Impresa

Come costituire una società? Quale tipologia risponde meglio alle proprie esigenze e agli scopi da raggiungere? È consigliabile rivolgersi per tempo al notaio per programmare la nascita e la vita di un’impresa. Leggi la sezione per saperne di più.

Casa

L’acquisto di una casa è certamente una delle operazioni economiche più importanti nella vita di una persona e il notaio per legge tutela acquirente e venditore. Visita la sezione per capire quali sono i passaggi da seguire prima del rogito e acquistare un immobile in totale sicurezza.

Famiglia

Famiglia e rapporti di parentela; donazioni e successioni; come tutelarsi in caso di convivenza o modificare il regime patrimoniale del matrimonio. Approfondisci tutto quello che c’è da sapere nella sezione e scopri come il notaio può aiutarti.

You are here

nazionaleLista News

Cristina Armella eletta Presidente dell’UINL - Per la prima volta una donna a capo dell’organizzazione internazionale dei notariati latini

Mercoledì 27 novembre 2019, il notaio argentino Cristina Noemi Armella è stato eletto Presidente dell'Unione Internazionale dei Notai (UINL) per la legislatura 2020-2022 dall'assemblea generale dei Notariati membri che si è tenuta a Jakarta dal 27 al 30 novembre.

E’ la prima volta che la carica viene assegnata ad una donna.

"Innovare senza perdere le proprie radici" è il principio che guiderà il nuovo Presidente nella sua azione di indirizzo dell’istituzione, che, ha dichiarato il notaio Arnella, “dovrà essere rafforzata a beneficio dei suoi membri e, in definitiva, di tutti i cittadini".

Le nuove tecnologie avranno un ruolo strategico, in quanto “strumenti efficaci per preservare la storia dell’UINL e la sua proiezione verso il futuro", compresa la creazione di una piattaforma virtuale per la formazione permanente.

La formazione continua è fra gli obiettivi principali della nuova presidenza: a livello globale con la World Notariat University e a livello continentale attraverso le consolidate Accademie notarili in America e in Europa, e tramite la creazione di nuove realtà in Africa e in Asia.

nazionaleLista News

Rapporto UNODC delle Nazioni Unite: Notariato istituzione cardine per la lotta a corruzione e riciclaggio

E’ stato pubblicato ieri sul sito UNODC delle Nazioni Unite l’ultimo rapporto relativo all’aderenza dell’ordinamento nazionale italiano a quanto stabilito dalla Convenzione contro la corruzione per il quinquennio 2016 – 2021, da cui emerge che l’Italia soddisfa pienamente i requisiti previsti in materia di anticorruzione e antiriciclaggio.

I notai ed il Consiglio Nazionale del Notariato sono espressamente menzionati quale presidio di legalità nelle transazioni giuridiche e nel controllo antiriciclaggio: nello specifico, è stato manifestato particolare apprezzamento per la funzione preventiva e di controllo esercitata dai notai, per l’attività di segnalazione delle operazioni sospette e per l’efficacia delle linee guida per il contrasto al fenomeno di cui la categoria si è dotata. Per la prima volta, infatti, il Notariato è stato ufficialmente inserito tra le istituzioni cardine per la lotta alla corruzione e al riciclaggio.

Il rapporto sottolinea inoltre come il Notariato contribuisca, attraverso la progressiva digitalizzazione della categoria, alla semplificazione delle procedure, migliorando così gli standard di trasparenza e l’efficacia dell’azione preventiva.

nazionaleLista News

Agenzia ICE e Notariato, firmato accordo per sostenere e orientare imprese estere che vogliono investire in Italia

E’ stato firmato, in occasione del 54° Congresso Nazionale del Notariato a Firenze dal titolo “La legalità al centro. Crescere nel rispetto della legge”, l’accordo operativo fra l’ICE - Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane e il Consiglio Nazionale del Notariato con l’obiettivo di sostenere e orientare le imprese estere interessate a investire in Italia.

Il progetto, firmato dal Presidente dell’Agenzia ICE, Carlo Ferro e dal Presidente del Consiglio Nazionale del Notariato, Cesare Felice Giuliani, nasce per favorire una cooperazione strutturata dell’ICE con i notai, prevista dalla Cabina di regia per l’Italia Internazionale, in grado di valorizzare la loro funzione di raccordo fra istituzioni e imprese. 

"La collaborazione con il Consiglio Nazionale del Notariato riflette la strategia di ICE di una presenza sempre maggiore sul territorio e di partnership con le imprese" afferma Carlo Ferro, Presidente dell’Agenzia ICE. "C’è, infatti, una nuova ICE al servizio delle imprese che va sul territorio per rendere più fruibili i servizi offerti e che vuole collaborare con tutte le associazioni e i corpi intermedi per mettere la propria rete di 79 uffici esteri a disposizione di un’azione di sistema volta a portare più made in Italy nel mondo è più produzione dal mondo in Italia."

