atto pubblico notarile è requisito essenziale”.

La Guida spiega gli strumenti giuridici utili a garantire assistenza alle persone con disabilità, a partire dalla legge sul “Dopo di noi” (legge 112/2016) - volta a favorire il benessere, la piena inclusione sociale e l'autonomia delle persone con disabilità grave- che prevede importanti agevolazioni fiscali.

La Guida è disponibile nella sezione Trova Guida del sito del Notariato: http://www.notariato.it/it/trova-guide.

 

Per maggiori informazioni:

Consiglio Notarile di Venezia

Tel. 041 5229961

Email: consigliovenezia@notariato.it 

territorialeLista News

A Brescia i notai presenti alla VII edizione del Meeting Immobiliare per offrire consulenza sul tema casa

I notai del Consiglio Notarile di Brescia parteciperanno alla VII edizione del Meeting immobiliare, la più importante rassegna dedicata al mercato degli immobili di Brescia e provincia, con numerosi rappresentanti di agenzie immobiliari, costruttori, promotori, sviluppatori di progetti, studi tecnici e professionali, banche, rappresentanti delle organizzazioni di categoria e alcune aziende produttrici di particolari componenti tecnologiche per la casa.

L'iniziativa, che si terrà nei giorni 3 e 4 febbraio 2018 a Rezzato (BS) presso Villa Fenaroli, è promossa dal Gruppo editoriale del Giornale di Brescia per sostenere il mercato e per offrire un’opportunità ai bresciani interessati ad acquistare casa e quindi a conoscere le novità che il mercato presenta, i tassi di interesse applicati, ad aggiornarsi sui prezzi, a valutare le novità tecnologiche per la casa.

Durante entrambe le giornate del Meeting Immobiliare, incentrate in questa edizione sul tema “Compro casa, ristrutturo casa”, i notai bresciani saranno a disposizione dei visitatori, all'interno di un corner, per offrire consulenza sui temi di competenza notarile, quali ad esempio l'acquisto della casa e le relative richieste di finanziamento; le agevolazioni fiscali per l'acquisto della prima casa e l'accensione e la rinegoziazione dei mutui.

Nell’ambito della rassegna, si terranno dibattiti, incontri e presentazioni. In particolare, sabato 3 febbraio il notaio Claudio Mor interverrà ad una tavola rotonda. Sempre sabato il Notaio Giancarlo Camardella rilascerà un’intervista televisiva sul deposito prezzo, che andrà in onda su Teletutto, la principale emittente tv bresciana e il Notaio Gianfranco de Vanna interverrà ad una diretta web, sempre su Teletutto, in merito alla funzione notarile. Infine domenica mattina 4 febbraio il Notaio Alessandra Magnocavallo interverrà in una diretta televisiva.

territorialeLista News

A Marcon (VE) un incontro pubblico per spiegare gli strumenti giuridici utili a garantire assistenza alle persone con disabilità, a partire dalla legge sul “Dopo di noi”

COMUNICATO STAMPA
 
A Marcon (VE) l’Open day per la tutela delle fragilità sociali
#sipuofare
 
Venerdì 19 gennaio 2018
Sala del Consiglio comunale (via della Cultura 3) 
Ore 17.30
 
Incontro pubblico
 
PRESENTAZIONE DELLA  14^ GUIDA PER IL CITTADINO:
“DOPO DI NOI”, AMMINISTRATORE DI SOSTEGNO, GLI STRUMENTI
PER SOSTENERE LE FRAGILITA’ SOCIALI
 
Il Consiglio Notarile di Venezia organizza il giorno 19 gennaio 2018 a Marcon (VE) l’Open day per la tutela delle fragilità sociali: un evento aperto al pubblico che si è già tenuto a Noale e che si terrà in altri 4 Comuni del veneziano: Jesolo, Mestre, Mira e Strà. 
Dalle ore 17.30, nella sala del Consiglio Comunale di Marcon (via della Cultura 3), verrà presentata dal Presidente del Consiglio Notarile di Venezia Ernesto Marciano e dal Notaio Michele Manente la 14^ Guida per il Cittadino, dedicata a “Dopo di noi, amministratore di sostegno, gli strumenti per sostenere le fragilità sociali” e realizzata dal Consiglio Nazionale del Notariato con 13 Associazioni dei Consumatori (Adiconsum, Adoc, Adusbef, Altroconsumo, Assoutenti, Casa del Consumatore, Cittadinanzattiva, Confconsumatori, Federconsumatori, Lega Consumatori, Movimento Consumatori, Movimento Difesa del Cittadino, Unione Nazionale Consumatori).
Sono inoltre previsti gli interventi del Sindaco di Marcon Matteo Romanello, del Vicesindaco Luigi Bona e delle Associazione del territorio impegnate da sempre nell'aiuto alle famiglie e per prestare assistenza a persone con disabilità gravi prive del sostegno familiare (Anffas Mestre, Iris e un Mondo diverso). L’incontro ha ottenuto il patrocinio dell'Ulss 3 Serenissima.
“La legge sul "Dopo di noi" – spiega il Presidente del Consiglio Notarile Marciano - ha introdotto importanti agevolazioni ed esenzioni fiscali, in particolare per  la costituzione di trust, di vincoli di destinazione di cui all’articolo 2645-ter del codice civile e di fondi speciali, composti da beni sottoposti a vincolo di destinazione e disciplinati con contratto di affidamento fiduciario, anche a favore di onlus che operano prevalentemente nel settore della beneficenza, per le quali l’atto pubblico notarile è requisito essenziale”.
“Si tratta di un'iniziativa - spiega il Sindaco Romanello - strettamente inserita nel quadro dell'impegno programmatico dell'amministrazione a favore della famiglia”.
La Guida spiega gli strumenti giuridici utili a garantire assistenza alle persone con disabilità, a partire dalla legge sul “Dopo di noi” (legge 112/2016) - volta a favorire il benessere, la piena inclusione sociale e l'autonomia delle persone con disabilità grave- che prevede importanti agevolazioni fiscali.
 
LA GUIDA IN PILLOLE:
Legge “Dopo di Noi”
Il legislatore con la legge sul “Dopo di noi” ha previsto strumenti pubblici e privati per sostenere le persone con disabilità grave: 
Gli strumenti pubblici sono rivolti ai disabili gravi privi del sostegno familiare, al fine di favorire percorsi di deistituzionalizzazione (evitando il ricovero nei consueti istituti), impedirne l’isolamento e favorirne la socializzazione, con l’istituzione di un apposito fondo di assistenza.
Gli strumenti privati mirano a consentire la realizzazione di un “programma di vita” del disabile grave, idoneo a soddisfare le sue necessità e bisogni, prevedendo a tal fine importanti sgravi fiscali per:
 le liberalità in denaro o in natura
 la stipula di polizze di assicurazione
 la costituzione di trust
 la costituzione di vincoli di destinazione di cui all’articolo 2645-ter del codice civile 
 la costituzione di fondi speciali - composti da beni sottoposti a vincolo di destinazione e disciplinati con contratto di affidamento fiduciario - anche a favore di onlus che operano prevalentemente nel settore della beneficenza.
Amministrazione di sostegno
Interdizione e inabilitazione
Sostituzione fedecommissaria
 
Per maggiori informazioni: 
Consiglio Notarile di Venezia
Tel. 041 5229961
territorialeLista News

Violenza contro le donne: protocollo d’intesa tra notai di Genova e il Centro per non subire violenza (da Udi) - Onlus

Comunicato stampa

Genova 18 gennaio 2018 – Presentate oggi a Genova, presso la Regione Liguria, le iniziative per la tutela e la prevenzione della violenza economica contro le donne, organizzate dal Consiglio Notarile dei distretti riuniti di Genova e Chiavari e il Centro per non subire violenza (da Udi) - Onlus di Genova, nell’ambito del protocollo siglato il 25 novembre 2017, giornata mondiale contro la violenza sulle donne. 

In occasione della conferenza stampa - alla quale hanno partecipato Ilaria Cavo,Assessore regionale ligure alla Comunicazione, Politiche Giovanili, Pari Opportunità, Scuola e Formazione; Arianna Viscogliosi,Assessore al Personale e pari opportunità del Comune di Genova; Elisa Pescio, avvocata - Presidente del Centro per non subire violenza; oltre ai notai Ugo Bechini,Presidente del Consiglio Notarile di Genova e Chiavari e Rosaria Bono - sono stati presentati i servizi rivolti alle donne. La collaborazione si sviluppa sui fronti della consulenza notarile gratuita e della formazione ai notai sul tema della violenza economica, nel dettaglio:

-       Nasce il servizio di consulenza gratuita dedicato alle donne che si rivolgono al Centro per non subire violenza. Le consulenze fornite verteranno su temi notarili quali questioni successorie, societarie, immobiliari e bancarie. Ai successivi interventi professionali notarili, se necessari, si applicheranno  compensi professionali calmierati sulle condizioni economiche e sociali delle clienti.

