MENU

CONSIGLIO NAZIONALE DEL NOTARIATO

CONSIGLIO NAZIONALE
DEL NOTARIATO

Studio n. 28/2005/T – Unica disposizione avente ad oggetto più beni – Applicazione delle imposte ipotecarie e catastali

Autore:

Giampiero Petteruti

27/10/2014

Viene proposto un quesito sulle modalità di applicazione delle imposte ipotecaria e catastale, allorché unica “disposizione” abbia ad oggetto più beni o diritti, per alcuni dei quali sia invocato un trattamento tributario comportante l’applicazione dell’imposta fissa.
In esso si fa riferimento anche alle modalità di calcolo e controllo dell’autoliquidazione fatta dal notaio in occasione dell’invio del Modello Unico Informatico, precisandosi che il sistema di controllo automatico sembrerebbe richiedere la liquidazione dell’imposta fissa per ciascun segmento del valore o corrispettivo, in modo che, oltre all’imposta fissa prevista in relazione all’agevolazione “prima casa”, debba conteggiarsi anche l’imposta proporzionale sulla restante parte del corrispettivo, eventualmente da arrotondare anch’ essa all’importo della fissa.

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin