MENU

CONSIGLIO NAZIONALE DEL NOTARIATO

CONSIGLIO NAZIONALE
DEL NOTARIATO

Studio n. 2381/1999 – Ancora sulla prelazione urbana

Autore:

Salvatore Tondo

27/10/2014

1.1. Rispetto all’autonomia contrattuale, che si caratterizza quale libertà per la determinazione concordata d’assetti negoziali entro limiti d’ordine essenzialmente negativo (C. Civ. art. 1322/1 "Le parti possono liberamente determinare il contenuto del contratto nei limiti imposti dalla legge"), possono certo interferire, per quanto in via piuttosto eccezionale, anche limiti d’ordine positivo. Quali, tra l’altro, da potervi influenzare, più o meno decisivamente, la stessa determinazione e configurazione degli assetti corrispondenti. Sino, in ispecie, a implicarvi la complessa fenomenologia, per più versi piuttosto ardua, che viene caratterizzata, comunemente, come "contratto imposto…

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin