MENU

CONSIGLIO NAZIONALE DEL NOTARIATO

CONSIGLIO NAZIONALE
DEL NOTARIATO

Studio n. 103-2012/T – Assegnazione di beni immobili a soci persone fisiche non esercenti attività d’impresa

Autore:

Francesco Raponi

27/10/2014

 
Sommario: Introduzione; 1. Generalità; 2. Situazioni giuridiche che possono concretizzare assegnazioni di beni – Operazioni contabili correlate; 3. Disciplina fiscale della assegnazione; 4. Nelle imposte indirette; 4.1 Iva; 4.2 Registro; 5. Nelle imposte dirette; 5.1. La società assegnante; 5.1.1 Differenze tra cessione a titolo oneroso e assegnazione: un contributo alla scelta della soluzione; 5.1.2 Modalità di pagamento delle plusvalenze da cessione a titolo oneroso rispetto alle plusvalenze da assegnazione; 5.1.3 Si realizza una plusvalenza anche se l’assegnazione viene effettuata a valori contabili a differenza della cessione a titolo oneroso?; 5.1.4 Rapporto tra plusvalenze e minusvalenze tra cessione e assegnazione; 5.2 L’assegnatario di bene soggetto persona fisica non imprenditore; 5.2.1 Natura del reddito; 5.2.2 Irrilevanza della distinzione tra principio di cassa e di competenza con riferimento alla liquidazione degli utili in natura; 5.2.3 Reddito in capo al socio assegnatario; 5.2.4 Differenze tra utili in natura e utili da recesso; 6.La soluzione di due casi pratici; 7. Conclusioni.

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin