MENU

CONSIGLIO NAZIONALE DEL NOTARIATO

CONSIGLIO NAZIONALE
DEL NOTARIATO

Due nuovi studi del Notariato – La nuova disciplina dell’appalto pubblico dopo il correttivo – L’intervento del notaio nella soluzione della crisi coniugale, dell’unione civile e della convivenza

RSS

06/09/2017

Nazionale

Gli ultimi lavori approvati dal Consiglio Nazionale del Notariato sono consultabili nella sezione TROVA STUDIO e hanno approfondito tematiche relative al diritto civile e tributario:

La nuova disciplina dell’appalto pubblico dopo il correttivo: profili di interesse notarile – Studio n. 588-2016/C

Lo studio si propone di offrire una guida alla lettura del rinnovato sistema degli appalti pubblici, delineando gli istituti rilevanti e le novità giurisprudenziali, con particolare riguardo alla funzione notarile. Oggetto di peculiare approfondimento non solo la disciplina relativa allo  svolgimento  della  procedura  di  appalto ma, soprattutto, quella  concernente la  stipula del contratto e le vicende ad essa successive.

L’intervento del notaio nella soluzione della crisi coniugale, della unione civile e della convivenza: profili fiscali – Studio n. 31-2017/T

Lo studio si propone di individuare i margini di applicabilità del regime fiscale di esenzione di cui all’art. 19 della legge n. 74/87 agli atti e documenti relativi al procedimento di scioglimento e cessazione degli effetti civili del matrimonio e al procedimento di separazione personale, con riguardo al nuovo orientamento della Giurisprudenza di legittimità di cui alle sentenze n. 2111 del 3 febbraio 2016, e n. 3110 del 17 febbraio 2016.

800×600 Normal 0 14 false false false IT X-NONE X-NONE MicrosoftInternetExplorer4 /* Style Definitions */
table.MsoNormalTable
{mso-style-name:”Tabella normale”;
mso-tstyle-rowband-size:0;
mso-tstyle-colband-size:0;
mso-style-noshow:yes;
mso-style-priority:99;
mso-style-parent:””;
mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt;
mso-para-margin:0cm;
mso-para-margin-bottom:.0001pt;
mso-pagination:widow-orphan;
font-size:10.0pt;
font-family:”Verdana”,sans-serif;}

 

Condividi
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Altri Articoli