“Il sistema dei pubblici registri immobiliare e societario rappresenta un fattore di competitività per l’Italia e una garanzia di sicurezza per gli investitori stranieri”, ha dichiarato Cesare Felice Giuliani, Presidente del Consiglio Nazionale del Notariato. “ Per questo il Notariato, dopo aver redatto la prima “Guida doing business in Italy” nel 2015 insieme a Ice e cinque ministeri, si mette nuovamente a disposizione dell’Agenzia per sostenere lo sviluppo economico italiano nei mercati internazionali e incoraggiare gli investimenti dall'estero”.

Da parte dell’Agenzia ICE progressivamente sarà previsto il coinvolgimento dei notai in occasione di missioni ed eventi internazionali di presentazione delle opportunità di investimento in Italia.  Inoltre, l’ICE si impegna a promuovere incontri presso la Rete ICE estera in accordo con la rete diplomatico/consolare.

Il Notariato si impegnerà a:

  • garantire un’assistenza di primo livello ai funzionari dell’Agenzia ICE su specifiche richieste provenienti da imprese assistite;
  • garantire assistenza internazionale all’ICE e alle imprese assistite grazie al network dei notariati presenti nel mondo e aderenti all’Unione Internazionale del Notariato e al Consiglio dei Notariati dell’Unione Europea;
  • redigere strumenti di informazione sul ruolo e funzioni del notariato italiano agli investitori internazionali al fine di far conoscere i processi, i costi e i vantaggi in termini di competitività offerti dal controllo preventivo e dalla consulenza notarile;
  • prestare consulenza ed assistenza giuridica –anche su profili di carattere transfrontaliero- finalizzate alla pubblicità anche online e alla conseguente vendita degli immobili della vetrina ICE o di altri enti pubblici italiani a investitori stranieri;
  • sviluppare programmi informatici che possano permettere agli imprenditori italiani o esteri di utilizzare sistemi di tokenizzazione di asset anche di carattere finanziario, utilizzando modalità di registrazione anche diffusa (DLT), sempre che si tratti di beni mobili non iscritti in pubblici registri italiani;
  •  prestare consulenza a Paesi stranieri che intendano adottare sistemi giuridici di Civil Law, con particolare riferimento alla disciplina della proprietà immobiliare, della sua circolazione e della sua pubblicità in pubblici registri immobiliari e catastali.

La collaborazione tra Agenzia ICE e il Notariato nasce già nel 2015 come prima partnership governativa con un ordine professionale volta a sostenere e orientare le imprese italiane nei mercati internazionali e le imprese estere interessate a investire in Italia, grazie al coinvolgimento del network degli 88 paesi nel mondo in cui è presente l’intervento notarile ed alla rete degli 79 uffici dell’Agenzia ICE in 67 Paesi.


nazionaleLista News

Le tecnologie digitali al servizio degli italiani: il contributo del Notariato in un convegno a Roma

Si terrà martedì 29 ottobre pv. presso la Coffee House di Palazzo Colonna a Roma, il convegno pubblico nel quale sarà presentato il Rapporto I-Com su “Reti & Servizi di nuova generazione 2019”. 

ll format dell’evento - organizzato dall’Istituto per la Competitività (I-Com) un think tank fondato nel 2005 con sede a Roma e a Bruxelles - prevede una prima parte introduttiva con una relazione di Paola Pisano, neo ministro dell’Innovazione Tecnologica e Digitalizzazione. 

A seguire tre tavoli di discussione paralleli sui temi: I-Group 1 “Infrastrutture e servizi digitali. Come migliorare la competitività dell’Italia”; I-Group 2 “Intelligenza artificiale. La strategia italiana nel contesto europeo e internazionale”; I-Group 3 “Blockchain”. 

In questo gruppo sarà presente Alessandra Mascellaro, Consigliere Nazionale del Notariato e componente CdA Notartel, che discuterà insieme a politici, accademici e rappresentanti delle altre professioni, su strategie nazionali e strumenti che dovranno essere adottati per attuarle. 

Le sintesi delle discussioni e delle proposte emerse saranno presentate a conclusione del convegno di fronte a rappresentanti delle istituzioni nazionali e europee. Chiuderà i lavori Mirella Liuzzi, Sottosegretario di Stato Ministero dello Sviluppo. 

Il rapporto I-Com vuole descrivere lo stato di avanzamento del processo di digitalizzazione del nostro Paese, in una chiave di confronto internazionale tra le infrastrutture di telecomunicazione e i servizi digitali, con particolare attenzione ai sistemi di intelligenza artificiale e blockchain. 

Per informazioni e iscrizioni vai al sito web del convegno: https://www.i-com.it/2019/10/29/non-voglio-mica-la-luna-le-tecnologie-digitali-al-servizio-degli-italiani/.

nazionaleLista News

Per celebrare la Giornata Europea della Giustizia Civile il Notariato presenta “Questa Costituzione è uno spettacolo”

Mercoledì 23 ottobre, a partire dalle 10.30, in occasione della Giornata Europea della Giustizia Civile, il Notariato Italiano porterà in scena presso il Teatro Ghione di Roma  “Questa Costituzione è uno spettacolo”, una rappresentazione attraverso cui la Costituzione italiana verrà raccontata come se fosse un romanzo, intervallando testi e citazioni della Carta Costituzionale con musiche, film, richiami al giornalismo e giornalisti.

Nel corso della mattinata, dedicata ai 400 studenti delle ultime classi dell’Istituto d'Istruzione Superiore "Luigi Einaudi" di Roma, i notai ideatori e interpreti della rappresentazione, Fabrizio Olivero e Giulio Biino, consigliere nazionale del Notariato con delega alla comunicazione, avvicineranno i ragazzi in modo nuovo alla Legge fondamentale della Repubblica, trasformandola in una lettura prêt-à-porter, semplice e alla portata di tutti.

Lo spettacolo, introdotto dal notaio Valentina Rubertelli, consigliere nazionale del Notariato con delega al settore internazionale, sulla dimensione europea della giustizia e sulle istituzioni che la rappresentano, avrà una durata di due ore e vedrà momenti di interazione con gli studenti.

L’evento si inserisce fra gli appuntamenti che il Consiglio dei Notariati dell’Unione Europea dedica alla giornata europea della giustizia civile, istituita il 25 ottobre del 2003 dai delegati dei Ministri del Consiglio d'Europa e dalla Commissione europea con l'obiettivo di rendere la “giustizia civile” alla portata dei cittadini europei.

 

nazionaleLista News

Giornata Internazionale del Lascito Solidale: 2,8 milioni di italiani orientati a fare un testamento solidale e oltre 5 milioni pensano che sceglierlo sia “fare qualcosa di grande”

GIORNATA INTERNAZIONALE DEL LASCITO SOLIDALE (13 SETTEMBRE)

Progettare il futuro alla soglia (e spesso ben oltre) dei 50 anni? Si può e di fatto lo fanno molti italiani, che dopo la famiglia scelgono il lascito testamentario per fare qualcosa di bello e di grande che resterà anche quando loro non ci saranno più. Per colmare il gap culturale che ancora c’è nel nostro Paese, e che conferma l’Italia fanalino di coda in Europa in quanto a cultura testamentaria, il Comitato Testamento Solidale in collaborazione con il Consiglio Nazionale del Notariato lancia in occasione della Giornata Internazionale del Lascito Solidale (13 settembre) la nuova Campagna “Cosa vuoi fare da grande” e presenta il primo Open Day solidale in oltre 60 Consigli Notarili Distrettuali in tutta Italia per offrire consulenza istituzionale gratuita su questa forma di solidarietà. Per info, visita testamentosolidale.org e scarica la guida ai lasciti.

Chi da bambino non si è sentito chiedere almeno una volta “Cosa vuoi fare da grande?”. A distanza di tanti anni, 7,6 milioni di italiani over 40 hanno ricostruito i loro sogni d’infanzia raccontando le aspirazioni di allora. In vetta al podio delle “cose da grandi” di allora si trova “avere una bella famiglia” (scelta da quasi 2,9 milioni di italiani), seguita dal sogno di diventare un grande campione dello sport o un professionista affermato nel campo lavorativo (sogno di quasi 1,6 milioni di italiani da bambini). Da adulti, però, le cose cambiano. E quando si è già grandi e si riflette se c’è ancora tempo per fare “qualcosa di grande”, dopo la famiglia (che resta indiscussa in testa al podio, scelta dal 60% degli intervistati) sono le buone cause e la solidarietà verso le persone in condizioni di bisogno (scelte da 8,4 milioni di italiani) gli ambiti in grado di relegare in terza posizione la realizzazione professionale (confermata da meno di 6 milioni di nostri connazionali). In particolare, tra le buone azioni, i gesti concreti in cui questo si traduce sono il volontariato (opzione scelta dal 42% del campione intervistato ovvero 14,6 milioni di italiani over 40), la donazione del sangue (dal 37% degli intervistati ovvero da 12,7 milioni di italiani over 40) o con il sostegno ad una buona causa con un testamento solidale (gesto di solidarietà in cui si riconoscono oltre 5,6 milioni di italiani, ovvero il 16% del campione intervistato).

È quanto emerge dall’ultima indagine realizzata da Gfk Italia per Comitato Testamento Solidale, presentata questa mattina nel corso dell’evento “Testamento Solidale. Quando i grandi progetti non hanno età” organizzato dal Comitato Testamento Solidale di cui fanno parte 22 Organizzazioni non profit - ActionAid, AIL, AISM, Fondazione Don Gnocchi, Lega del Filo d’Oro, Save the Children, Aiuto alla Chiesa che Soffre Onlus, Amnesty International, Amref, CBM, Greenpeace, Intersos, Istituto Pasteur Italia Fondazione Cenci Bolognetti, Operation Smile Italia Onlus, Fondazione Telethon, Fondazione Umberto Veronesi, Progetto Arca, Telefono Azzurro, Unicef, Università Campus Bio-Medico di Roma, UICI e Vidas - con il patrocinio del Consiglio Nazionale del Notariato e di Pubblicità Progresso, con l’obiettivo di informare e sensibilizzare l’opinione pubblica sulla scelta di lasciare una traccia di sé anche quando non ci saremo più per sostenere una causa benefica e aiutare chi ne ha più bisogno anche dopo la morte. Il Comitato Testamento Solidale nel corso dell’evento ha presentato la nuova Campagna dal claim “Cosa vuoi fare da grande?”. Perché non è mai troppo tardi per fare nuovi progetti e pensare al futuro. Anche riflettendo concretamente sulla possibilità di “fare qualcosa di grande” come un testamento solidale.

“I dati emersi dall’indagine di Gfk Italia – spiega Rossano Bartoli portavoce del Comitato Testamento Solidale e presidente della Lega del Filo d’Oro. – mettono in evidenza che gli Italiani hanno a cuore chi è in difficoltà e mettono questa loro disponibilità ad aiutare il prossimo al secondo posto, subito dopo la famiglia, che spesso traducono inserendo un lascito nelle ultime volontà. Forse anche grazie al lavoro che il Comitato Testamento Solidale sta portando avanti dal 2013 per diffondere la cultura della solidarietà testamentaria, che oggi sta dando i primi frutti concreti. Sebbene l’Italia sia ancora fanalino di coda in Europa per quanto riguarda la cultura testamentaria e il tema fino a qualche anno fa sembrava essere un tabù, oggi i numeri sono incoraggianti.  Oltre 5 milioni di italiani associano all’idea di fare un testamento solidale quella di fare qualcosa di grande nella vita per lasciare un segno della propria generosità anche quando non ci saranno più Per questo abbiamo lanciato una nuova Campagna informativa che vuole diffondere un messaggio semplice: non è mai troppo tardi per fare progetti, per pensare in grande, per decidere di inserire un lascito nelle ultime volontà”

Nel corso dell’ultimo anno è aumentato il numero degli italiani che conosce il lascito solidale passando dal 57 al 57,7% ovvero 14,7 milioni di connazionali con un incremento che, seppur minimo, è comunque di segno positivo. Restano stabili gli italiani che si dichiarano orientati ad inserire un lascito nelle ultime volontà, a quota 2.8 milioni di persone, di cui circa 900 mila connazionali hanno già predisposto un testamento solidale e 1,9 milioni dichiara che lo prenderà certamente in considerazione.

I numeri positivi registrati dal testamento solidale – in termini sia di orientamento personale, sia di conoscenza da parte degli Italiani – sono quindi ancor più rilevanti se confrontati con l’andamento che hanno avuto le donazioni effettuate nel nostro Paese negli ultimi anni. Dopo 10 anni in cui le donazioni verso le organizzazioni non profit e altri enti benefici e assistenziali, in generale, avevano fatto registrare 5,8 milioni di donatori in meno rispetto al 2007, nell’ultimo anno si è riscontrata la prima inversione di tendenza e la percentuale dei donatori è passata dal 18 al 18,9. Un fatto storico se si pensa che nel 2005 a donare era 1 italiano su 3, perimetro che in 10 anni si era ristretto fino a toccare quota 1 su 5.

Non va dimenticato, infatti, che l’Italia rimane uno dei Paesi più generosi d’Europa. Si stima infatti in 87,5 miliardi di euro il valore di quanto i benefattori del Vecchio Continente donano in un anno. Per più di metà, rispettivamente con 25,3 e 23,8 miliardi, contribuiscono i cittadini del Regno Unito e della Germania. Ma al terzo posto vengono proprio gli Italiani, con 9,1 miliardi all’anno, seguiti da francesi (8,4), olandesi (4,4) e svizzeri (4,2). 

IL PRIMO OPEN DAY SOLIDALE PER OFFRIRE CONSULENZA ISTITUZIONALE GRATUITA A CHI VUOLE SAPERNE DI PIÙ SUL TESTAMENTO SOLIDALE

Per colmare il gap culturale nel nostro Paese sul tema della solidarietà testamentaria, il Comitato Testamento Solidale in collaborazione con il Consiglio Nazionale del Notariato lancia in occasione della Giornata Internazionale del Lascito Solidale (13 settembre) il primo Open Day solidale in oltre 60 Consigli Notarili Distrettuali in tutta Italia per offrire consulenza istituzionale gratuita su questa forma di solidarietà. “Il Consiglio nazionale del Notariato quest’anno ha rafforzato l’impegno al fianco del Comitato Testamento Solidale e, al fine di promuovere la conoscenza dei lasciti testamentari solidali, offrire tutte le informazioni per tutelare gli eredi legittimi e far in modo che i lasciti diventino una realtà sempre più tangibile, ha promosso la prima edizione dell’Open Day Solidale per offrire consulenza istituzionale gratuita a chi vuole saperne di più” ha spiegato Gianluca Abbate, Consigliere Nazionale del Notariato con delega al Sociale e al Terzo Settore.

Accedendo al sito www.testamentosolidale.org è possibile avere un’esaustiva panoramica sui progetti e le iniziative realizzati dalle associazioni non profit e scaricare la guida ai lasciti solidali che dà indicazioni dettagliati su come fare un lascito solidale. 

 

Per informazioni contattare l'ufficio stampa Comitato Testamento Solidale

Francesca Riccardi INC - Istituto Nazionale per la Comunicazione

Telefono 06 44160887 - 335 7251741 - Email f.riccardi@inc-comunicazione.it

nazionaleLista News

Open Day Solidale

Dal 2012 il Notariato ha sostenuto, con il proprio patrocinio, il network “Testamento Solidale”, il primo Comitato italiano che promuove una campagna di informazione congiunta sui lasciti solidali, a cui hanno aderito 22 tra le più importanti organizzazioni non profit: ActionAid, AIL, AISM, Fondazione Don Gnocchi, Lega del Filo d’Oro, Save the Children, Aiuto alla Chiesa che Soffre Onlus, Amnesty International, Amref, CBM, Greenpeace, Intersos, Istituto Pasteur Italia Fondazione Cenci Bolognetti, Operation Smile Italia Onlus, Fondazione Telethon, Fondazione Umberto Veronesi, Progetto Arca, Telefono Azzurro, Unicef, Università Campus Bio-Medico di Roma, Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti, Vidas

Il Comitato “Testamento Solidale” è nato con l’obiettivo di sviluppare per la prima volta in Italia - così come accade già da diversi anni nei Paesi anglosassoni - la cultura del lascito solidale, quale strumento per garantire il reperimento di parte delle risorse delle Associazioni del Terzo Settore (fund raising). Così è iniziata la collaborazione tra Comitato e Notariato, unico ordine professionale coinvolto nel progetto, ritenuto partner autorevole, non solo per il contributo tecnico che è in grado di fornire, ma anche per l’esperienza maturata nel corso degli anni, in termini di cooperazione con gli Enti del Terzo Settore. 

Il Consiglio Nazionale del Notariato è stato, nel corso di questi anni, coinvolto nella redazione dei testi della sezione Fare testamento. Tutto quello che devi sapere del sito www.testamentosolidale.org e della Guida ai Lasciti Testamentari, in cui il cittadino può trovare tutte le informazioni pratiche ed operative sul testamento in generale e su come è possibile effettuare un lascito solidale. Il Notariato è stato, inoltre, tra i principali protagonisti dei numerosi eventi promossi a livello nazionale e sui media. 

Per diffondere la cultura del lascito solidale, il 13 settembre 2019, in occasione della Giornata Internazionale dei Lasciti Solidali, il Consiglio Nazionale del Notariato e il Comitato Testamento Solidale promuovono in tutta Italia incontri informativi e consulenza istituzionale gratuita sui lasciti testamentari e sui lasciti solidali. 

Gli eventi si terranno presso le sedi dei Consigli Notarili Distrettuali aderenti all'iniziativa, dalle ore 16:00 alle 19:00.   

Di seguito l'elenco dei 58 Consigli Notarili aderenti
 

13 SETTEMBRE 2019 - ORE 16:00-19:00 - CONSULENZA ISTITUZIONALE GRATUITA NELLE SEGUENTI SEDI DEI CONSIGLI NOTARILI: 

PER INFORMAZIONI: 

Città

Consiglio Notarile

Indirizzo

CAP

Provincia

Regione

Tel.

