MENU

CONSIGLIO NAZIONALE DEL NOTARIATO

CONSIGLIO NAZIONALE
DEL NOTARIATO

Studio n. 2878/2000 – Il nome nel diritto internazionale privato

Autore:

Emanuele Calò

27/10/2014

È stato posto un quesito inteso a conoscere se una donna di cittadinanza svedese, coniugata con un suo concittadino, la quale ha perso (secondo il proponente il quesito) il proprio cognome di nascita per assumere quello del marito secondo la legislazione svedese, debba essere costituita in atto e dotata di codice fiscale, con le generalità da nubile. La regolamentazione internazionalprivatistica del nome – si fa notare – è dettata dall’esigenza di assicurare l’uniformità di regolamento e quindi la certezza del diritto. A tale riguardo, la Convenzione adottata nell’ambito della Commissione Internazionale di Stato Civile a Monaco il 5 settembre 1980 sulla legge applicabile ai cognomi e ai

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin