MENU

CONSIGLIO NAZIONALE DEL NOTARIATO

CONSIGLIO NAZIONALE
DEL NOTARIATO

Studio n. 29/2005/T – Profili fiscali dell’atto di designazione dell’amministratore di sostegno

Autore:

Giampiero Petteruti - Valeria Mastroiacovo

27/10/2014

La scelta dell’amministratore di sostegno, nell’ambito del procedimento di nomina, è disciplinata dal nuovo art. 408 c.c., introdotto dalla Legge n. 6 del 2004.
Giusta la previsione dell’art. 404 novellato, la nomina compete al Giudice Tutelare, il quale, nell’effettuarla, deve osservare una serie di regole che apprezzano la volontà del beneficiario, i legami familiari e di convivenza, la volontà del genitore. La sola designazione, ad opera del beneficiario o del genitore superstite, non basta ad investire l’amministratore della funzione ed occorre, in ogni caso, il provvedimento del Giudice Tutelare; pertanto non è configurabile un’ investitura squisitamente volontaria, sul modello della curatela speciale minorile ex art. 356 c.c. E non è possibile ricostruire la nomina in termini contrattuali , riconducendola al mandato…

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin