MENU

CONSIGLIO NAZIONALE DEL NOTARIATO

CONSIGLIO NAZIONALE
DEL NOTARIATO

Il Notariato della Mongolia per la prima volta in Italia in visita presso il Consiglio Nazionale del Notariato

RSS

12/10/2016

Nazionale

Si è svolta oggi la prima visita in Italia della delegazione del Notariato della Mongolia presso il Consiglio Nazionale del Notariato, la sede dell’Unione Internazionale del Notariato (UINL) e di Notartel Spa.

Nel corso dell’incontro sono state illustrate le attività e funzioni del notaio in Italia. La Mongolia è entrata a far parte dell’UINL nel 2012, pertanto, l’obiettivo della visita è conoscere il modello e le procedure del Notariato italiano, a partire dal collegamento dei Pubblici Registri (Registro delle imprese, Catasto ecc.) e dell’infrastruttura tecnologica che collega il Notariato con la Pubblica Amministrazione (Rete Unitaria del Notariato).

La delegazione del Notariato della Mongolia era composta dai notai Baldan Shatar, Shagdar Sunjidmaa, Chadraabal Bayanjargal, Choijamts Batbileg, Jadamba Narantsatsral, Khurelbaatar Tsogzolmaa, Bataa Khandmaa, Begzjav Tungalag, Shijirbaatat Altai, Seesregdorj Ulziibat.

Per il Notariato italiano erano presenti il Vicepresidente  Albino Farina e i notai Cinzia Brunelli e Giuseppe Ramondelli. Il Presidente del Consiglio Nazionale del Notariato, Salvatore Lombardo, ha poi ospitato la delegazione del Notariato mongolo a cena.

Dopo la prima tappa nella città di Roma, la delegazione proseguirà il 13 ottobre a Firenze e il 14 a Venezia.

Il Notariato mongolo è un Notariato giovane: pur essendo stato istituito 91 anni fa, esiste nella sua forma attuale solo dopo la riforma del 1997. I notai mongoli nel 2011 erano 283, di cui 104 in provincia e 179 nella capitale Ulaanbaatar, divisa in 9 distretti, il più grande dei quali contava 37 notai.

Il Notariato mongolo è sottoposto al controllo del Ministero della Giustizia anche per quanto concerne la gestione finanziaria e contabile dello studio.

 

 

Condividi
Altri Articoli

Nazionale

28/04/2022

Il 6 maggio a Palermo presso il Circolo Ufficiali dell’Esercito con ingresso gratuito