MENU

CONSIGLIO NAZIONALE DEL NOTARIATO

CONSIGLIO NAZIONALE
DEL NOTARIATO

«Avvocati, commercialisti, notai: professionisti verso il futuro». Per la prima volta, a Lecce, i rappresentanti di tre Ordini si interrogano sulle prospettive delle rispettive professioni in un convegno aperto al pubblico

RSS

18/10/2018

Territoriale

COMUNICATO STAMPA 

Il digitale è sempre più presente negli studi professionali dei salentini. In provincia di Lecce, infatti, cresce la spesa in tecnologie ICT da parte di avvocati, commercialisti e notai, trainata soprattutto dagli investimenti per l’adeguamento agli obblighi normativi.

Una percentuale crescente degli studi ricorre al digitale anche come leva per innovare i servizi, migliorare l’efficienza dei propri processi lavorativi e la relazione con la propria clientela. C’è chi dispone di un archivio almeno in parte digitale, chi gestisce i rapporti con i clienti attraverso strumenti digitali e c’è chi è già sul cloud (o ‘nuvola informatica’).

Le tecnologie più utilizzate sono la firma digitale, la fatturazione elettronica, i software per le videochiamate, il sito web e le piattaforme di e-learning.

Quel che è certo, però, è che le tecnologie più diffuse negli studi risultino ancora prevalentemente «law driven», cioè imposte dalle diverse normative ed indispensabili per svolgere l’attività.

Ma quanti sono gli studi già pronti per affrontare il futuro? In quanti detengono una dotazione hi-tech adatta alle esigenze attuali, ma che potrebbe risultare forse inadeguata alle prospettive della propria professione?

A queste e a tante altre domande si tenterà di dare risposta nel corso della giornata di studio promossa dall’Ordine dei dottori commercialisti di Lecce, di concerto con l’Ordine degli avvocati e quello dei notai.

L’incontro, in programma venerdì 26 ottobre, al «Tiziano», verterà sul tema «Avvocati, commercialisti, notai: professionisti verso il futuro» e si inserisce nell’ambito del festival «Conversazioni sul futuro».

È la prima volta che, in provincia di Lecce, questi tre Ordini organizzano un evento del genere affrontando direttamente questi argomenti.

In particolare, nella mattinata si svolgerà la tavola rotonda, alla quale prenderanno parte i rappresentanti nazionali e locali delle tre professioni, ma non solo. Nel pomeriggio, invece, sono previsti diversi incontri per discutere di e-marketing, social media, formazione, digital trasformation, Internet law e digitalizzazione degli atti.

La digitalizzazione, ormai, impone nuovi modelli di sviluppo per gli studi professionali sia vecchi che nuovi e il mondo delle professioni non può che adeguarsi ai tempi.

Sicuramente i fattori che spingono gli investimenti ICT sono soprattutto gli obblighi normativi, seguiti dalla ricerca di efficienza dello studio, ma anche dalla volontà di introdurre nuovi servizi e strumenti per i propri clienti.

La gestione dell’archivio documentale, ad esempio, continua rimanere a cavallo fra soluzioni tradizionali e soluzioni digitali: ancora quasi nessuno, infatti, ha una gestione completamente digitale del proprio archivio, così come in pochi utilizzano esclusivamente la carta, mentre la maggior parte ha un archivio sia cartaceo che digitale.

Occorre tenere nella giusta considerazione anche altri aspetti: stanno assumendo un peso via via sempre più rilevante anche i social network, al fine di acquisire nuovi clienti e i marketplace digitali.

 

L’Ufficio stampa

 

Condividi
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Altri Articoli

Territoriale, Nazionale

Dal 24 al 30 gennaio gli incontri sul territorio e il 3 febbraio l’evento online su aism.it/eventolasciti

Territoriale

10/01/2022

L’incontro pubblico è promosso dal Consiglio Notarile di Lecce con la collaborazione della sede di Lecce di Banca d’Italia e il patrocinio del Comune. Appuntamento il 15 gennaio, ore 10, presso la Sala Polifunzionale Openspace del Comune di Lecce