-       Il Consiglio Notarile si impegna a promuovere verso i suoi iscritti la disponibilità ad accogliere nei propri studi, con forme di regolazione del rapporto temporaneo di formazione lavoro, donne che hanno seguito un percorso in un Centro antiviolenza e che presentino profili professionali idonei all’inserimento in uno studio notarile.

Lo Sportello lavoro, finanziato tramite un progetto messo a bando di gara dal Ministero delle Pari Opportunità è attivo dal marzo 2017 nella sede del Centro per non subire violenza (da Udi) in via Cairoli, 14.

-       il Centro per non subire violenza si impegna ad organizzare con cadenza annuale, workshop di formazione sui temi indicati riguarderanno: differenti tipologie di violenza ai danni di una donna (fisica, sessuale, psicologica, economica, spirituale, stalking); approfondimento sui segnali della violenza economica.

Il notariato genovese ha avvertito come un proprio dovere, quale istituzione dello Stato e presidio di legalità diffuso capillarmente sul territorio, rispondere alla richiesta di collaborazione in questo tema.” – dichiara Ugo Bechini,Presidente del Consiglio Notarile di Genova e Chiavari. “I notai hanno peraltro nel loro quotidiano bagaglio la difesa del soggetto più debole: la dimestichezza con gli equilibri economici, specie familiari, offrono una possibilità di intercettare per tempo le situazioni anomale, frutto di violenze psicologiche, ed avviarle all'assistenza più idonea, prima che siano compiuti atti pregiudizievoli”. 

Per il Centro per non subire violenza di Genova, via Cairoli, questa collaborazione è particolarmente preziosa perché in ogni storia di maltrattamento sulle donne c’è sempre il risvolto economico. L’esercizio del potere passa anche attraverso i soldi, ma è più facile per una donna riconoscere un maltrattamento fisico e psicologico che quello, più subdolo, economico.

 

La fotografia dei centri antiviolenza a Genova e in Italia

Nel 2016 e nel 2017, i tre centri antiviolenza di Genova hanno accolto complessivamente circa 700 donne all’anno. Il Centro per non subire violenza di via Cairoli, nell’anno 2017, ha supportato e dato consulenza a circa 300 donne e nelle “sue” strutture residenziali, sempre nel 2017, sono stati ospitate 30 persone tra donne e minori. In Italia nel 2016 i 73 Centri D.I.R.E. (Donne in rete contro la violenza) hanno accolto 21.351 donne (di cui 27% straniere).

Secondo quanto rilevato dall’Istat in tema di femminicidio, sono 6 milioni e 788mila le donne tra i 16 e i 70 anni che hanno riferito di aver subito violenza fisica o sessuale. Nel 41% dei casi gli autori del crimine sono compagni o ex partner. Una donna su dieci ha dichiarato di aver subito violenza in qualche forma prima dei 16 anni e più di una donna su tre ha riportato ferite, lividi, contusioni o altre lesioni. Di queste, circa il 20 % è stata ricoverata in ospedale a seguito delle ferite, il 5% ha riportato danni permanenti.

Il numero delle denunce di violenza negli ultimi anni si è ridotto del 12%. Secondo i dati raccolti dalla commissione, le violenze denunciate sono calate dalle 4.617 del 2011 alle 4.046 del 2016: sono passati dal 4.617 episodi del 2011 ai 4.046 del 2016. Sono invece aumentate del 45 % invece le denunce per stalking: nel 2011 erano 9.027, contro le 13.177 del 2016. 

Secondo l’Istat si stima che, nel 2016, il 9% della forza lavoro femminile (1 milione e 403mila donne) abbia subito nel corso della loro vita lavorativa molestie o ricatti sessuali sul posto di lavoro. Sono invece 1 milione e 100mila le donne che hanno dichiarato di aver subito ricatti sessuali per ottenere o mantenere il proprio posto di lavoro. Ricatti e molestie di cui gli uomini sono protagonisti nel 90% dei casi.

Nei primi 10 mesi del 2017 sono state invece 114 le donne uccise. È quanto rende noto il IV Rapporto Eures sul femminicidio in Italia. Oltre un quarto delle donne uccise in Italia nel 2016 (38 vittime, pari al 25,3%) risulta di nazionalità non italiana, con un incremento del 40,7%. L'aumento dei casi complessivamente registrato nel 2016 (più 5,6 %), è attribuibile alla sola componente straniera, mentre diminuiscono leggermente le vittime italiane (da 115 a 112, un calo del 2,6 %). 

Di seguito le dichiarazioni di Ilaria Cavo, Assessore regionale ligure alla Comunicazione, Politiche Giovanili, Pari Opportunità, Scuola e Formazione.

“Un’iniziativa molto importante e un progetto pilota che non a caso parte da Genova e dalla Liguria e che ci auguriamo possa essere esteso a livello nazionale – commenta l’assessore alle Pari opportunità Ilaria Cavo- Il fatto che parta da qui non è casuale perché la rete ligure dei centri antiviolenza, delle istituzioni, del sostegno alla lotta contro la violenza sulle donne è a maglie molto strette e composta da soggetti particolarmente impegnati e attivi sul tema”.
“Questa iniziativa si colloca nel solco tracciato dalla nostra amministrazione di sostegno nei confronti delle donne vittime di violenza e di rafforzamento dei centri dedicati - prosegue l’assessore Cavo –. Si va dai finanziamenti per il contrasto alla tratta fino ai progetti varati nel dicembre scorso, quando la Giunta ha stanziato 900mila euro per 8 progetti di contrasto alla violenza e di sostegno per le vittime, a cui si vanno a sommare gli 80 mila destinati alla formazione del personale che può così essere maggiormente in grado di intercettare il disagio, più altri 50 mila per la sensibilizzazione e la prevenzione in ambito scolastico. Iniziative che hanno contribuito a una grande sensibilizzazione su questo dramma. Il ruolo dei notai può essere pertanto determinante non solo nella gestione delle problematiche connesse al disagio, intercettato dai centri antiviolenza, ma anche nel cogliere i casi non ancora conclamati e indirizzarli ai centri, in una dinamica bidirezionale preziosa per la rete, per far emergere il sommerso”.

 

Per accredito e ulteriori informazioni:

Ufficio Stampa Consiglio Nazionale del Notariato - Silvia Scafati 3487267921 sscafati@notariato.it

territorialeLista News

Testamento biologico: a Potenza nasce il Registro delle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento di natura medica grazie all'accordo tra notai e Provincia

La Provincia di Potenza e il Consiglio Notarile dei Distretti Riuniti di Potenza, Lagonegro, Melfi e Sala Consilina, giovedì 18 gennaio 2018, alle ore 12.00, presso la sala Consiliare di piazza Mario Pagano nel capoluogo, presenteranno alla stampa l’istituzione del registro territoriale delle dichiarazioni anticipate di trattamento (Dat) di natura medica.

Grazie ad una convenzione che sarà sottoscritta a margine della conferenza stampa tra l’Amministrazione provinciale ed il Consiglio Notarile dei Distretti Riuniti di Potenza, Lagonegro, Melfi e Sala Consilina, verrà garantita a qualsiasi cittadino maggiorenne, residente in uno dei cento comuni del territorio potentino, la possibilità di indicare anticipatamente e a titolo gratuito le proprie volontà in merito ai trattamenti sanitari n previsione di una futura perdita della capacità di intendere e di volere.

La Provincia di Potenza, con i suoi 100 Comuni, e il Consiglio Notarile dei Distretti Riuniti di Potenza, Lagonegro, Melfi e Sala Consilina saranno fra i primi nel Paese a promuovere e garantire la libertà di manifestare il proprio volere in merito ai trattamenti di natura medica, alla donazione degli organi ed alla cremazione.

L’accordo tra Consiglio Provinciale e Consiglio Notarile prevede che l’attività dei notai, garantita almeno un giorno alla settimana, sia svolta a titolo gratuito in una sala del Palazzo della Provincia di Potenza. 

Il Consiglio Notarile sarà inoltre responsabile della tenuta del registro e della custodia delle dichiarazioni anticipate e a garantirà la consultazione delle stesse alle persone autorizzate. Sarà invece a cura della Provincia l’inserimento in un indice elettronico delle dichiarazioni ricevute, fornite dal Consiglio Notarile, l’aggiornamento e la custodia dell’indice, nel rispetto della normativa vigente in materia di riservatezza. 

L’organizzazione delle attività e l’assistenza ai notai sarà curata dal personale dei Comuni della Provincia per garantire ai cittadini iscritti nelle proprie liste anagrafiche la possibilità di manifestare anticipatamente la propria volontà. 

Si tratta di un servizio offerto alla comunità che consentirà a tutti i cittadini del territorio, previo appuntamento, di esercitare il diritto alle dichiarazioni anticipate di volontà in merito ai trattamenti medici. 

Per maggiori informazioni è possibile prendere parte all’incontro aperto al pubblico che si terrà domani. 

Pages