Impresa

Come costituire una società? Quale tipologia risponde meglio alle proprie esigenze e agli scopi da raggiungere? È consigliabile rivolgersi per tempo al notaio per programmare la nascita e la vita di un’impresa. Leggi la sezione per saperne di più.

Casa

L’acquisto di una casa è certamente una delle operazioni economiche più importanti nella vita di una persona e il notaio per legge tutela acquirente e venditore. Visita la sezione per capire quali sono i passaggi da seguire prima del rogito e acquistare un immobile in totale sicurezza.

Famiglia

Famiglia e rapporti di parentela; donazioni e successioni; come tutelarsi in caso di convivenza o modificare il regime patrimoniale del matrimonio. Approfondisci tutto quello che c’è da sapere nella sezione e scopri come il notaio può aiutarti.

Si precisa che nella ricerca effettuata sui files PDF non vengono presi in considerazione i caratteri speciali. Per esempio:
' , ; . : _ - ? ! # @ * [ ] + ^ " / \ > < | ° § ! & ( ) { }

Ufficio Studi

Consulta l'archivio degli studi elaborati dalle Commissioni di studio, approvati dal Consiglio Nazionale del Notariato e ritenuti di interesse generale.

713results
  • Studio n. 118-2018/T - Evoluzioni giurisprudenziali in tema di tassazione ai fini del registro del riconoscimento del debito - di Paolo Puri

    Indice: 1. Premessa. - 2. La tassazione ai fini del registro in base agli effetti dell’atto. – 3. La tassazione ai fini dell’imposta di registro della ricognizione del debito nel dibattito giurisprudenziale e dottrinario. – 4. Il recente avallo della giurisprudenza di legittimità. – 5. L’applicazione del principio ai riconoscimenti di debito nell’ambito degli accordi in esecuzione degli strumenti di composizione della crisi d’impresa.

  • Studio n. 136-2018/C - Le disposizioni anticipate di trattamento - di Carmine Romano

    Sommario: 1. Considerazioni introduttive; 2. I leading cases e il percorso giurisprudenziale; 3. Le aree tematiche del testo normativo; 4. Le disposizioni anticipate di trattamento (le D.A.T.); 4.1 (segue) Il contenuto delle disposizioni anticipate; 4.2 (segue) Il fiduciario; 5. La capacità del disponente; 6. Il tempo di formulazione delle DAT; 7. La vicenda effettuale; 8. La conservazione, il rilascio di copie, la pubblicità delle disposizioni anticipate di trattamento; 9. Trattamento fiscale e disciplina transitoria.

  • Studio n. 205-2018/I - Le cooperative sociali come imprese sociali di diritto - di Emanuele Cusa

    SOMMARIO: 1. Le dimensioni del fenomeno. – 2. Il significato di essere impresa sociale di diritto. – 3. La gerarchia delle fonti normative. – 4. Le attività esercitabili e i soggetti svantaggiati. – 5. Gli scopi. – 5.1. Le finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale. – 5.2. Lo scopo mutualistico. – 5.3. L’assenza dello scopo di lucro. – 6. La denominazione sociale e l’iscrizione in registri pubblici. – 7. La struttura organizzativa. – 8. La vigilanza. – 9. Le cooperative sociali di fronte al mercato dei capitali di rischio.

  • Studio n. 13-2018/T - Atti preordinati alla trasformazione del territorio dopo la legge di bilancio n. 205/2017: trattamento tributario - di Adriano Pischetola

    Sommario: 1. Premessa. 2. Gli atti preordinati alla trasformazione del territorio. 3. Accordi e convenzioni tra privati ed enti pubblici. 3.1. Elencazione indicativa di accordi e convenzioni. 4. Applicabilità della novella alle convenzioni ed atti di cui alla Legge Provinciale di Bolzano n.13/1997 e la tematica dell’efficacia temporale.

  • Studio n. 198-2018/I - L’art. 20 comma 7 bis del D.L. 24 giugno 2014, n. 91: semplificazione procedimentale e valorizzazione del controllo notarile - di Marco Silva

    SOMMARIO: 1. Il regime dei controlli preventivi sugli atti soggetti a pubblicità commerciale: un percorso normativo di semplificazione. – 2. L’art. 32 della L. 24 novembre 2000 n. 340. – 3. Il comma 2 ter dell’art. 31 della L. 2000 n. 340. – 4.1. L’art. 20, comma 7 bis del D.L. 24 giugno 2014 n. 91: ambito di applicazione. – 4.2. (Segue) Profili funzionali e portata innovativa. – 5. Considerazioni conclusive.

  • Studio n. 28-2018/E - L’oggetto del pignoramento immobiliare - di Stefano Fazzari

    INDICE: INTRODUZIONE. PERCHÉ UNA RIFLESSIONE SULL’OGGETTO DEL PIGNORAMENTO? 1. L’OGGETTO DEL PIGNORAMENTO: MOMENTI PROCEDURALI 1.1. L’individuazione dell’oggetto nel procedimento - 1.2. La verifica dell’oggetto - 1.3. L’efficienza competitiva della vendita - 1.4. Il decreto di trasferimento 2. L’INDIVIDUAZIONE DEL BENE IMMOBILE 2.1. L’individuazione del bene - 2.2. Le regole di individuazione - il frazionamento di una unità immobiliare - 2.3. Le regole di individuazione - Le norme catastali 3. L’IDENTIFICAZIONE DEL BENE IMMOBILE 3.1. Le norme di identificazione - 3.2. I dati catastali - 3.3. Criticità della individuazione catastale 4. LA INVALIDITÀ DELLA FORMALITÀ PER INCERTEZZA DELL’IMMOBILE 4.1. La invalidità della formalità 5. CASISTICA 5.1. La difformità tra titolo e nota – 5.2. L’erronea identificazione catastale - 5.3. Il conflitto tra dati identificativi - 5.4. Il frazionamento e la fusione dell’immobile pignorato - 5.5. Le pertinenze - 5.6. Particolari pertinenze: i parcheggi – 5.7. In particolare, gli spazi a parcheggio ex “Legge Ponte” - 5.8. In particolare, i parcheggi “Tognoli” - 5.9. Le accessioni 6. CONCLUSIONI

  • Studio n. 88-2018/T - Imposta di bollo e attività negoziale - Aggiornamento - Anno 2018 - di Giampiero Petteruti

    Sommario: 1. L’imposta di bollo; 2. Oggetto dell’imposta; 3. Modo di pagamento; 4. Soggetti obbligati al pagamento. Uffici competenti per la riscossione; 5. Criteri di applicazione dell’imposta; 5.1. Bollo sin dall’origine; 5.2. Bollo in caso d’uso; 5.3. Allegati; 5.4. Atti relativi e atti inerenti; 6. Obblighi a carico di organi pubblici e pubblici ufficiali; 7. Le regole di applicazione del tributo agli atti scritti; 7.1. Il trattamento dell'originale; 7.2. Le regole di corresponsione del tributo in caso di registrazione con modello Unico; 8. Gli atti dei pubblici ufficiali indicati nella tariffa; 8.1. Gli atti relativi a diritti sugli immobili; 8.1.1. Art. 1 comma 1-bis, n. 1); 8.1.2. Art. 1 comma 1-bis, n. 2); 8.1.3. Art. 1 comma 1-bis, n. 3); 8.1.4. Art. 1 comma 1-bis n. 4); 8.1.5. Art. 1 comma 1-bis n. 5). Atti dei territori del libro fondiario; 8.1.6. Art. 1 comma 1-bis n. 6). Segue: atti dei territori del libro fondiario; 8.2. Atti non immobiliari; 8.2.1. Art. 1 comma 1-bis.1, n. 1). Atti delle società ed altri enti; 8.2.2. Art. 1 comma 1-bis.1, n. 2). Procure e simili; 8.2.3. Art. 1 comma 1-bis.1, n. 3). Cessione di quote sociali; 9. Art. 1 comma 1-ter. Formalità commerciali; 10. Art. 1 comma 1-quater. Proprietà industriale; 11. Scritture private non autenticate. Art. 2; 12. Art. 3. Ricorsi. Note di trascrizione; 12.1. Art. 3 comma 1 e comma 2; 12.2. Art. 3 comma 2-ter. Altre formalità immobiliari; 13. Art. 6. Cambiali; 14. Gli atti indicati nella Tabella. 15. Violazioni. Sanzioni.

  • Studio n. 91-2018/I - La nuova disciplina dell’impresa sociale - di Antonio Ruotolo e Daniela Boggiali

    Lo studio esamina la nuova disciplina dell’impresa sociale introdotta con il d.lgs. 3 luglio 2017, n. 112 e successivamente integrata dal d.lgs. 20 luglio 2018, n. 95. Dopo aver approfondito la questione, rilevante sul piano operativo, degli adeguamenti statutari e del termine per procedervi, viene approfondito il tema della nozione di impresa sociale e dell'applicabilità, nei limiti della compatibilità, delle norme del Codice del Terzo settore. Si passa, quindi, alla disamina degli elementi che caratterizzano la disciplina dell’impresa sociale, quali lo svolgimento di attività di impresa di interesse generale, l'assenza dello scopo di lucro, la denominazione, le cariche sociali, gli organi di controllo interno, i procedimenti di ammissione ed esclusione, la disciplina della struttura proprietaria e dei gruppi, le scritture contabili, il coinvolgimento dei lavoratori, degli utenti e di altri soggetti interessati alle attività. (...)

Pages