E-mail

AGRIGENTO

Agrigento e Sciacca

Viale della Vittoria n.319

92100

AG

Sicilia

092220224

consiglioagrigento@notariato.it

AREZZO

Arezzo 

Campo di Marte-Galleria Casentino n.2

52100

AR

Toscana

0575902617

consiglioarezzo@notariato.it

AVELLINO

Avellino e Sant’Angelo de Lombardi 

Via Perrottelli n.12

83100

AV

Campania

082523960

consiglioavellino@notariato.it

BARI

Bari

Via Calefati 89

70122

BA

Puglia

0805212461

consigliobari@notariato.it

BELLUNO

Belluno

Via Jacopo Tasso n.3

32100

BL

Veneto

043727867

consigliobelluno@notariato.it

BENEVENTO

Benevento e Ariano Irpino

Viale dei Rettori n.43

82100

BN

Campania

082428623

consigliobenevento@notariato.it

BIELLA

Biella e Ivrea

Via Duomo n.3

13900

BI

Piemonte

0152520926

consigliobiella@notariato.it

BOLOGNA

(PRESSO GLI STUDI NOTARILI ADERENTI DI BOLOGNA E PROVINCIA)*

Bologna

Via S. Domenico n.11

40124

BO

Emilia-Romagna

051330758

consigliobologna@notariato.it

BRESCIA

Brescia 

Via Ugo La Malfa n.4 - I° piano

25124

BS

Lombardia

030222415

consigliobrescia@notariato.it

CAGLIARI

Cagliari, Lanusei e Oristano 

Via Logudoro n.40

09100

CA

Sardegna

070656924

consigliocagliari@notariato.it

CAMPOBASSO

Campobasso, Isernia e Larino 

Via Antonio Nobile n.3

86100

CB

Molise

087492572

consigliocampobasso@notariato.it

CASSINO

Cassino

Viale I. Bonomi n.4

03043

FR

Lazio

0776300413

consigliocassino@notariato.it

CATANIA

Catania e Caltagirone

Via G. D’Annunzio n.33

95128

CT

Sicilia

095444343

consigliocatania@notariato.it

COMO

Como e Lecco

via Rusconi n.27

22100

CO

Lombardia

031260323

consigliocomo@notariato.it

CREMONA

Cremona e Crema

Via Palestro n.66

26100

CR

Lombardia

037225283

consigliocremona@notariato.it

ENNA

Enna e Nicosia

Via Nazionale n.31

94100

EN

Sicilia

093526540

consiglioenna@notariato.it

FERRARA

Ferrara

Viale Poledrelli n.1/b

44121

FE

Emilia-Romagna

0532200196

consiglioferrara@notariato.it

FIRENZE

Firenze, Pistoia e Prato 

Via dei Renai n.23

50125

FI

Toscana

0552342789

consigliofirenze@notariato.it

FOGGIA

Foggia e Lucera

Corso Vittorio Emanuele II n.8

71100

FG

Puglia

0881724105

consigliofoggia@notariato.it

FORLÌ

Forlì e Rimini

Via Fossato Vecchio n.2/F

47121

FC

Emilia-Romagna

054325049

consiglioforli@notariato.it

FROSINONE

Frosinone

Via Fedele Calvosa n.25

 03100

 FR

Lazio

0775854701

consigliofrosinone@notariato.it

GENOVA

Genova e Chiavari

Via Nicolò Bacigalupo n.4-10

16122

GE

Liguria

0108393703

consigliogenova@notariato.it

L’AQUILA

L’Aquila, Sulmona e Avezzano 

Via Francesco Savini n.25

67100

AQ

Abruzzo

086261713

consigliolaquila@notariato.it

LECCE

Lecce

Viale Aldo Moro n.22 piano I°

73100

LE

Puglia

0832306863

consigliolecce@notariato.it

LIVORNO

Livorno   

Corso Amedeo n.34

57125

LI

Toscana

0586898874

consigliolivorno@notariato.it

LUCCA

Lucca 

Via Vittorio Emanuele II° n.14

55100

LU

Toscana

058355873

consigliolucca@notariato.it

MANTOVA

Mantova

Via San Francesco da Paola n.3

46100

MN

Lombardia

0376329948

consigliomantova@notariato.it

MESSINA

Messina, Barcellona Pozzo di Gotto, Patti e Mistretta

Via XXVII Luglio n.34 is. 195

98123

ME

Sicilia

0902927890

consigliomessina@notariato.it

MILANO

(PRESSO LA SEDE DEL COMUNE – PALAZZO MARINO - SALA ALESSI – PIAZZA DELLA SCALA n.2 - ORE 16:00-19:00)*

Milano, Busto Arsizio, Lodi, Monza, Varese

Via Locatelli n.5

20124

MI

Lombardia

026692965

consigliomilano@notariato.it

MODENA

(PRESSO GLI STUDI NOTARILI ADERENTI DI MODENA E PROVINCIA)*

Modena

Corso Canalgrande n.71

41121

MO

Emilia-Romagna

059223721

consigliomodena@notariato.it

MOLFETTA (BA)

(INCONTRO PUBBLICO PRESSO LA SEDE DEL COMUNE - PALAZZO GIOVENE - SALA CONSILIARE - ORE 10:00-12:30)*

Trani

Piazza Sacra Regia Udienza n.3 (angolo Via Archivio)

76125

BT

Puglia

0883582671

consigliotrani@notariato.it

NAPOLI

Napoli, Torre Annunziata e Nola 

Via Chiaia n.142

80121

NA

Campania

081406323

consiglionotarilenapoli@notariato.it

ORNAVASSO (VB)

Verbania 

Via Guglielmo Marconi n. 3

c\o Not. Stefania Scalabrini -

28877

VB

Piemonte

0323836720

consiglioverbania@notariato.it

PADOVA

Padova

Via Berchet n.17

35131

PD

Veneto

0498755529

consigliopadova@notariato.it

PALERMO

Palermo e Termini Imerese

Via Bandiera n.11 (Palazzo Moncada)

90133

PA

Sicilia

091331134

consigliopalermo@notariato.it

REGGIO DI CALABRIA

Palmi 

Via San Rocco n.3

89015

RC

Calabria

096624930

consigliopalmi@notariato.it 

PARMA

(PRESSO GLI STUDI NOTARILI ADERENTI DI PARMA E PROVINCIA)*

Parma

Piazzale Sant’Apollonia n.3

43121

PR

Emilia-Romagna

0521233176

consiglioparma@notariato.it

PERUGIA

Perugia

Via della Stella n.13

06123

PG

Umbria

0755736069

consiglioperugia@notariato.it

PIACENZA

Piacenza

Galleria San Donnino n.4

29121

PC

Emilia-Romagna

0523327909

consigliopiacenza@notariato.it

PISA

Pisa

Via Trieste n.35

56126

PI

Toscana

05042244

consigliopisa@notariato.it

POTENZA

Potenza, Lagonegro e Melfi

Piazza Alcide De Gasperi n.17

85100

PZ

Basilicata

0971410445

consigliopotenza@notariato.it

RAGUSA

Ragusa e Modica

Via Ecce Homo n.183

97100

RG

Sicilia

0932228130

consiglioragusa@notariato.it

RAVENNA

Ravenna

Via Alberoni n.24

48121

RA

Emilia-Romagna

0544212553

consiglioravenna@notariato.it

REGGIO EMILIA

Reggio Emilia

Via Guido da Castello n.35

42121

RE

Emilia-Romagna

0522433947

consiglioreggioemilia@notariato.it

ROMA

Roma, Velletri, Civitavecchia

Via Flaminia n.122

00196

RM

Lazio

063219506

consiglioroma@notariato.it

SALERNO

Salerno, Nocera Inf., Vallo d. Lucania e Sala Consilina 

Corso Garibaldi n.154 -Palazzo Amato

84100

SA

Campania

089229522

consigliosalerno@notariato.it

SASSARI

Sassari, Nuoro e Tempio Pausania  

Via Principessa Jolanda n.22

07100

SS

Sardegna

079295634

consigliosassari@notariato.it

SAVONA

(INCONTRO PUBBLICO PRESSO LA SEDE DEL COMUNE –SALA ROSSA  - CORSO ITALIA N.19 - ORE 15:30-18:30)*

Savona

Via Untoria n.9

17100

SV

Liguria

019812296

consigliosavona@notariato.it

SIENA

Siena e Montepulciano 

Via del Porrione n.89

53100

SI

Toscana

0577222412

consigliosiena@notariato.it

SIRACUSA

Siracusa

Viale Teracati n.31

96100

SR

Sicilia

0931413901

consigliosiracusa@notariato.it

TARANTO

Taranto

Via D’Aquino 74

74123

TA

Puglia

0994526364

consigliotaranto@notariato.it

TORINO

Torino e Pinerolo

Via Bertola, 40

10122

TO

Piemonte

0115627427

consigliotorino@notariato.it 

TRENTO

Trento e Rovereto

Piazza Silvio Pellico n.5

38100

TN

Trentino-Alto Adige

0461983701

consigliotrentorovereto@notariato.it

UDINE

Udine e Tolmezzo

Via Bertaldia n.70

33100

UD

Friuli-Venezia Giulia

0432504470

consiglioudine@notariato.it

VENEZIA

Venezia

S. Marco 4179

30124

VE

Veneto

0415229961

consigliovenezia@notariato.it

VERONA

Verona

Stradone Scipione Maffei n.2

37121

VR

Veneto

045594066

consiglioverona@notariato.it

VICENZA

Vicenza e Bassano del Grappa

Contra Porti n.21

36100

VI

Veneto

0444525971

consigliovicenza@notariato.it

VITERBO

Viterbo e Rieti

Via Fontanella del Suffragio n.6

01100

VT

Lazio

0761324350

consiioviterbo@notariato.it

 

*Queste iniziative non si svolgeranno presso le sedi dei Consiglio Notarili. Per informazioni rivolgersi comunque ai contatti riportati nell’elenco qui sopra.

 
IL TESTAMENTO SOLIDALE IN PILLOLE 

Cos’è il Testamento Solidale?

Fare “testamento solidale”, significa ricordare nel proprio testamento, in qualità di erede (eredità) o di legatario (legato), una o più associazioni, organizzazioni, enti. È un gesto semplice e non vincolante, che può essere ripensato, modificato in qualsiasi momento, senza che vengano in alcun modo lesi i diritti successori dei propri cari e familiari che sono tutelati dalla legge italiana con il riconoscimento della quota di legittima, ovvero la parte di eredità di cui si può disporre liberamente individuando come beneficiari soggetti diversi dai legittimari, come le onlus. Non sono necessari ingenti patrimoni, perché per sostenere il lavoro quotidiano di associazioni impegnate nelle più importanti cause umanitarie e scientifiche, anche un piccolo contributo può fare la differenza. 

Chi usufruisce di un Testamento Solidale?

Per avere valore, il testatore deve esplicitare il nome della persona fisica o giuridica, incluse le organizzazioni non profit, che beneficeranno del lascito. 

Cosa si può lasciare?

Il testatore può decidere di devolvere una parte del proprio patrimonio sotto forma di denaro, azioni, titoli d’investimento; un bene immobile (casa, appartamento, terreni); un bene mobile (macchina, arredi, gioielli, opere d’arte).

Affinché il lascito sia valido, è necessario indicare chiaramente l’organizzazione beneficiaria nel proprio testamento. 

Perché è importante rivolgersi al Notaio?

La figura del notaio è un punto di riferimento irrinunciabile per chiunque voglia approfondire la propria conoscenza sul testamento solidale e sul come procedere nel modo corretto a garanzia della puntuale attuazione delle proprie disposizioni testamentarie, comprese quelle ispirate da sentimenti di solidarietà sociale.

Fare testamento, con l’aiuto del notaio, vuol dire avere la certezza che sia rispettata la propria volontà, permettendo di disporre, secondo legge, dei propri beni o di parte di essi in maniera chiara e inequivocabile. 

Cos’è il Comitato Testamento Solidale?

Il Comitato “Testamento Solidale” (www.testamentosolidale.org) è il primo Comitato italiano che promuove una campagna di informazione congiunta sui lasciti solidali, a cui hanno aderito 22 tra le più importanti organizzazioni non profit: ActionAid, AIL, AISM, Fondazione Don Gnocchi, Lega del Filo d’Oro, Save the Children, Aiuto alla Chiesa che Soffre Onlus, Amnesty International, Amref, CBM, Greenpeace, Intersos, Istituto Pasteur Italia Fondazione Cenci Bolognetti, Operation Smile Italia Onlus, Fondazione Telethon, Fondazione Umberto Veronesi, Progetto Arca, Telefono Azzurro, Unicef, Università Campus Bio-Medico di Roma, Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti, Vida.

Il Notariato fa parte di “Testamento Solidale” dal 2012, con l’obiettivo di sviluppare per la prima volta in Italia - così come accade già da diversi anni nei Paesi anglosassoni - la cultura del lascito solidale. 

nazionaleLista News

Come funziona l'asta telematica notarile?

Al via il piano straordinario di dismissioni degli immobili pubblici previsto dalla legge di bilancio dello Stato 2019. I beni individuati dall’Agenzia del Demanio saranno ceduti attraverso la Rete Aste Notarili (RAN), il sistema informatico realizzato dal Consiglio Nazionale del Notariato per la gestione delle aste telematiche.  Attraverso il collegamento dagli studi notarili su tutto il territorio italiano è possibile per gli interessati partecipare alle aste via web, potendo effettuare i rilanci anche a centinaia di km dall’immobile, abbattendo le barriere territoriali con la garanzia e sicurezza del notaio.

La Rete Aste Notarili (RAN) si caratterizza per: sicurezza eliminando il rischio turbative e di clonazioni; tracciabilità degli atti e dei soggetti che partecipano alla procedura e applicazione normativa antiriciclaggio; accessibilità dei cittadini che possono partecipare attraverso gli studi notarili dislocati sull’intero territorio; trasparenza in quanto gli attori del sistema assistono, in tempo reale, a tutti gli eventi; orientamento dei cittadini che possono richiedere ai notai informazioni giuridiche, fiscali o pratiche.

Nell’asta telematica il notaio svolge una funzione di pubblico ufficiale in grado da un lato di orientare e supportare il cittadino partecipante all’asta e dall’altro di rendere certa la procedura, evitando pericoli di turbativa d’asta ed eseguendo anche i controlli previsti dalla normativa in materia di antiriciclaggio.

Come si partecipa ad una asta telematica notarile? Una persona interessata all’acquisto di un immobile non dovrà più recarsi presso il professionista presso il quale si tiene l’asta, ma potrà andare in qualsiasi studio notarile aderente alla RAN per depositare la cauzione e fare le offerte.

Successivamente, nel giorno e nell'ora stabiliti dal bando, il cittadino si recherà presso lo studio del notaio al quale ha presentato l'offerta. 

Durante la sessione d'asta, che si svolgerà via web collegando tra loro tutti i notai, il notaio avrà cura di comunicare a tutti i partecipanti presenti, le offerte provenienti da tutta Italia, in modo tale che ognuno abbia la consapevolezza di come l'asta si sta svolgendo, e fare offerte, se lo ritiene.


 

Pages