MENU

CONSIGLIO NAZIONALE DEL NOTARIATO

CONSIGLIO NAZIONALE
DEL NOTARIATO

Professione notaio: a Ravenna stipulata una convenzione sul tirocinio per l’accesso alla professione notarile in concomitanza con l’ultimo anno del corso di studio magistrale in giurisprudenza

RSS

21/12/2017

Territoriale

COMUNICATO STAMPA

 

PROFESSIONE NOTAIO: A RAVENNA STIPULATA UNA CONVENZIONE SUL TIROCINIO PER L’ACCESSO ALLA PROFESSIONE NOTARILE IN CONCOMITANZA CON L’ULTIMO ANNO DEL CORSO DI STUDIO MAGISTRALE IN GIURISPRUDENZA

I notai del Consiglio Notarile di Ravenna hanno stretto un accordo con il Dipartimento di Scienze Giuridiche dell’Università di Bologna

 

Ravenna _ Il notaio Massimo Gargiulo, Presidente del Consiglio Notarile di Ravenna e il professor Giovanni Luchetti, Direttore del Dipartimento di Scienze Giuridiche dell’Università di Bologna, hanno stipulato una Convenzione sul tirocinio per l’accesso alla professione notarile.

La Convenzione riguarda l’ultimo anno del Corso di Studio Magistrale in Giurisprudenza e dà attuazione  alla Convenzione quadro del 2016 stipulata tra Ministero della Giustizia, Ministero dell’Istruzione, Università e della Ricerca e Consiglio Nazionale del Notariato. 

Sottolinea il notaio Massimo Gargiulo: <Questa convenzione con l’Università riveste un’importanza cruciale, in quanto tiene conto dell’esigenza di far acquisire ai giovani la possibilità di ottimizzare i tempi di accesso all’esercizio della professione di notaio e si pone nell’ottica di creare  un reale ed effettivo collegamento fra il contesto universitario e quello lavorativo-professionale, attraverso un dialogo più intenso e diretto fra mondo accademico ed attività notarile>. 

Come funzione la Convenzione? La Convenzione consentirà agli studenti iscritti al Corso di Studio Magistrale in Giurisprudenza di svolgere presso i Notai del Distretto Notarile di Ravenna i primi sei mesi di tirocinio per l’accesso alla professione notarile, in concomitanza con l’ultimo anno del corso stesso.

L’ammissione allo svolgimento anticipato del tirocinio richiede che lo studente sia in regola con gli esami di profitto del corso di studio frequentato.

Il tirocinio consentirà allo studente di assistere alle più importanti attività di uno studio Notarile quali, ad esempio, i colloqui con le parti in funzione degli atti da stipularsi, lo studio e l’approfondimento delle problematiche giuridiche, l’apprendimento delle tecniche redazionali degli atti.

 

Beatrice Spagnoli

Comitato Regionale dei Consigli Notarili dell’Emilia-Romagna

Responsabile Comunicazione, Ufficio Stampa e PR

+39 335 7024433/mob

beatrice.spagnoli@presspr.it

beaspagnoli@libero.it 

Condividi
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Altri Articoli

Territoriale, Nazionale

Dal 24 al 30 gennaio gli incontri sul territorio e il 3 febbraio l’evento online su aism.it/eventolasciti

Territoriale

10/01/2022

L’incontro pubblico è promosso dal Consiglio Notarile di Lecce con la collaborazione della sede di Lecce di Banca d’Italia e il patrocinio del Comune. Appuntamento il 15 gennaio, ore 10, presso la Sala Polifunzionale Openspace del Comune di Lecce